Comunicati stampa di lunedì 1 Marzo 2021


Comunicato n. 210
lunedì, 1 Marzo 2021

E’ consultabile sul sito istituzionale del Comune alla Sezione Informazioni l’Avviso pubblico finalizzato all’acquisizione di manifestazioni di interesse da parte di soggetti pubblici e privati senza scopo di lucro, in possesso dei requisiti richiesti, al fine di co-progettare e/o elaborare proposte per l’elaborazione di un progetto da candidare al finanziamento in favore del Comune di Messina, denominato “Creative Living Lab”. Il progetto vedrà in Forte Ogliastri un incubatore-creativo, oggetto di un processo di rigenerazione urbana attraverso attività culturali, artistiche e creative avvalendosi di processi di partecipazione orientati a favorire forme di collaborazione con la società civile. Il filo conduttore artistico culturale sarà il tema delle “visioni dello Stretto”. Il Comune intende proporsi quale “soggetto proponente capofila” previa acquisizione delle manifestazioni di interesse da parte di soggetti che intendono offrire il proprio supporto in qualità di “soggetti attuatori” attraverso la presentazione di proposte progettuali aderenti alle finalità e alle aree tematiche individuate dall’avviso. Le istanze dovranno essere indirizzate al Dipartimento Servizi alla Persona e alle Imprese e trasmesse esclusivamente via pec all’indirizzo protocollo@pec.comune.messina.it, entro le ore 11 di venerdì 5 marzo 2021, a pena di esclusione. Nell’oggetto della pec è necessario indicare “AVVISO CREATIVE LIVING LAB”, e la domanda dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto proponente.

Comunicato n. 209
lunedì, 1 Marzo 2021

Anche quest’anno la Città di Messina è iscritta alla Ventisettesima Edizione della Festa Europea della Musica, ispirata alla “Carta dei Principi di Budapest” firmata nel 1997. Ad annunciarlo sono gli Assessori alla Cultura Enzo Caruso e allo Spettacolo Francesco Gallo che preannunciano per il 21 giugno, compatibilmente alle norme anti COVID19 che si spera diventino meno restrittive su tutto il territorio nazionale, una città in musica con il coinvolgimento del Conservatorio, del Teatro, di Associazioni, Licei Musicali, Scuole di Musica, Bande e artisti.
“Sarebbe bello – dichiarano gli Assessori – un ritorno alla normalità proprio il 21 giugno, solstizio d’estate, con una serie di concerti di vari generi musicali. MESSINA CITTÀ DELLA MUSICA è il sogno del Sindaco De Luca e di tutti i messinesi che, dopo tanta tristezza e depressione, hanno bisogno di risollevare gli animi e cominciare a ricostruire il futuro della nostra città”.
La Festa della Musica, nata in Francia nel 1982, ha visto i suoi primi sviluppi in Europa nel 1985 in occasione dell’anno europeo della Musica. A partire dal 1995, gli organismi pubblici e privati qui riuniti, sono coorganizzatori di una Festa europea della Musica, ogni 21 giugno, al fine di testimoniare, attraverso un avvenimento comune, la volontà di favorire una migliore conoscenza delle realtà artistiche attuali dei propri paesi, e di sviluppare gli scambi, in ambito musicale, tra i paesi dell’Unione europea e della grande Europa. Questo avvenimento prende forma attraverso una grande manifestazione locale in ciascuno dei paesi o in ciascuna delle collettività partner, e ha la finalità di favorire gli incontri multilaterali tra musicisti europei. La Festa Europea della Musica ha per vocazione il rafforzarsi della cooperazione europea con l’appoggio degli associati affinché possano emergere le collaborazioni tra i partner per contribuire allo sviluppo di una Cultura Europea.
In questo spirito, la Festa europea della Musica si fonda sui seguenti principi:
1. La Festa europea della Musica si svolge, ogni anno, il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate.
2. La Festa europea della Musica è una celebrazione della musica dal vivo destinata a valorizzare la molteplicità e la diversità delle pratiche musicali, per tutti i generi di musica.
3. La Festa europea della Musica è un appello alla partecipazione spontanea e all’espressione gratuita di tutti i musicisti, professionisti e amatori, solisti e di gruppo, e di tutte le istituzioni musicali.
4. Tutti i concerti sono gratuiti per il pubblico.
5. La Festa europea della Musica è soprattutto una manifestazione all’aperto che si svolge nelle strade, sulle piazze, nei giardini pubblici, nei cortili… Alcuni luoghi al chiuso possono essere ugualmente impiegati ma solamente se praticano la regola dell’accesso gratuito al pubblico. La Festa europea della Musica è anche l’occasione per utilizzare o aprire eccezionalmente al pubblico alcuni luoghi che non sono, tradizionalmente, dei luoghi di concerti: musei, ospedali, edifici pubblici ecc.
6. La Festa europea della Musica è una giornata eccezionale per tutte le musiche e tutti i pubblici. I co-organizzatori si impegnano a promuovere, in questo quadro, la pratica musicale e la musica dal vivo senza fini né spirito di lucro.
7. I co-organizzatori si impegnano a rispettare lo spirito e i principi fondamentali della Festa europea della Musica come annunciati in questa carta.
L’assemblea conferma la sua decisione presa a Berlino il 28 febbraio 1997, di conferire all’A.D.C.E.P. il segretariato permanente della Festa europea della Musica (Budapest, 1 novembre 1997).

