Comunicato n. 813
venerdì, 23 Luglio 2021

Nell’ambito degli appuntamenti musicali per “Messina RestArt” che si terranno all’Arena di Villa Dante, in programma nel periodo compreso, a partire da domani, sabato 24 sino al 5 settembre prossimo, ai fini della tutela dell’incolumità pubblica e della sicurezza urbana con Ordinanza sindacale n. 172 del 22 luglio 2021 sono stati disposti i divieti di vendita e/o somministrazione di bevande alcoliche superiori al 5% o di qualsiasi altro prodotto in lattine e/o contenitori di vetro e di utilizzo di spry al peperoncino, all’interno del perimetro di Villa Dante e in un raggio di 500 metri dallo stesso. Inoltre a salvaguardia della quiete pubblica, il provvedimento sindacale ha autorizzato l’utilizzo di strumenti a diffusione acustica e fonica in deroga al IV comma dell’art. I del D.P.C.M. 1 marzo 1991 e ss.mm.ii ed al D.P.C.M. n. 215 del 16 aprile 1999 e ss.mm.ii., entro e non oltre le ore 24. I divieti e l’autorizzazione in deroga vigeranno secondo la programmazione degli spettacoli musicali che si terranno nelle giornate 24, 25, 28, 30 e 31 luglio; 1, 2, 3, 5, 6, 7, 8, 10, 12, 13, 16, 17, 18, 20, 21, 26, 27, 28 e 29 agosto; e 1, 2, 3, e 5 settembre.

Comunicato n. 812
venerdì, 23 Luglio 2021

172 milioni di euro (di cui 20 milioni a carico della Regione siciliana) per cinque progetti di rigenerazione urbana e per la definitiva eliminazione delle baracche che da oltre cento anni occupano una vasta area urbana e nelle quali abitano circa 8mila cittadini. È questo lo straordinario risultato della città di Messina, prima nella graduatoria del bando nazionale “Qualità dell’abitare”, pubblicata ieri dal Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili. Un risultato che permettere di mettere la parola fine alla vicenda delle baracche che, dal 1908 dopo il devastante terremoto che colpì la città dello Stretto, ospitano migliaia di famiglie. Tra i cinque progetti, uno è stato giudicato come migliore in assoluto, ricevendo un finanziamento di poco superiore ai 98 milioni. I progetti approvati – come si ricorderà – erano stati presentati dall’Amministrazione De Luca il 16 marzo scorso e saranno finanziati con i fondi del PNRR che prevede procedure e tempi rapidi. Le aree interessate da interventi di riqualificazione riguardano Camaro sotto montagna, Giostra, Annunziata, Fondo Fucile, Rione Taormina e Camaro-Bisconte dove si procederà alla rigenerazione urbana attraverso lo sbaraccamento, la rimozione di materiali inquinanti, tra questi l’amianto, e la successiva realizzazione di alloggi e servizi di comunità. In totale saranno realizzati o acquistati 692 alloggi, tre asili, due edifici polifunzionali, 2 parchi e diversi alloggi di transito su un’area di oltre 230 mila metri quadri. “Nessuna Amministrazione – ha affermato con soddisfazione il Sindaco Cateno De Luca – ha mai ottenuto un totale di oltre 172 milioni di euro con un solo bando. Nel giugno 2018 ho assunto quale punto imprescindibile del mio mandato politico ed amministrativo l’impegno di affrontare definitivamente il problema socio-ambientale più grave della città di Messina: la presenza da oltre cento anni di una baraccopoli in pieno centro urbano estesa in 9 ambiti da risanare per oltre 230mila metri quadrati, con unità abitative caratterizzate da tetti in eternit che sprigionano letali fibre d’amianto, prive di servizi fognari e con bagni esterni spesso in comune, dove regna sovrana la presenza di ratti, nonchè spazi angusti in cui i bambini sono costretti a vivere ed a giocare. Queste sono le condizioni di estremo degrado – prosegue De Luca – dove vivevano e in parte vivono ancora 2mila nuclei familiari, oltre 8mila persone, 8mila italiani che da oltre tre generazioni sopravvivono in ‘lebbrosari’, privi di ogni requisito di salubrità e di sicurezza sismica tanto ai margini del perimetro urbano, quanto in pieno centro urbano con sacche di intollerabile degrado. Dal terremoto del 1908 ad oggi si sono alternati 67 governi della Repubblica e in 112 anni il problema del risanamento non è mai stato risolto nonostante gli svariati interventi normativi finalizzati all’eliminazione delle strutture abitative incompatibili con il requisito dell’abitabilità e del rispetto minimo delle condizioni igienico-sanitarie e di sicurezza impiantistica. Oggi abbiamo messo la parola fine a questa vergogna nazionale”, conclude il Sindaco De Luca.

