Comunicato n. 1172
martedì, 19 Ottobre 2021

 

“È stato appprovato dal Ministero dell’Interno il progetto relativo ai fondi destinati dal decreto Sicurezza alle Città metropolitane, presentato dal Comune di Messina per il rinnovo dell’assunzione dei 46 agenti della Polizia Municipale che avevano prestato servizio tra agosto 2020/2021″.
È quanto rende noto l’Assessore alla Sicurezza Urbana Dafne Musolino, a seguito dell’avvenuta comunicazione da parte della Prefettura di Messina.
“Siamo particolarmente soddisfatti del risultato raggiunto – prosegue l’Assessore Musolino – era questa la soluzione auspicata da questa Amministrazione in quanto privilegia la continuità del rapporto di lavoro dei 46 agenti, già selezionati con procedura pubblica del 2020, cui è seguito il corso di formazione della durata di tre settimane. Questo ci consente di avere immediatamente a disposizione delle unità lavorative già formate e ben addestrate e che a breve andranno ad implementare la carenza di organico della Polizia Municipale. Il rinnovo dell’assunzione è stato previsto per una durata di 24 mesi sino al 2023, ma il fondo messo a disposizione copre sino a 30 ore settimanali. Pertanto – prosegue l’Assessore – non ritenendo opportuno ridurre il numero degli agenti e al fine di garantire a tutti i 46 agenti le 36 ore settimanali, per una scelta politica abbiamo ritenuto opportuno utilizzare le somme finanziate distribuendole su 30 ore, mentre le rimanenti 6 ore saranno integrate con una copertura a carico del bilancio comunale. È questa, una ulteriore soluzione che è stata adottata per valorizzare l’esperienza e il percorso formativo già effettuato dai 46 agenti, che sono stati impegnati oltre che nei servizi di viabilità anche in quelli relativi all’utilizzo dei droni e la tutela ambientale. Nel ricordare gli sforzi sostenuti in questo periodo per aumentare la presenza di pattuglie su strade, la continuità del rapporto di lavoro delle suddette unità ci permetterà di proseguire il percorso di rendere sempre più operativa la presenza degli agenti di Polizia Municiaple nel territorio, al fine di salvaguardare la corretta e civile convivenza, garantire la sicurezza ed il benessere della comunità e la vivibilità della città”. Relativamente all’immissione in servizio “entro la prossima settimana sarà avviata la fase della stipula dei contratti”, ha concluso l’Assessore Musolino.

Comunicato n. 1171
martedì, 19 Ottobre 2021

Il 14 ottobre scorso è stato notificato dal Soggetto Attuatore della Struttura Commissariale dott. Maurizio Croce, il Decreto n. 1815 del 14.09.2021 di finanziamento delle spese relative alla progettazione delle “opere di consolidamento e protezione del versante meridionale dell’abitato di Bordonaro” per un importo complessivo pari a 136.689,78 euro. “Un altro risultato positivo ottenuto da questa Amministrazione – hanno sottolineato congiuntamente il Sindaco Cateno De Luca, l’Assessore alla Protezione Civile Massimilano Minutoli e l’Assessore alla Difesa del Suolo Francesco Caminiti – nell’ottica della messa in sicurezza del territorio cittadino più volte, in passato, martoriato da eventi alluvionali con conseguenze per i cittadini ed i loro beni. L’assegnazione di questo ulteriore finanziamento da parte della Struttura Commissariale diretta dal dott. Croce va ad aggiungersi a quelli già ottenuti dal Comune di Messina per la salvaguardia e la messa in sicurezza del territorio, con il lavoro della struttura comunale e del R.U.P. ing. Antonino Cortese”.

Comunicato n. 1170
martedì, 19 Ottobre 2021

Proseguono gli interventi di riqualificazione effettuati in via T. Cannizzaro dalla Messinaservizi. Pertanto nella fascia oraria 6-18, con esclusione delle fasce orarie 7.15-8.45 e 12.45-14.15, domani, mercoledì 20 e giovedì 21, sul lato sud di via T. Cannizzaro, tra le vie C. Battisti e Garibaldi, e venerdì 22 e sabato 23, tra viale San Martino e via Natoli, per singoli tratti di intervento giornaliero, sarà vietata la sosta 0-24, con zona rimozione coatta, provvedendo ad interdire il transito pedonale nei corrispondenti tratti di marciapiede, indirizzando, con idonea segnaletica stradale i pedoni nei tratti di marciapiede sul lato opposto agli interventi, e garantendo, in sicurezza, l’accesso a tutti gli ingressi ivi presenti, per mezzo di protezioni superiori e laterali, al fine di consentire il posizionamento dei mezzi d’opera necessari. La parte di carreggiata stradale occupata dai mezzi dovrà essere opportunamente delimitata e la circolazione stradale garantita e regolamentata nella restante parte, istituendo, se necessario, il senso unico alternato di circolazione nei tratti in cui a causa dei lavori non è possibile mantenere il contemporaneo doppio senso.