Comunicato n. 208
lunedì, 1 Marzo 2021

Prosegue l’attività di revisione e rifacimento della numerazione civica e della toponomastica del Comune di Messina da parte dell’ufficio competente, coordinato dall’Assessore alla Toponomastica Vincenzo Caruso, finalizzata all’intitolazione di strade prive di denominazione nell’ottica di valorizzarle ricordando personaggi illustri che hanno segnato la storia di Messina. Nei giorni scorsi sono state intitolate due strade, la prima, che da viale Giostra orientata verso nord, dopo alcune curve, giunge a fine strada è stata intitolata a Jacopo Ruffo (1628 – 1674), figlio di Pietro duca di Bagnara e di Agata Balsamo, viscontessa di Francavilla. Jacopo, non ancora ventenne collaborò con il padre nella conduzione degli affari (Archivio di Stato di Messina, Fondo Avarna, vol. 9, cc. 637r -638r). La seconda strada priva di denominazione, sempre lungo il viale Giostra ed orientata verso nord sino a fine strada, diventa Salita Curcuruto.
Le due intitolazioni sono state autorizzate con provvedimento prefettizio, visto il parere favorevole espresso dalla Società Messinese di Storia Patria. È possibile consultare la toponomastica attraverso il geoportale comunale al link www.comune.messina.sitr.it nella sezione “consultazione cartografia”. I contenuti dello stradario, ancora in fase di aggiornamento, hanno un mero valore informativo e non sostituiscono quanto depositato agli atti degli uffici comunali che prevalgono in caso di discordanza.

Comunicato n. 207
lunedì, 1 Marzo 2021

Sono in pubblicazione per 30 giorni consecutivi a partire da domani, martedì 2, all’Albo Pretorio on-line e sul sito del Comune all’indirizzo https://www.comune.messina.it nella sezione Amministrazione Trasparente – Pianificazione e Governo del Territorio – Catasto Incendi 2020, gli elenchi relativi all’aggiornamento del Catasto Soprassuoli Percorsi dal Fuoco per gli Eventi Incendiari anno 2020 (Legge n. 353/2000 e s.m.i.) allegati alla Deliberazione di Giunta N. 77 del 26.02.2021. Le perimetrazioni degli eventi incendiari anno 2020 sono inoltre pubblicate sul GEOPORTALE del Comune all’indirizzo http://www.comune.messina.sitr.it. Entro il termine perentorio di 30 giorni da domani, data di pubblicazione, chiunque potrà prenderne visione e presentare osservazioni, da redigere in carta semplice, indirizzandole al Dipartimento Servizi Territoriali e Urbanistici, presentandole al Protocollo Generale del Comune o tramite PEC all’indirizzo attedabu@pec.comune.messina.it La Legge quadro in materia di incendi boschivi n. 353/2000 e s.m.i. all’art. 10 prevede e definisce divieti, prescrizioni e sanzioni sulle aree percorse dal fuoco.

