Comunicati stampa di martedì 8 Giugno 2021


Comunicato n. 603
martedì, 8 Giugno 2021

Oggi, martedì 8, a villa Dante, alla presenza del Sindaco Cateno De Luca, e degli Assessori Alessandra Calafiore, Francesco Caminiti, Massimiliano Minutoli, Enzo Caruso e Francesco Gallo, nel corso di una conferenza stampa, la Presidente dell’Azienda Speciale Messina Social City Valeria Asquini ha illustrato il progetto “Villa Dante In Sport”, realizzato in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico e l’Università degli Studi Messina. All’incontro hanno preso parte il Prorettore vicario dell’Ateneo messinese prof Giovanni Moschella; Francesco Giorgio Delegato Provinciale del CIP; Enzo Falzone e Cristina Correnti VicePresidenti CONI Sicilia; e Alessandro Arcigli Direttore tecnico della Nazionale Italiana Paralimpica di Tennistavolo.

Presenti inoltre, i componenti dei CdA di Messina Social City, di  AMAM e della Messinaservizi Bene Comune. In particolare, AMAM ha provveduto ad installare all’interno degli spazi la cosiddetta “Casa dell’Acqua”, al fine di valorizzare e promuovere la risorsa idrica attraverso l’incentivazione dell’utilizzo e della somministrazione dell’acqua di rubinetto; mentre la Messinaservizi Bene Comune si è occupata della dislocazione all’interno del parco urbano dei cestini per la raccolta differenziata e delle fornitura di bicchieri in materiale compostabile, oltre alla pulizia e scerbatura dell’intera villa. All’incontro hanno preso parte anche rappresentanti della Protezione Civile comunale, delle Federazioni e delle Associazioni Sportive Dilettantistiche che sono stati coinvolti alla realizzazione del progetto.
In apertura dei lavori la Presidente Asquini ha illustrato il progetto evidenziato che “ Villa Dante in Sport è uno rientra nell’ambito delle attività proprie della Messina Social City orientate all’inclusione sociale e al supporto alle povertà educative. Nella fattispecie, ‘Villa Dante In Sport’, realizzato in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico e l’Università degli Studi Messina, mira a favorire la pratica sportiva quale strumento di inclusione, di legalità, di sana competizione, di solidarietà, di miglioramento di sé, con positive ricadute sulla persona e sui contesti. Pertanto, l’iniziativa dalla forte valenza inclusiva ed educativa si apre al territorio cittadino, affinché vengano garantiti a tutti i ragazzi le pari opportunità nella pratica sportiva, con particolare attenzione alle periferie ed alle realtà in cui è più rilevante il gap socio-culturale.

Luogo privilegiato per lo svolgimento del progetto – ha concluso la Asquini – è stato individuato in Villa Dante che, ancora una volta, sarà deputata ad accogliere, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza Covid, un potenziale di oltre 400 ragazzi che potranno praticare ben diciassette discipline sportive dall’atletica leggera, al calcio a 5, pallavolo, pallacanestro, sitting volley, tiro con l’arco, pallamano e ancora tennis, tennistavolo, nuoto, cinofilia, vela, windsurf, pugilato, kick boxing, muai thai, judo e tiro a volo, seguiti da tecnici specializzati messi a disposizione dal CIP, dalle Federazioni paralimpiche e dalle Associazioni sportive del territorio e dai tirocinanti della Facoltà di Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Messina”.
Il Sindaco De Luca nel suo intervento ha puntualizzato che sono in corso le procedure di gara per la riqualificazione definitiva “abbiamo effettuato piccoli interventi edilizi destinando un milione di euro per villa Dante, il progetto è già stato definito e tra qualche settimana partiranno le procedure di gara e pensiamo di iniziare i lavori ad ottobre che si profilano impegnativi. Con una battuta ho detto di ‘volere rivedere le paperelle in quella bellissima vasca come le foche che ho visto negli anni ’70, anni in cui questa villa era nel suo massimo splendore, quindi perché non ritornare alle origini, come diceva Gaudì, ripartendo dai punti di forza. Villa Dante è un punto di forza non soltanto per la sua posizione ma rappresenta un apripista per l’inizio di un’operazione a raggiera relativamente ad un progetto che interesserà tutti gli spazi a verde dei villaggi e dei quartieri. La Giunta municipale ha già iniziato un’attività di censimento dei luoghi da collegare a questo progetto. Ci siamo candidati, per quanto riguarda il Recovery Plan, per portare avanti una strategia di forestazione urbana, una strategia green che parte dalla cura del verde già esistente in sinergia con Messina Social City e Messinaservizi attive su più fronti. La strategia prevede un gestore unico, la Messina Social City che si occuperà di promuovere le convenzioni per la gestione degli impianti sportivi e risponderà per la pulizia tramite un accordo con la Messinaservizi, e relativamente ai servizi idrici, con il Comune di Messina. Ringrazio – ha proseguito il Sindaco – per la loro collaborazione tutti gli Assessori presenti stamani, stiamo scommettendo su questo progetto anche perché il milione di euro stanziato fa parte delle risorse del bilancio destinate alla riqualificazione di questo polmone verde che deve diventare un simbolo di vivibilità urbana e soprattutto di come certe barriere devono cadere per volontà della Pubblica Amministrazione. Ed è proprio da qui che partono la strategia e la scelta di affidare a Messina Social City la chiave per entrare a villa Dante. La città di Messina deve avviare un percorso di abbattimento delle barriere mentali, politiche e fisiche e si deve iniziare con gli atti amministrativi dal momento che ‘verba volant’ ma le scelte amministrative e la loro consequenzialità rimangono. Abbattendo ogni conflitto di competenza, l’affidamento alla Messina Social City ci consente questo progetto sperimentale, un modello di gestione pubblico – privato deve funzionare, è una grande scommessa che se avrà buoni esiti consentirà la salvaguardia di un bene pubblico. Una volta aggiudicati i lavori, deve partire subito la strategia per la gestione, senza aspettare i sei mesi previsti per l’ultimazione dei lavori ed il collaudo, in modo da essere pronti – ha concluso De Luca – a realizzare questo standard in altre zone del territorio cittadino.
“Il ruolo dell’Università degli Studi di Messina – ha proseguito il Prorettore vicario – nella realizzazione del progetto rappresenta un valore aggiunto destinato al processo di inclusione sociale per quei soggetti con problemi di disabilità che in collaborazione con il CONI e le organizzazione paralimpiche rappresentano un passaggio importante soprattutto in un momento post pandemico. Con grande trasporto l’Università ha deciso di sposare questo progetto mettendo anche a disposizione le proprie strutture nell’ottica sempre di una proficua sinergia tra gli enti e le associazioni coinvolte”.
Francesco Giorgio Delegato Provinciale del CIP, si è invece soffermato sugli aspetti tecnici del progetto spiegando le varie discipline sportive che saranno praticate, auspicando un’ottima ricaduta dell’iniziativa in termini sociali con l’augurio che sia il primo tassello di una continuità di ulteriori percorsi sportivi, accompagnati da personale formato e a tal fine è stata attivata una collaborazione con i tirocinanti della Facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Messina.
Cristina Correnti Vice Presidente del CONI Sicilia, ha evidenziato con soddisfazione la vicinanza della comunità locale al mondo sportivo grazie al lavoro di supporto da parte delle istituzioni presenti per promuovere ed educare i giovani allo sport e al tempo stesso sensibilizzarli al rispetto del bene comune.
Sulla stessa linea ha proseguito Arcigli, il quale ha ringraziato l’Amministrazione comunale per la scelta di avere valorizzato villa Dante quale centro di aggregazione di giovani con problemi di disabilità e non, in quanto rappresentano una grande risorsa che può esprimersi attraverso lo sport, praticato proprio in questo spazio cittadino che merita di essere vissuto e rispettato come bene di tutti.