Comunicato n. 811
venerdì, 23 Luglio 2021

Gli Assessori, all’Emergenza Covid, Dafne Musolino, e alla Cultura, Enzo Caruso, insieme al Colonnello medico Alfonso Zizza, Direttore dell’Ospedale Militare; al Direttore Sanitario dell’ASP Bernardo Alagna; e all’esperto comunale di arte contemporanea Alex Caminiti, hanno illustrato oggi a Palazzo Zanca, nel corso di una conferenza stampa, la Notte Bianca “Vaccini e Cultura” in programma domani, sabato 24, all’Ospedale Militare, a partire dalle ore 19.30 sino all’una circa di notte. “E’ un’iniziativa promossa dalla Direzione dell’Ospedale Militare – ha spiegato l’Assessore Musolino – che abbiamo immediatamente sposato, lasciandoci coinvolgere nell’organizzazione. Oggi più che mai è necessario focalizzare l’attenzione della cittadinanza sull’importanza delle vaccinazioni e sulla necessità di aumentare rapidamente il numero dei vaccinati prima della ripresa della scuola; anche i Ministeri della Salute e dell’Istruzione hanno diffuso infatti una nota in cui sottolineano ai Comuni l’importanza che l’attività didattica riprenda in presenza. La campagna vaccinale è rivolta principalmente sia alle fasce di giovani e giovanissimi over 12 che agli over 60, nelle cui fila non si è ancora raggiunta la piena vaccinazione. Comprendiamo che il caldo scoraggi sicuramente l’approccio al sistema sanitario, ma ci auguriamo che eventi come questo di domani e il Vaccino Party organizzato per martedì sera dal Sindaco De Luca, possano essere iniziative incoraggianti, anche se non organizzate direttamente dal Comune, e sostenute per incentivare l’approccio alla vaccinazione. Aspettiamo domani tutti coloro che vorranno partecipare, anche per conoscere la bellissima struttura dell’Ospedale Militare, situata in centro città, dove si potranno ammirare le opere esposte del maestro Caminiti con la collezione dei Supereroi che rappresentano non soltanto chi si vaccina ma anche le Forze dell’Ordine, i militari scesi al fianco della popolazione con il Generale Figliuolo in testa, e nella nostra città la Brigata Aosta che ha dimostrato grande operatività in tutta la fase dell’emergenza ed a maggior ragione adesso in quella di vaccinazione, unica arma possibile contro il Covid”. L’Assessore Caruso ha aggiunto che: “La Cultura si diffonde sempre dove il terreno è fertile e il connubbio tra Amministrazione comunale ed Esercito, in particolare l’Ospedale Militare, già sperimentato con successo in altre occasioni, consentirà di aprire questo luogo storico alla città, anche attraverso momenti musicali eseguiti dalla Banda della Brigata Aosta e ulteriori iniziative che renderanno lieto l’evento in nome della vaccinazione”. Il Colonnello medico Zizza, nel presentare gli appuntamenti della serata, ha invitato i cittadini messinesi a recarsi domani presso la struttura ospedaliera da lui guidata, mentre il Direttore Alagna si è soffermato sulle azioni intraprese in maniera congiunta e sinergica tra i vari Enti, per incentivare la campagna vaccinale, anche nell’ottica della riapertura delle scuole. Patrocinata dal Comune di Messina e organizzata dal Dipartimento di Medicina Legale di Messina, l’iniziativa prevede l’apertura delle porte alla cittadinanza all’interno della struttura ospedaliera militare con l’obiettivo di appellarsi a tutti coloro, non ancora vaccinati, affinché provvedano con fiducia e senza tentennamenti, in particolare agli over 60, ad oggi la categoria più a rischio, agli adolescenti, ai giovani, alle loro famiglie ed a tutto il personale scolastico per un ritorno a scuola in presenza. Il Comune di Messina, in sinergia con l’Ospedale militare ed in linea con la campagna di vaccinazione mirata della Regione Sicilia, mette in campo la musica e la cultura per offrire una serata estiva divertente in comodi orari anche per i più esigenti. Dopo essersi sottoposti al vaccino si potrà infatti assistere all’esibizione di vari gruppi che saliranno sul palco del Dipartimento, tra i quali la Banda Musicale della Brigata Meccanizzata “Aosta” ed un quintet del Conservatorio Corelli. Sarà possibile inoltre visitare l’esposizione storica della Sanità Militare del Regio Esercito, dalla fine del XIX secolo alla II Guerra Mondiale, di proprietà del Generale Messale, e la mostra presentata oggi nel corso della conferenza stampa e curata dall’esperto comunale di arte contemporanea Alex Caminiti con gli artisti dell’Organizzazione GAS collettivo d’arte indipendente Felipe Cardena (Spagna), Svetlana Grevenyuk (Ucraina), Sara Baxter (Inghilterra), Ma Lin (Cina), Gimaka (Senegal), Sadif (Egitto) e gli italiani Michele D’Avena, Fabio Carmelo D’Antoni, Sabrina Di Felice, Roberta Dallara e Alex Folla. L’evento sarà presentato da Silvana Paratore.