Comunicato n. 1169
martedì, 19 Ottobre 2021

Da domani, mercoledì 20, sino al 31 dicembre, a Ortoliuzzo in via Fazzino, per un tratto di 60 metri a monte dell’intersezione con via Marina, ed in via Marina, nel tratto compreso tra via Fazzino ed il torrente Tramontana, vigerà il divieto di sosta, 0-24, zona rimozione coatta; dalle ore 8 alle 17, in via Fazzino ad intersezione con la S. S. 113 Dir., sarà inoltre interdetto il transito veicolare, provvedendo a collocare idonea segnaletica stradale verticale di preavviso di strade chiuse al transito veicolare e garantendo quello pedonale in sicurezza e l’ingresso a tutti gli accessi insistenti nelle strade. I provvedimenti viari sono stati disposti per consentire all’AMAM l’esecuzione di lavori di rifacimento della condotta fognaria delle acque nere.

Comunicato n. 1168
lunedì, 18 Ottobre 2021

Per consentire l’esecuzione di interventi di riqualificazione della fontana di piazza dell’Autonomia Siciliana, nell’ambito dei lavori relativi ai “Percorsi di acqua tra memoria — Interventi di restauro, riqualificazione e valorizzazione delle principali fontane nei centri originari dei villaggi del Comune di Messina”, sono stati adottati provvedimenti viari. Sino al 20 novembre, nella fascia oraria 7-16, sarà vietato il transito veicolare nel tratto di carreggiata stradale in adiacenza alla fontana, in piazza dell’Autonomia Siciliana, all’intersezione via Consolare Pompea/via Nuova, provvedendo alla realizzazione di una idonea delimitazione, con recinzione e segnaletica stradale, dell’area di cantiere e garantendo, in sicurezza, il regolare svolgimento della circolazione stradale; disposta inoltre l’istituzione del limite massimo di velocità di 20 km/h.

Comunicato n. 1167
lunedì, 18 Ottobre 2021

L’Assessore alla Cultura e al Turismo Enzo Caruso, su invito del Consiglio Regionale del Veneto e dell’Associazione “Rialto Mio”, in nome e per conto del Sindaco Cateno De Luca e della Città di Messina, ha preso parte a Venezia alle celebrazioni del 450° Anniversario della Battaglia di Lepanto.

Ospite d’onore dell’evento veneziano, la Città di Messina, per il rilevante ruolo che rivestì nel 1571 nell’accogliere nel suo porto, prima e dopo lo scontro navale di Lepanto, la Flotta della Santa Lega, rappresentata dall’Assessore Caruso, insieme a Pietrangelo Pettenò, Presidente della Marco Polo Project di Venezia, e a Cristos Salamuras, delegato del Comune greco di Nafpaktos (Lepanto), fondatori con il Comune di Messina e l’Associazione Aurora, del “Lepanto Network”, la Rete internazionale di promozione di Pace nel Mediterraneo, insieme a città della Grecia, Italia, Spagna e Germania.

Sede del prestigioso incontro, alla presenza di Autorità, di accreditati relatori e di un numeroso pubblico, è stato l’edificio monumentale della Scuola Grande di San Rocco, appartenente alla Confraternita fondata nel 1478, che rappresenta per Venezia quello che per Roma è la Cappella Sistina, grazie al famoso ciclo pittorico del Tintoretto.

Cuore dell’evento è stato il Corteo Dogale, composto da 65 comparse in abito storico, che ha rievocato il ritorno a Venezia, dopo la vittoria, dell’Ammiraglio Veneziano Sebastiano Venier, comandante delle Galee della Serenissima.

