Comunicati stampa di sabato 1 Agosto 2020


Comunicato n. 804
sabato, 1 Agosto 2020

Da oggi, sabato 1 agosto è in vigore l’Ordinanza Sindacale n. 235 con la quale sono stati disciplinati gli orari e le modalità di gestione delle attività di ristorazione e di somministrazione di cibi e bevande, di distributori automatici e di lidi balneari con attività complementari che resterà in vigore fino all’1 settembre 2020.
“Aderendo alle richieste pervenute dagli operatori del settore e dai tanti cittadini – evidenzia l’Assessore alle Attività Produttive Dafne Musolino – i quali hanno manifestato il desiderio di potere beneficiare di qualche ora di divertimento in più, gli orari di chiusura dei locali sono stati prorogati di un’ora portandoli alle ore 3.00; così come è stato prorogato anche l’orario per le emissioni musicali che dovranno cessare entro le ore 1.30 dal lunedì al giovedì ed entro le ore 2 dal venerdì alla domenica.
Restano invece invariate le disposizioni in merito all’orario di cessazione della somministrazione delle bevande alcoliche alle ore 1.30 e sul divieto di consumo di bevande alcoliche in luoghi pubblici o aperti al pubblico dalle ore 20 alle ore 8. Rimane in vigore anche il divieto di vendita di bevande alcoliche per i distributori automatici dalle ore 24 alle ore 7. La conferma dei divieti di vendita di bevande alcoliche oltre le ore 1.30 e di divieto di consumo di alcol sul suolo pubblico dalle ore 20 alle ore 8 si è resa necessaria, a seguito dei controlli eseguiti nelle sere della movida, che hanno fatto emergere preoccupanti fenomeni di abuso di alcol con correlate condotte illecite, come ubriachezza molesta o guida in stato di ebrezza, per le quali si è proceduto alle relative denunce nei confronti dei trasgressori. Si rammenta infine – conclude l’Assessore – che permangono invariate le disposizioni sul divieto di assembramenti, sull’obbligo di utilizzo di mascherine e sul distanziamento sociale”.

Comunicato n. 803
sabato, 1 Agosto 2020

Questa mattina sul litorale tirrenico è intervenuta la Polizia Specialistica in località Acqualadroni e San Saba, sequestrando ben 168 ombrelloni e 4 sedie che erano stati installati sulla spiaggia abusivamente.
“Rammentiamo – evidenzia l’Assessore alle Politiche del Mare Dafne Musolino – che ai sensi dell’art. 1161 del Codice della Navigazione, l’occupazione arbitraria del Demanio marittimo o la condotta che ne impedisce l’uso pubblico, è punita con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda sino a 516 euro, oltre il sequestro di quanto installato abusivamente.

Dopo avere trascorso la giornata a mare, gli ombrelloni, le sedie, i lettini e quant’altro possiate utilizzare non possono essere lasciati sulla spiaggia, che è di tutti, e di libera fruizione per tutti.
Chi volesse recuperare il proprio ombrellone – conclude l’Assessore – potrà recarsi presso gli uffici della Sezione Annona della Polizia Municipale dove potrà autodenunciarsi per l’occupazione abusiva, pagare la multa e ritirare il proprio ombrellone”.