Comunicato n. 810
venerdì, 23 Luglio 2021

Lunedì 26, l’AMAM eseguirà lavori di manutenzione programmata su una condotta fognaria in vicolo San Cosimo. Pertanto dalle ore 8.30 alle 16.30, per un tratto di 30 metri, in corrispondenza del numero civico 47, vigeranno, il divieto di sosta su entrambi i lati; il restringimento della carreggiata stradale, al fine di consentire il posizionamento dei mezzi d’opera necessari, garantendolo, in sicurezza, nella parte di carreggiata non interessata dai lavori; ed il limite di velocità di 30 km/h, nel tratto compreso tra via Catania e 30 metri a monte del numero civico 47.

Comunicato n. 809
venerdì, 23 Luglio 2021

Il Comando del Corpo di Polizia Municipale ha disposto la prosecuzione dei servizi di controllo della velocità con autovelox, nell’ottica della prevenzione dei sinistri stradali. Il controllo con autovelox da lunedì 26 sino a sabato 31, sarà effettuato sulla Strada Statale 114 a Galati e Mili Marina; sulla SS 113 a Spartà, Rodia, San Saba, Casabianca e Mortelle; sui viali Boccetta e della Marina Russa; e sulle vie Consolare Pompea e Circuito Torre Faro. Il Comando della Polizia municipale raccomanda agli automobilisti il rispetto dei limiti di velocità su tutte le strade, ricordando che l’eccesso di velocità è tra le cause, che incidono maggiormente sulla gravità dei sinistri stradali, e l’osservanza delle regole che vietano la sosta, in particolare in doppia fila, sul marciapiede, nelle corsie preferenziali, pista ciclabile e attraversamenti pedonali.

Comunicato n. 808
venerdì, 23 Luglio 2021

Domani, sabato 24, alle ore 21.30, all’Arena Villa Dante, il primo live con l’artista Mario Venuti aprirà la kermesse musicale “Messina RestArts”, il cartellone degli spettacoli estivi 2021 promosso dall’Amministrazione comunale, con l’obiettivo di offrire alla cittadinanza occasioni di intrattenimento e di crescita culturale e sociale e di richiamo turistico, oltre che sostenere le attività di spettacolo gravemente penalizzate in questo periodo post – pandemia. Mario Venuti incontrerà il suo pubblico, viste le sue radici messinesi e le passate esibizioni a Messina, per presentare in acustico i pezzi del suo repertorio e proporre con il suo stile inconfondibile gli ultimi singoli di successo “Ma che freddo fa”, “Xdono” e altri brani popolari che anticipano il prossimo album, in uscita a fine estate.

Il live ha la produzione artistica di Tony Canto, che sarà con Mario Venuti sul palco assieme a Neney Dos Santos, Vincenzo Virgillito e Manola Micalizzi, e in qualità di ospiti parteciperanno alla serata le Glorius Vocal Quartet. Un concept album è il nuovo progetto nel quale l’artista si diverte a giocare tornando a mondi che già aveva toccato scrivendo Fortuna e che da sempre hanno caratterizzato il suo stile. Con la produzione artistica di Tony Canto, diventa puro interprete, rileggendo alcuni brani popolari della canzone italiana, scegliendo da periodi e generi diversi per disegnare un tema originale e sviluppare un’unica storia compositiva in cui ciascun brano traccia una linea netta che unisce la canzone italiana ai tropici, all’insegna di una serata di grande musica italiana “servita” in salsa tropicale.
Per informazioni e biglietti on-line è possibile rivolgersi presso tutti i punti vendita autorizzati ticketone – boxofficesicilia – ciaotickets –  Concerti Sicilia – Boxoffice Bossa – Lisciotto Viaggi e Turismo – Bisazza Gangi.