Comunicato n. 206
lunedì, 1 Marzo 2021

Stamani la I Commissione consiliare Lavori Pubblici, presieduta dal consigliere Libero Gioveni, ha discusso del cronoprogramma dei lavori di manutenzione straordinaria delle strade cittadine e della gestione degli interventi relativi al passaggio della fibra ottica in città che tante polemiche e malcontento hanno ingenerato nella cittadinanza, alla presenza del responsabile del Servizio Manutenzione Strade ing. Carmelo Costanzo. “Nel corso del dibattito – ha spiegato Gioveni – è stato illustrato un dettagliato report dei lavori in corso e quelli in programmazione, con i relativi importi dei finanziamenti, che si può riassumere come segue:
– i lavori di pronto intervento sono divisi nell’area centro-nord per un importo di 238 mila euro e nell’area centro-sud per un importo di 192 mila euro;
– con un importo di 550 mila euro frutto della devoluzione di un mutuo verranno eseguiti interventi in due quadrilateri centrali e nella Z.I.R. e con alcuni ribassi d’asta anche nel quadrilatero Gazzi e nel quartiere Lombardo;
– con altri 840 mila euro saranno rifatte a nuovo tante altre strade cittadine ammalorate (fra queste le vie Gerobino Pilli, Del Santo, Sciascia, il viale Gazzi ecc.);
– saranno effettuati interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche per un importo di 185 mila euro;
– con un accordo quadro dall’importo di 79 mila euro saranno anche realizzati guard rail e barriere di protezione in alcuni punti critici, come la via Consolare Pompea;
– vi sarà anche un appalto per 690 mila euro per l’eliminazione delle radici degli alberi bella Circonvallazione con conseguente ripristino della sede stradale;
– con una somma di 168 mila euro saranno eseguiti interventi di manutenzione in alcuni marciapiedi;
– sono stati invece stanziati 396 mila euro per eseguire interventi di riqualificazione urbana nei villaggi di Pezzo, Giampilieri, Molino e Santo Stefano;
– infine, saranno eseguiti interventi di manutenzione alla segnaletica stradale per un importo di 180 mila euro.
Riguardo la gestione dei lavori del passaggio della fibra ottica – ha proseguito il Presidente – l’ing. Costanzo ha chiarito che purtroppo le difficoltà di effettuare i controlli sono dovuti esclusivamente alla carenza di personale in quanto il suo ufficio dispone di soli due tecnici per tutta la città. A tal proposito dal dibattito è emerso che era intenzione da parte dell’Amministrazione di creare un ufficio collaterale facente capo all’Assessore al Patrimonio Francesco Caminiti, ho già stabilito di voler convocare successivamente in Commissione per comprendere quanto tempo occorrerà per formare il nuovo ufficio. La Commissione quindi – ha concluso Gioveni – ha concordato con l’ing. Costanzo di riaggiornare i lavori sullo stesso argomento fra qualche mese per fare una verifica del cronoprogramma degli interventi illustrati oggi”.