Una rievocazione, per la prima volta rappresentata a Venezia, – ha evidenziato l’Assessore Caruso – che ha voluto chiudere il ciclo delle rievocazioni storiche legate alla Battaglia di Lepanto, rappresentate in tutta Europa, che si originano a Messina con lo Spettacolare Sbarco di Don Giovanni d’Austria, oggi riconosciuto tra le più rappresentative rievocazioni storiche del Mediterraneo, e che hanno l’epilogo nel porto veneziano di Lepanto con la spettacolare rappresentazione scenica della Battaglia e il lancio in mare delle corone di alloro, dopo la Messa di rito ortodosso, in nome di tutte le vittime di quel tragico scontro”. Il 12 novembre prossimo, presso il Teatro Vittorio Emanuele, sarà emesso l’annullo speciale postale di Messina per il 450° Anniversario della Battaglia con il francobollo commemorativo e sarà presentato il volume “Cervantes a Messina al tempo di Lepanto”, la prima documentazione delle cure che Cervantes ricevette nel Grande Ospedale di Messina al ritorno dalla scontro navale; seguirà venerdì 19 novembre l’inaugurazione della Mostra dedicata alla Medicina del XVI e XVII secolo, presso la Biblioteca Regionale di Messina.

Comunicato n. 1166
lunedì, 18 Ottobre 2021

Nel corso dell’incontro relativo alla sottoscrizione dei Patti Territoriali tra il Comune di Messina, gli Istituti scolastici cittadini e il CPIA – Centro Provinciale per l’istruzione degli Adulti, é stato illustrato il progetto “Messina: crocevia di storia e di cultura. Un percorso di identità ed appartenenza”, promosso in sinergia dagli Assessori, alle Politiche Giovanili e alla Cultura, Enzo Caruso, e alla Pubblica Istruzione, Laura Tringali. L’iniziativa, rivolta agli studenti delle scuole di primo grado, prevede una competizione tra gli istituti partecipanti con l’obiettivo di fare riscoprire luoghi, personaggi e avvenimenti relativi al territorio cittadino al fine di conoscere la storia e l’identità messinese.
“Ritengo che questo progetto – ha dichiarato l’Assessore Caruso – sia un modo simpatico e divertente per coinvolgere ragazzini delle scuole medie in una competizione rivolta alla conoscenza della storia della propria città e della propria identità. La scoperta di personaggi illustri che hanno vissuto o sono passati da Messina, ma anche imparare a conoscere personaggi a cui sono state intitolate strade o scuole, sono certo che sia un progetto trasversale per riacquisire l’orgoglio di essere nati a Messina, città che vanta tantissima storia, ma soprattutto per sviluppare nei ragazzi le competenze necessarie che serviranno loro in futuro per realizzare un’imprenditoria giovanile orientata al turismo e alla promozione della città. Ancora oggi, le giovani generazioni hanno difficoltà a riappropriarsi del proprio passato e del senso d’identità che dovrebbe caratterizzare una comunità. Molti ragazzi lasciano la città per motivi di studio o di lavoro senza portarsi dietro la conoscenza delle proprie radici, limitandosi a raccontare le bellezze del mare e del paesaggio. Essere nati a Messina dovrebbe essere un vanto perché questo territorio ha dato i natali a tanti personaggi illustri (Maurolico, Seguenza, Bisazza ed è stato visitato da viaggiatori e importanti celebrità e personaggi della storia come Riccardo Cuor di Leone, Carlo V, Cervantes, Caravaggio, Goethe, Pascoli, Giorgio La Pira). In una città ‘ricostruita’ come Messina, è sempre viva l’esigenza di trasferire alle giovani generazioni il piacere della riscoperta delle tracce del passato e, attraverso lo studio di ciò che è rimasto, promuovere il senso di identità e appartenenza, mostrare agli altri il frutto del proprio lavoro di ricerca. La Cultura è conoscenza. E solo ciò che si conosce – ha concluso Caruso – può essere amato, tutelato e raccontato”.
Il progetto si prefigge gli obiettivi di promozione della conoscenza del territorio e della sua storia in un particolare periodo di riferimento; di sviluppare curiosità, spirito critico e senso di affezione verso i monumenti e i siti architettonici oggetti del percorso; di riscoperta dei personaggi a cui sono intitolate strade, edifici e scuole; di imparare a consultare fonti e documenti anche presso Biblioteche e Archivi; di apprezzare le opere d’arte e imparare a rispettarle; di far sperimentare la progettualità e il protagonismo d’impresa; di favorire idee e progetti di valorizzazione dei siti storici; di promuovere l’approccio al senso di accoglienza e la capacità di accompagnamento del turista in città; di saper guidare gruppi turistici alla conoscenza dei monumenti cittadini; e di favorire la conoscenza e i contatti con agenzie del territorio che operano nel settore della cultura e del turismo. “L’attività scolastica – ha proseguito l’Assessore Tringali – si svolge sotto forma di competizione tra Istituti Scolastici/Comprensivi e può essere svolta da un gruppo Classe o Classi aperte, su più filoni tematici scelti tra un personaggio a cui è intitolata la Scuola; personaggio a cui è intitolata una strada o un edificio; personaggi o celebrità messinesi o che hanno soggiornato a Messina nella qualità di viaggiatori, letterati, poeti, pittori, commercianti/mercanti stranieri che si sono insediati a Messina con la loro attività, personaggi storici al seguito di spedizioni militari; fatti storici avvenuti in città; avvenimenti storici, manifestazioni canore o culturali, aneddoti legati alla città o a personaggi caratteristici locali o stranieri”. I lavori possono essere realizzati utilizzando qualunque tecnica espressiva o espositiva, tra le quali videoclip, cortometraggio, pittura, canto, scultura, fotografia, recitazione, ombre Cinesi/ombre Malesi. L’adesione al progetto deve essere effettuata mediante una breve descrizione riportante l’istituto scolastico, il titolo del progetto, la tecnica utilizzata e la modalità di presentazione: mostra, esibizione, supporto digitale, e inviata ad assessorato.cultura@comune.messina.it entro le ore 12 di sabato 20 novembre 2021. Quanto realizzato sarà valutato da una giuria che terrà conto della tipologia della tecnica scelta, dell’originalità del tema scelto e della qualità della presentazione in funzione anche della ricerca effettuata per approfondire il tema (testimonianze, ricerche d’archivio, informazioni poco note o inedite). I risultati della competizione saranno resi noti il 2 febbraio 2022.