Comunicato n. 807
venerdì, 23 Luglio 2021

Oggi, venerdì 23, alle ore 10, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, presenti il Sindaco Cateno De Luca e gli Assessori Dafne Musolino, Alessandra Calafiore, Salvatore Mondello, Francesco Gallo ed Enzo Caruso, nel corso di una conferenza stampa, sarà presentata la Notte Bianca “Vaccini e Cultura” che si terrà all’Ospedale Militare. All’incontro con i giornalisti sono stati invitati a partecipare il Colonnello medico Alfonso Zizza, Direttore dell’Ospedale Militare; il Commissario per l’Emergenza Covid Alberto Firenze;  il Direttore Sanitario dell’ASP Bernardo Alagna; e l’esperto comunale di arte contemporanea Alex Caminiti.
Patrocinata dal Comune di Messina e organizzata dal Dipartimento di Medicina Legale di Messina, l’iniziativa si svolgerà domani, sabato 24, all’interno della struttura ospedaliera militare che per l’occasione aprirà le porte alla cittadinanza dalle ore 19.30 sino all’una circa di notte. L’obiettivo è quello di appellarsi a tutti coloro, non ancora vaccinati, affinché provvedano con fiducia e senza tentennamenti, in particolare agli over 60, ad oggi la categoria più a rischio, agli adolescenti, ai giovani, alle loro famiglie ed a tutto il personale scolastico per un ritorno a scuola in presenza. Il Comune di Messina, in sinergia con l’Ospedale militare ed in linea con la campagna di vaccinazione mirata della Regione Sicilia, mette in campo la musica e la cultura per offrire una serata estiva divertente in comodi orari anche per i più esigenti. Dopo essersi sottoposti al vaccino si potrà infatti assistere all’esibizione di vari gruppi che saliranno sul palco del Dipartimento, tra i quali la Banda Musicale della Brigata Meccanizzata “Aosta” ed un quintet del Conservatorio Corelli. Sarà possibile inoltre visitare l’esposizione storica della Sanità Militare del Regio Esercito, dalla fine del XIX secolo alla II Guerra Mondiale, di proprietà del Generale Messale, e la mostra curata dall’esperto comunale di arte contemporanea Alex Caminiti con gli artisti dell’Organizzazione GAS collettivo d’arte indipendente Felipe Cardena (Spagna), Svetlana Grevenyuk (Ucraina), Sara Baxter (Inghilterra), Ma Lin (Cina), Gimaka (Senegal), Sadif (Egitto) e gli italiani Michele D’Avena, Fabio Carmelo D’Antoni, Sabrina Di Felice, Roberta Dallara e Alex Folla.

Comunicato n. 805
giovedì, 22 Luglio 2021

Sino alle ore 18 si oggi, giovedì 22, la villa Dante sarà chiusa al pubblico per servizi di disinfestazione effettuati.

Comunicato n. 804
giovedì, 22 Luglio 2021

foto del Consiglio comunaleIl Consiglio comunale, riunitosi ieri in seduta straordinaria, ha approvato due mozioni: un atto di indirizzo per l’adozione di correttivi ai provvedimenti viabili a Torre Faro e un altro atto di indirizzo per la Giunta relativo all’esposizione di Vara e Giganti – Agosto messinese 2021. Sentita la conferenza dei capigruppo, il Consiglio tornerà a riunirsi lunedì 26, alle ore 18, con all’ordine del giorno 20 riconoscimenti di debiti fuori bilancio.

Comunicato n. 803
giovedì, 22 Luglio 2021

Da lunedì 26 sino a mercoledì 28, nella fascia oraria 7-17, saranno effettuati dalla Messinaservizi Bene Comune interventi di scerbatura nel quadrilatero compreso tra le vie Monsignor D’Arrigo, Santa Maria dell’Arco, Chiesa dei Marinai, Quod Quaeris, piazza San Vincenzo e via Bonfiglio. Per singoli tratti di intervento giornaliero vigerà pertanto il divieto di sosta sul lato monte di via Monsignor D’Arrigo, sul lato sud di via S. Maria dell’Arco, sul lato mare di via Chiesa dei Marinai, sul lato nord di via Quod Quaeris e su entrambi i lati di piazza San Vincenzo e dei tratti interclusi di via Bonfiglio.
Da giovedì 29 sino a sabato 31, sempre fascia oraria 7-17, la scerbatura riguarderà il quadrilatero compreso tra le vie Monsignor D’Arrigo, Santa Maria dell’Arco, Chiesa dei Marinai, Calapso e Fata Morgana. Il divieto di sosta insisterà sul lato monte di via Monsignor D’Arrigo, sul lato nord di via S. Maria dell’Arco, sul lato mare di via Chiesa dei Marinai, e su entrambi i lati di via Calapso e del tratto intercluso di via Fata Morgana.