Comunicato n. 205
lunedì, 1 Marzo 2021

La V Commissione Consiliare, presieduta dal Consigliere comunale Pietro La Tona, nei giorni scorsi ha audito in Aula i rappresentanti dell’Associazione culturale “Opera dei pupi messinesi in memoria di Rosario Gargano”. “Tale Associazione – spiega il Presidente La Tona – promuove l’attività dell’Opera dei Pupi, dichiarata nel 2001 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e che rappresenta una tradizione che ha radici profonde nel vissuto della Sicilia. Arte antica di inestimabile valore culturale, l’Opera si distingue per la sua particolare forma teatrale basata sull’interazione con il pubblico e sull’unicità della lavorazione artigianale dei manufatti. I rappresentanti ascoltati in Commissione hanno avuto modo di chiarire che, nel passare degli anni e nel susseguirsi delle varie Amministrazioni comunali, hanno sempre richiesto un luogo dove realizzare un teatro stabile dell’Opera dei Pupi, che a Messina manca dal 1964, un luogo dove creare anche uno spazio espositivo di una parte della preziosa e storica collezione della famiglia; un luogo che rappresenterebbe un punto di riferimento importante per la cittadinanza, una valorizzazione delle proprie tradizioni popolari e un incremento turistico. Nel 2018, a seguito di un’esposizione realizzata all’interno del Palazzo comunale e dei favorevoli propositi del Sindaco Cateno De Luca, – prosegue La Tona – si era intravista la possibilità di raggiungere quest’obiettivo, purtroppo però per motivi burocratici la cosa non è andata a buon fine. Gli eredi del Maestro Venerano Gargano hanno altresì chiarito che si rende ancor più necessario individuare dei locali da adibire a teatro dei pupi siciliani soprattutto per le iniziative promosse di continuo dalla Rete italiana di pupari, sia a livello regionale che nazionale. L’Associazione Gargano, infatti, non ha un luogo dove mettere in scena i propri spettacoli, dove realizzare mostre e laboratori, ed è costretta, di volta in volta, a chiedere ospitalità a Enti (come al Teatro Vittorio Emanuele in occasione del Festival di Morgana di dicembre 2020), parrocchie o a privati. Spesso addirittura è stato inevitabile dover declinare le iniziative proposte proprio per l’assenza di un luogo dove realizzarle. Durante i lavori della Commissione è emersa quindi con chiarezza la necessità di individuare nel vasto patrimonio comunale un immobile che possa essere adibito agli scopi sociali. In particolare l’immobile dovrebbe avere una grandezza di circa 1000 mq., in quanto dovrebbe ospitare un teatro con circa 120/150 posti a sedere, laboratori per la costruzione di pupi, nonché spazi espositivi ove potere mostrare i pezzi della grande e storica collezione della famiglia Gargano. L’Associazione, a fronte del pagamento di un canone sociale, potrebbe attivarsi al fine di reperire fondi per la ristrutturazione e la manutenzione dell’immobile di che trattasi. Facciamo presente, inoltre, che nella seduta del 16 febbraio scorso la V Commissione aveva anche interagito con l’Assessore alla Cultura Vincenzo Caruso, cui la seguente nota è inviata, e che in quell’occasione aveva manifestato il suo favore per tale iniziativa, rinviando però al competente assessorato al patrimonio comunale l’individuazione di idonei immobili. Per questi motivi la presente nota viene inoltrata, oltre che all’Assessore Caruso, che, seppur invitato non ha potuto presenziare alla seduta di Commissione dello scorso 23 febbraio, all’Assessore al Patrimonio Francesco Caminiti e al Presidente della Patrimonio S.p.A. Roberto Cicala, partecipata del Comune, incaricata della gestione del patrimonio comunale. Per quanto sopra, – conclude il Presidente La Tona – in vista della convocazione su questo tema tra circa un mese di una nuova seduta della V Commissione consiliare, chiedo con la seguente nota di volere individuare nel patrimonio comunale un immobile con le caratteristiche sopra indicate”.

Comunicato n. 204
lunedì, 1 Marzo 2021

A partire da oggi, lunedì 1, possono essere ritirati gli abbonamenti del servizio di trasporto gratuito sui mezzi extraurbani (AST) a favore di soggetti disabili per l’anno 2021/2022. La consegna dei tesserini si effettua al Dipartimento Politiche Sociali sito a Palazzo Satellite, in piazza della Repubblica n. 40, piano terra (front-office), da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle 12; martedì e giovedì anche dalle 15 alle 16.30. Si precisa che l’ingresso è consentito nel rispetto delle norme vigenti per il contenimento dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Comunicato n. 203
lunedì, 1 Marzo 2021

Oggi, lunedì 1, alle ore 15, il Consiglio comunale si riunirà per dedicarsi ad una seduta di question time. I lavori d’Aula prevedono dieci interrogazioni e cinque mozioni. Le interrogazioni interessano la riorganizzazione dei servizi municipali “vigile urbano di quartiere”; il sarcofago Don Diego Sosa; permanenza Comune di Messina in Fondazione TaoArte; la demolizione di casette e baracche in via delle Mura – riqualificazione urbana; gli alloggi Fondo Basile: 45 famiglie nel limbo da 12 anni!; vigili urbani idonei dell’ultimo concorso: quale futuro?; intitolazione della tribuna stampa dello stadio Franco Scoglio all’avv. Mino Licordari; progetti per scivoli per l’alaggio delle imbarcazioni; concessione Orti Urbani; e predisposizione di un Piano straordinario di emergenza erosione costiera in località Ponte Gallo. Le cinque mozioni sono la realizzazione di una scuola dell’infanzia al villaggio Zafferia; l’accessibilità universale; l’encomio all’attore messinese Nino Frassica; dialettica politica, comunicazione e rischio istigazione all’odio sociale; indirizzo alla Giunta sull’istituzione di una nuova municipalità comprendente i territori delle ex 12^ e 13^ Circoscrizione e contestuale riduzione del territorio dell’attuale 6^ municipalità. Piena attuazione al regolamento per il decentramento funzionale.