Libera..mente per la Giornata della Legalità: Trimarchi all’I.C. Santa Margherita

Messina, 20 maggio 2019 – La legalità valore morale permeante della società, che le istituzioni, la famiglia, la scuola, hanno il dovere di trasferire ai giovani. Partendo dai più piccoli, attraverso la cultura dell’etica prima di tutto nelle scuole’’ così l’assessore alla Istruzione Roberto Vincenzo Trimarchi, all’iniziativa  ”Libera..mente” promossa dall’istituto comprensivo Santa Margherita, diretto dalla preside Laura Tringali, nell’ambito della Giornata della Legalità ed in prossimità delle celebrazioni in Italia delle stragi di Capaci (23 maggio 1993) e di via D’amelio (19 luglio 1992) dove persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, tre uomini della scorta: Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani e il giudice Paolo Borsellino.

La promozione negli alunni alla consapevolezza del fenomeno della corruzione e quali gli strumenti per contrastarlo, al centro dell’evento scolastico al quale hanno partecipato il Sostituto Procuratore della Repubblica Roberto Conte; il funzionario del Servizio Sociale Minori del Distretto di Corte d’Appello di Messina Maria Baronello; l’Appuntato dell’Arma dei Carabinieri Pietro Campagna, fratello di Graziella vittima innocente di mafia; il presidente dell’associazione ASSPE 93 Antonio Centorrino; Paola Barbaro della Camera Penale ‘’Erasmo da Rotterdam’’; il segretario del Lions Club Carlo Mastroeni.

‘’Pretendiamo Legalità a scuola con il Commissario Mascherpa’’ la locuzione citata negli attestati, consegnati a margine dell’incontro, agli studenti dal Commissario della Polizia di Stato Chiara Ricco.