Comunicato n. 1165
lunedì, 18 Ottobre 2021

Nel corso di un incontro, aperto alla stampa, tra l’Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Tringali, i Dirigenti degli Istituti scolastici cittadini e il CPIA – Centro Provinciale per l’istruzione degli Adulti – si é proceduto oggi a Palazzo Zanca alla sottoscrizione dei Patti Territoriali Formativi. “Questi Patti, – ha spiegato l’Assessore Tringali – deliberati nei mesi scorsi, non avevano ancora proposte progettuali in essere. Con l’inizio del nuovo anno scolastico abbiamo pensato di proporre un pacchetto di progetti portati avanti dal Comune di Messina rivolti agli istituti scolastici che potranno godere del supporto di esperti e formatori a titolo gratuito o di altri servizi qualora richiesti. All’interno dei Patti Territoriali Formativi si inseriscono tre progetti curati dalla Messina Social City che prevedono una serie di servizi in collaborazione con Led set assistenza domiciliare. I bambini avranno così la possibilità di partecipare a laboratori, all’interno delle scuole e non solo, a costo zero, usufruendo di un servizio reso alle scuole anche a favore delle famiglie. Il CPIA, che ha sede centrale a Messina ed altre sedi in tutta la provincia, ha inoltre presentato un’app sul riciclo (don@app), scaricabile dall’app store, che rappresenta un ‘service learning’ basato sui principi di solidarietà, sussidiarietà e prevenzione dello spreco”.
Nel corso dell’incontro a Palazzo Zanca sono stati illustrati anche il progetto “Messina: crocevia di storia e di cultura. Un percorso di identità ed appartenenza”’identità messinese e laboratori gratuiti per gli alunni e i frequentanti il CPIA organizzati dall’Azienda Messina Social City.

