SERVIZIO CENTRO AFFIDI d26 – LINEE GUIDA

Il Centro Affidi è un servizio pubblico, gratuito, che il Comune di Messina ha istituito in qualità di Comune Capofila dell’Area distrettuale socio-sanitaria D26 con delibera dei Sindaci n. 6 del 29.06.2006 per gestire in modo sinergico nell’ambito distrettuale l’affidamento familiare.

Il Centro Affidi si pone quindi come punto d’incontro specializzato, capace di essere luogo di studio e coordinamento rispetto alla tutela del minore in tema di affidamento familiare nel territorio di competenza.

L’Affidamento Familiare prevede che un minore “che sia temporanemente privo di ambiente familiare idoneo può essere affidato ad un’altra famiglia, possibilmente con figli minori, o a una persona singola”.

L’affidamento familiare è stato istituito dalla Legge Nazionale 184/1983 modificata e integrata dalla L. n.149/2001 e dalla L. n.173 del 19 ottobre 2015.

Il principio, che sta alla base di tali normative, è il diritto di ogni minore a crescere ed essere educato nella propria famiglia, ove vi sia causa di impossibilità temporanea di questa all’assolvimento delle proprie funzioni, prevale il diritto prioritario del minore a vivere in una famiglia, preferibilmente con figli minori, ma anche ad una persona singola, a cui viene affidato per ricevere il sostegno, la guida e l’affetto necessari per il suo adeguato sviluppo psichico senza distinzione di sesso, di etnia, di età, di lingua, di religione e nel rispetto della identità culturale del minore e comunque non in contrasto con i principi fondamentali dell’ordinamento”.

Allegati

  • pdf linee guida affido
    Data di aggiunta: 11 Luglio 2019 13:10 Dimensione file: 499 KB Downloads: 106