Comunicati stampa di sabato 6 Giugno 2020


Comunicato n. 575
sabato, 6 Giugno 2020

Il Vice Sindaco Salvatore Mondello ha effettuato, nella tarda mattinata di oggi, un importante sopralluogo al Porto di Tremestieri, alla presenza dell’Assessore Regionale Marco Falcone, del Presidente dell’Autorità Portuale Mario Paolo Mega, dei rappresentanti degli autotrasportatori e dei vettori navali dello Stretto.
Una tappa importante per la risoluzione delle problematiche legate all’attraversamento dello Stretto, che fa seguito all’incontro tenutosi in Prefettura lo scorso 29 maggio, conseguente alla protesta degli autotrasportatori. Si è condivisa la necessità di una migliore diversificazione delle fasce orarie di transito, essendo il maggiore volume di traffico, concentrato nel lasso di tempo che va dalle ore 16 alle 22. Rafforzamento delle corse e razionalizzazione dei vettori, queste le soluzioni al vaglio, che fanno naturalmente il paio con il completamento del costruendo Porto di Tremestieri, infrastruttura strategica che è tra le priorità dell’Amministrazione.
La visita dell’Assessore Falcone è quindi proseguita al cantiere del suddetto Porto, alla presenza del RUP ing. Vito Leotta e del D.L. ing. Pietro Certo, dove è stato fatto il punto sulle prospettive di avvio dell’opera, esaminando le criticità ancora presenti ed individuando le soluzioni più immediate.
Nell’ottica dell’esposizione della strategia complessiva delle infrastrutture cittadine, il Vice Sindaco ha ritenuto di effettuare una ulteriore tappa presso il cantiere della Via Don Blasco, registrando un corale apprezzamento sia per lo stato di avanzamento dell’opera, sia per l’importanza che tale arteria rappresenta per la città. Il collegamento con la Via Marina, che congiunge idealmente il Porto storico alla nuova infrastruttura di Tremestieri, con la Piattaforma logistica di S. Filippo a supporto e la riqualificazione delle zone ZIR e ZIS attraverso il PIAU: queste le opere di grande respiro, che rappresentano lo sviluppo della città e che non sono più futuribili ma progetti reali in itinere.

Il proficuo percorso ha incluso un passaggio alle Case D’Arrigo con il Presidente di A.ris.Mé Marcello Scurria in seguito alla demolizione dei suddetti manufatti, problematica storica che ha finalmente trovato soluzione. L’Assessore Falcone ha potuto constatare come anche in ambito di Risanamento siano stati compiuti significativi progressi, esprimendo approvazione e compiacimento per quanto sin qui portato a compimento.
La tappa finale del lungo sopralluogo cittadino, si è conclusa nella Rada S. Francesco, dove le riflessioni di ordine tecnico sono state accompagnate da considerazioni di politica interregionale, rafforzando la dialettica con la Regione Calabria, necessaria a delineare una strategia complessiva dello Stretto, che non può prescindere da una interfaccia infrastrutturale consona sulla sponda calabrese, che dialoghi con la nuova struttura portuale di Tremestieri.
Il Vice Sindaco ha commentato con estrema soddisfazione l’articolato tour operativo odierno. “Come Amministratore ma soprattutto come cittadino – ha dichiarato- non posso che esprimere grande entusiasmo per quanto si è riusciti fin qui a costruire. Nonostante le innumerevoli criticità, i periodi di rallentamento forzato e la stanchezza, che è inevitabile quando le controversie da risolvere sembrano non avere mai fine, posso affermare che l’Amministrazione Comunale ha impresso un forte impegno nella risoluzione delle grandi incompiute di questa città. La quantità di ostacoli sembra essere superata da quella dei risultati, quindi è certamente questa la strada giusta da seguire”.

Comunicato n. 574
sabato, 6 Giugno 2020

Oggi, sabato 6, era in programma a Messina lo svolgimento del secondo Stretto Pride ma, a causa dell’emergenza Covid-19, così come tutte le altre parate ed iniziative previste in tutto il mondo per il 2020 è stato annullato. Lo scorso anno per la prima volta in città – come si ricorderà – sfilarono parecchi messinesi in un clima di allegria per ribadire l’importanza dei diritti civili, del rispetto delle diversità e del contrasto ad ogni forma di odio. Pertanto, al fine di offrire un momento di riflessione e azione per denunciare e lottare contro ogni violenza fisica, morale o simbolica legata all’orientamento sessuale e dare forza all’uguaglianza, il Vice Sindaco Salvatore Mondello, su richiesta dell’Assessore Carlotta Previti, ieri, venerdì 5, ha firmato il consenso per l’esposizione del drappo arcobaleno aderendo alla richiesta dell’associazione Arcigay. Oggi, sabato 6, a Piazza Unione Europea con la collaborazione dell’Assessore Roberto Trimarchi si è svolta la manifestazione alla presenza del presidente dell’Arcigay Rosario Duca e di una delegazione di consiglieri comunali. L’Associazione Arcigay con l’esposizione del drappo arcobaleno sulla facciata del Palazzo Municipale ha inteso dimostrare la volontà di perseguire la strada avviata lo scorso anno verso la realizzazione di una società che garantisca più diritti e uguaglianza per tutti. Le associazioni Lgbt, presenti all’iniziativa, hanno ricordato che la parità dei diritti, l’autodeterminazione, il superamento di stereotipi e pregiudizi nei confronti delle persone LGBTI e contro ogni forma di discriminazione sono gli obiettivi che ogni società civile deve porsi.