Comunicato n. 1164
lunedì, 18 Ottobre 2021

La I Commissione consiliare Lavori Pubblici, presieduta dal Consigliere Libero Gioveni, stamani ha voluto fare un focus sulla gestione degli impianti della pubblica illuminazione cittadina. Alla seduta hanno preso parte l’Assessore alle Politiche Energetiche Francesco Caminiti e il Responsabile del servizio ing. Salvatore Saglimbeni, invitati dal Presidente Gioveni. “Dall’ampio dibattito – ha spiegato Gioveni – è emerso che sta per partire il 3° lotto per il relamping di altri 10.000 punti luce in aggiunta agli interventi già effettuati. Inoltre – ha proseguito il Presidente – lo scorso 29 settembre sono stati finalmente consegnati i lavori di manutenzione straordinaria dall’importo di 1 milione e mezzo di euro che prevedono l’infrastrutturazione degli impianti con sostituzione dei pali vetusti. L’Amministrazione ed il Dipartimento si sono anche impegnati, dopo aver attivato l’illuminazione in alcune zone come Santa Lucia Sopra Contesse e contrada Pantano, ad illuminare altre zone o porzioni di strada che risultano ancora al buio. Infine – ha concluso Gioveni – la Commissione, nel sollecitare gli interventi di riqualificazione energetica nella zona di Spartá, per i quali aveva anche deliberato il Consiglio Comunale, ha preso atto che si attende ancora dalla Regione il necessario decreto di finanziamento dell’importo di 960.000 euro”.

Comunicato n. 1163
lunedì, 18 Ottobre 2021

Oggi, lunedì 18 ottobre, in occasione del 15esimo anniversario dall’istituzione della Giornata Europea contro la tratta di esseri umani indetta dalla Commissione Europea, il Comune di Messina in qualità di partner al progetto “Rete Sicilia – Nuvole Reloaded” promosso dall’Ufficio Speciale Immigrazione della Regione Sicilia e realizzato dall’Associazione Penelope/Coordinamento solidarietà sociale, ente che gestisce programmi di protezione sociale rivolti alle vittime di tratta, ha aderito alle iniziative per la XV Giornata Europea contro la tratta di esseri umani organizzate in tutta Italia con il Numero Verde Antitratta e il Dipartimento Pari Opportunità. Il programma della giornata prenderà il via stamani a Catania, con un confronto su “Sicilia non Tratta”, nella sede dell’Istituto per Ciechi “Ardizzone Gioeni”. Nel corso dell’incontro, sarà illustrato dal Presidente dell’Associazione Penelope Giuseppe Bucalo, il progetto “Rete Sicilia – Nuvole Reloaded”, cui prenderanno parte, in rappresentanza del Sindaco Cateno De Luca, l’Assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore; e i Sindaci dei Comuni delle province di Messina e Catania partners del progetto rispettivamente, di Catania, Barcellona Pozzo di Gotto, Scordia, S. Teresa di Riva, e Gaggi, è finalizzato alla realizzazione di programmi di accoglienza, protezione e inclusione sociale a favore di migranti vittime di tratta a scopo di sfruttamento sessuale e lavorativo. Nel pomeriggio, alle ore 17, sempre a cura dell’Associazione Penelope, si terrà al centro polifunzionale “I’M” sito in via Felice Bisazza, l’evento pubblico denominato “Messina Sfrutta Zero”, con l’obiettivo di sensibilizzare quanti parteciperanno in merito ai temi della tratta, in considerazione che la stessa Associazione gestisce presso il centro “I’M” uno specifico sportello antitratta e le attività di coordinamento del progetto sul territorio cittadino. Il programma della serata prevede, anche a Messina, la presentazione di “Rete Sicilia – Nuvole Reloaded”, cui seguirà una sfilata di abiti etnici realizzati dalla sartoria sociale “Moda Operandi”. A conclusione dell’evento sarà offerto un aperitivo nigeriano a cura della comunità del sud Africa residente a Messina.
“Avviare questo momento di riflessione comune per informare su un fenomeno che appare lontano, ma estremamente grave, è fondamentale – spiega l’Assessore Calafiore – poiché secondo gli studi e le indagini svolte si tratta di una piaga sociale: dallo sfruttamento di donne, uomini e minorenni nella prostituzione e nel lavoro, all’accattonaggio, le economie criminali, i matrimoni forzati e il traffico di organi, che coinvolge nel mondo milioni di persone e migliaia di organizzazioni criminali. Vogliamo così ribadire il forte impegno dell’Amministrazione comunale sul tema attraverso la collaborazione tra i soggetti istituzionali e gli enti del Terzo settore che operano per la legalità e l’affermazione dei diritti fondamentali dell’essere umano. In particolare auspichiamo attraverso il Progetto ‘Rete Sicilia – Nuvole Reloaded’, di favorire l’emersione e promuovere la tutela dei cittadini gravemente sfruttati, al fine di contrastare efficacemente le reti criminali e assicurare la giusta assistenza alle vittime”.