L’assessore alla Cultura Trimarchi apre la mostra d’iconografia cristiana “Percorsi Mariani”. Arte sacra tra Oriente e Occidente

Atrio di Palazzo Zanca | 25 luglio – 07 agosto 2019
orario dal lunedì al venerdì | dalle ore 8:30 alle ore 17:00

Il suggestivo mondo dell’arte sacra di ispirazione russa è il fil rouge della mostra d’iconografia cristiana “Percorsi Mariani” inaugurata il 24 luglio a Palazzo Zanca, dall’assessore alla Cultura Roberto Vincenzo Trimarchi e promossa dall’associazione guide volontarie sulle orme di Maria in collaborazione con il Comune di Messina. ‘’Iniziativa culturale che arricchisce sui punti di contatto fra arte sacra cattolica e ortodossa’’ così Trimarchi al vernissage del progetto espositivo curato dall’iconografo Felice Basile, pensato per incrementare la conoscenza del pubblico sul percorso iconografico mariano della tradizione figurativa russa ampiamente diffuso attraverso dipinti e stampe a colori in molte chiese e case dell’Occidente.
Fino al 7 agosto, dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 17:00, nell’atrio della sede Municipale, saranno in esposizione 18 opere, tra cui tre icone che maggiormente interpretano la fusione profonda del legame tra Oriente e Occidente: la Trinità di Rublev, la Madre di Dio di Kazan e la Madre di Dio di Vladimir, icona fra le più venerate in Russia e più conosciute in Occidente considerata da molti esperti la più bella pittura della Madre di Dio. 
A margine dell’evento espositivo inaugurale , si è tenuta una conferenza di approfondimento della storia iconografica cristiana e InformaGiovani Messina e Alexandra Voitenko presidente associazione Messina – Russia.