Comunicato n. 573
sabato, 6 Giugno 2020

Con adunanza ordinaria, in seduta pubblica, mercoledì 10, alle ore 18, si avvierà una nova sessione di Consiglio Comunale. All’ordine del giorno, in allegato, 12 proposte deliberative, 11 interrogazioni e 3 mozioni.

Comunicato n. 572
sabato, 6 Giugno 2020

Oggi, sabato 6 giugno, in occasione della Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla, l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e Mediterranea Eventi ASD, organizzeranno, in collaborazione con il Comune di Messina e la Brigata Meccanizzata Aosta, un evento di sensibilizzazione e una raccolta fondi unica nel suo genere, in una cornice naturale altrettanto unica al mondo lo “Stretto di Messina”.
Da Forte Ogliastri, a partire dalle ore 18.30, con il suo splendido scenario, partirà il party in streaming “Live from Messina for AISM” che si estenderà a tutto il mondo; una staffetta musicale ricca di sorprese con tanti deejay che si altereranno alla consolle per cantare e ballare come solo la musica sa fare: unire tutti i popoli e abbattere tutte le barriere.
Sarà la musica a sensibilizzare ad una raccolta fondi per una delle più gravi malattie del sistema nervoso centrale, una delle principali cause di disabilità nei giovani: la sclerosi multipla.
L’Assessore alla Cultura Enzo Caruso, insieme al Vice Sindaco Salvatore Mondello e Massimiliano Minutoli, con il supporto del Presidente e dei Consiglieri della V Municipalità, di Messinaservizi Bene Comune, di un coordinamento tra Associazioni di Volontariato e della Brigata Aosta, si sono attivati in tempi record per rendere nuovamente fruibile il Forte Ogliastri, scelto dagli organizzatori come location dell’evento, per il quale saranno testimonial Lorella Cuccarini, Alberto Urso, Paolo Conticini, Soldi Spicci, Roberto Lipari, Jill Cooper, Dado, Red Ronnie, Massimo Bagnato e Paolo Cutuli.
Alla consolle si alterneranno i Dj Leo Lippolis, Marzia Raffone, Riccardo Leanza, Coordinati dal dj Fabrizio Duca
Gli organizzatori invitano tutti ad intervenire, a partire dalle 18,30, alla call mondiale con l’hashtag #insiemepiùforti, e a connettersi, tramite i canali social di AISM Facebook e YouTube, ad interagire usando gli hashtag #MSconnections #insiemepiùforti e a collegarsi alla stanza virtuale di zoom, per lasciare un messaggio durante la diretta.

Si rende noto altresì che a seguito della normativa vigente relativa al divieto di assembramenti la manifestazione non è aperta al pubblico, pertanto è possibile seguire la staffetta musicale trasmessa in diretta fb sulla pagina: https://www.facebook.com/aism.it/

Note
Ogni giorno in Italia 6 donne scoprono di avere la sclerosi multipla, sono perlopiù giovani donne o giovani mamme (tra i 20 e i 40 anni) e da quel momento la loro vita e quella dei loro figli viene stravolta completamente.
L’aiuto principale sul quale possono contare le donne con SM è, normalmente, quello offerto dai loro familiari, compagni, figli, fratelli e genitori che rappresentano nel 71,6% dei casi il solo supporto sul quale fare affidamento.
Durante l’emergenza coronavirus, il rispetto delle regole di distanziamento sociale ha portato inevitabilmente all’allontanamento dei familiari più stretti.
Inoltre, le persone con sclerosi multipla, sono colpite due volte dalla crisi sanitaria e sociale scatenata dal Covid-19, a causa della fragilità del loro sistema immunitario devono adottare ancora più cautela e devono essere garantite le risposte di cura, di assistenza e di supporto.
Oggi, anche in emergenza, grazie al progetto di Trenta Ore per la Vita e AISM, finanziato con l’edizione 2019, le mamme possono contare su una rete di supporto in 50 città italiane. In più, quest’anno l’obiettivo di Trenta Ore per la Vita 2020 in collaborazione con AISM è quello di estendere questa rete di protezione e di assistenza per le mamme con SM in 80 città italiane.

video messaggio Lorella Cuccarini testimonial dell’evento