Partecipazione

L’approccio alla partecipazione

La finalità del processo partecipativo e della campagna di comunicazione del PUMS persegue cinque principali obiettivi/azioni:

  • informare   
  • ascoltare  
  • confrontarsi  
  • coinvolgere attivamente 
  •  comunicare

 Le progettualità incluse nel PUMS dovranno essere accompagnate da momenti di partecipazione e confronto con la popolazione, affinché si superi il concetto di cittadino come semplice utente della mobilità. Lo scopo di questi incontri è informare e formare il cittadino sull’importanza del confronto nel quadro generale del piano, permettendo alla società civile di contribuire al successo di progetti e politiche sentendosi appunto “co-creatori”.

La road Map del percorso partecipativo

Per favorire al meglio la formazione di un piano così complesso, il processo partecipativo deve essere più integrato e sincrono possibile alle elaborazioni tecniche dei PUMS. Per questo i tempi, i modi, ma soprattutto gli output, sono stati scelti allo scopo.

Per quanto riguarda i tempi del processo partecipativo dalla data di inizio (Kick-off) del 25 marzo all’evento di presentazione dei PUMS approvati passerà meno di un anno; normalmente i tempi necessari sono doppi o tripli.

Il primo Workshop accompagna, nei modi e nei contenuti, le analisi iniziali dei PUMS relativamente a criticità, obiettivi e desiderata. Il, questionario, assieme alla Piattaforma online, permettono di garantire un coinvolgimento e una raccolta di contributi e dati base sociali presso-ché continua. Dalla stesura di fine Marzo 2021, parallelamente agli strumenti sopra citati, a livello tecnico si arriverà alla definizione degli scenari di piano e delle conseguenti strategie. Tale definizione poggia sugli esiti sia del Forum che del questionario, SWOT in primis. Tra aprile e maggio inizierà il secondo ciclo di Workshop detti di “co-progettazione”, infatti stavolta a stakeholders, enti e cittadini sarà chiesto di esprimersi su scenari e strategie in primis, ma soprattutto circa le Azioni di Piano vero output dei due PUMS. Ciò porterà all’adozione degli stessi nell’estate del 2021.

Dopo l’adozione, nuovamente, stakeholders, enti e cittadini potranno produrre delle osservazioni ai due PUMS. Per favorire questa pratica, fondamentale per giungere all’adozione, ver-ranno redatti dei modelli semplificati per i contributi e si svolge-ranno Webinar e incontri informativi.

Si arriverà quindi entro l’anno all’approvazione dei due Piani, dopo i quali si svolgerà un evento finale di presentazione degli stessi.

In attesa della seconda tornata di Workshop, prevista ad aprile-maggio, le consultazioni continueranno in forma indiretta attraverso un set di questionari. Il primo sarà il Questionario rivolto ai Cittadini e sarà attivo per circa un mese.

 

Una delle azioni più importanti che hanno portato al successo del Forum del 25 e 26 marzo è stata la mappatura ragionata degli stakeholders e degli Enti e gli Organi competenti in mate-ria di pianificazione della mobilità e del territorio e tutti i soggetti portatori di interessi (stakeholders): per il livello comunale si è partiti da quelli individuati nel percorso partecipativo 2017 contenuto nel Cap. 9 delle Linee guida del PUMS, opportunamente aggiornati e corretti secondo indicazioni degli uffici e della componente politica comunale.

Il Forum per la Mobilità Sostenibile di Messina si è svolto online, attraverso la piattaforma Zoom, prevedendo tre Work-shop congiunti tra Città Metropolitana e Comune Capoluogo.

  • Giovedì, 25 marzo, alle ore 11.30, Conferenza Stampa congiunta nella Sala “Falcone Borsellino” a Palazzo Zanca nel corso di una conferenza stampa, organizzata in modalità online con la piattaforma Teams e streaming sulla pagina Facebook del Comune e della Città Metropolitana, è stato illustrato il nuovo Piano Urbano della Mobilità Sostenibile della Città Metropolitana e del Comune di Messina alla stampa con interventi di rappresentanti politici dei due enti, degli uffici tecnici, dei progettisti e dei responsabili del percorso partecipativo.
  • Giovedì, 25 marzo, alle ore 14.30, Workshop degli Stakeholders online sulla piattaforma Zoom. Dopo una prima sessione plenaria che ha visto l’individuazione degli obiettivi prioritari di Piano, gli stakeholder sono stati divisi nei 4 tavoli tematici: Associazioni; Categorie; Livello Comunale ed Ordini professionali; Sicurezza e viabilità. All’interno dei Tavoli si è proceduto alla stesura condivisa di matrici SWOT circa il sistema dei trasporti e della mobilità Messinese.
  • Venerdì, 26 marzo, alle ore 17.00, Workshop dei Cittadini online sulla piattaforma Zoom. Questo Workshop, nuovamente integrato tra Livelli, è il cuore del Forum. Nel caso dei cittadini la prima parte plenaria è stata dedicata a temi informativi sulla mobilità sostenibile e i PUMS in generale, per arrivare poi all’illustrazione degli esiti dei primi studi e del Press Mapping. I cittadini sono poi stati divisi casualmente in 4 tavoli per facilitare, grazie al numero ristretto, l’interazione. Gli esiti dei tavoli sono rappresentati da un dibattito e confronto sui temi principali dei PUMS mediati da un Questionario in Real Time.

Il report completo degli incontri e degli esiti è disponibile per la consultazione nella sezione Download.