Processo di piano

Sia il Comune di Messina che la relativa Città Metropolitana hanno deciso di intraprendere il percorso di costruzione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile in parallelo su due livelli di competenza amministrativa e territoriale. Tale decisione è perfettamente in linea con i principi cardine europei dei PUMS e con la natura della pianificazione della mobilità dei trasporti che non può che traguardare i confini amministrativi e mettere in relazione luoghi sia vicini che lontani.

I principi cardine sono quindi l’integrazione e la complementarità nel rispetto di criticità, esigenze e bisogni specifici. Per quanto riguarda le analisi e le ricognizioni legate al quadro conoscitivo il livello comunale, comprensibilmente più dettagliato, fornisce elementi a livello metropolitano che poi li sviluppa e li declina per l’area vasta.

Tali principi hanno sono alla base processo partecipativo che si è svolto in maniera unitaria e coordinata per i due livelli trovando all’interno dei tavoli delle differenziazioni specifiche.

 

Gli esiti attesi per la costruzione del PUMS della città di Messina, erano i seguenti:

Workshop Stakeholders:

  • Priorità e declinazione a livello locale degli Obiettivi Ministeriali
  • Valutazione SWOT della mobilità e delle infrastrutture a livello comunale: punti di forza e di debolezza, minacce e opportunità
  • Riconoscimento delle criticità attuali in ambito urbano e extraurbano
  • Avanzamento di contributi o desiderata relativi alla città di Messina

Workshop cittadini:

  • Quadro sulla disponibilità e Split modale
  • Abitudini modali per spostamenti quotidiani
  • Feedback e desiderata specifici su: TPL, ciclabilità, pedonalità, auto privata
  • Preferenza 8 sfide del PMUS comunale

 

Tutti i documenti di sintesi relativi al processo sono disponibili per la consultazione nella sezione Download