A conclusione l’Assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore ha puntualizzato il lavoro caparbio della Messina Social City in tutte le sue componenti nella realizzazione di questo progetto pilota. E’ importante sottolineare che “ciascuno di noi collabora in sinergia infatti l’iniziativa riguarda tutti i colleghi Assessori, nessuno escluso, attraverso un lavoro di squadraal fine di dimostrare che lavorando tutti assieme Messina può cambiare al fine di dare una svolta positiva”.
La manifestazione sportiva sarà articolata su quattro giornate e prenderà il via venerdì 11, dalle 15 alle 19. Il programma dell’evento proseguirà sabato 12, dalle 9 alle 13; lunedì 14, dalle 15 alle 19; e si concluderà martedì 15, dalle 15 alle 19. Le attività sportive promosse dalla Messina Social City non saranno circoscritte soltanto a queste quattro giornate, in quanto da fine giugno sarà allestito un programma sportivo strutturato con moduli settimanali che coinvolgerà oltre ai partecipanti al progetto “Villa Dante In Sport”, anche tutti coloro che intendono partecipare successivamente.
Le adesioni dovranno pervenire attraverso i contatti telefonici, 090 9488007 Segreteria della Messina Social City e 3756897854 Segreteria del CIP Messina.

 

Comunicato n. 602
martedì, 8 Giugno 2021

Venerdì 11, alle ore 18, nella Sala Palumbo al primo piano del Palacultura, sarà illustrato il libro di Roberta Casagrande “Pink Power. La scalata delle donne dello sport”, edito dalla casa editrice messinese Di Nicolò. Prosegue così il Maggio dei Libri 2021, con altre presentazioni di libri che non si sono potute svolgere in presenza in quanto nelle prime settimane di maggio la Sicilia era ancora in zona arancione. All’incontro, moderato da Antonio Sangiorgi, giornalista sportivo RTP, ai saluti degli Assessori alla Cultura Enzo Caruso ed alle Pari Opportunità Laura Tringali, seguiranno gli interventi di Francesco Pira, professore associato di sociologia UNIME; Mariella Crisafulli, consigliera di Parità Città Metropolitana di Messina e Costantino Di Nicolò, editore. Il libro si occupa della discriminazione di genere nel mondo del giornalismo sportivo e dello sport, un tema che coinvolge l’etica della comunicazione e non solo. Ancora oggi la donna viene raffigurata come mamma e casalinga, ben lontana dall’essere il simbolo dello sport. Si pensa sempre ad una figura quanto più possibile maschile e virile, che dia esempio di forza, solidità e austerità quasi a snobbare la presenza femminile in campo sportivo.

Comunicato n. 601
martedì, 8 Giugno 2021

Sono stati istituiti stalli di sosta riservati alle autovetture di servizio della Questura (Polizia di Stato), sul marciapiede lato sud di via San Giovanni di Malta, nel tratto compreso tra le vie Concezione e Garibaldi, e sul marciapiede lato nord di via Gran Priorato, tra le vie Placida e Garibaldi, con tipologia longitudinale, della larghezza di 2 metri, in adiacenza alla carreggiata stradale; istituito inoltre uno stallo per la sosta di veicoli a servizio di persone diversamente abili sul marciapiede lato nord di via Gran Priorato a monte dell’intersezione con via Garibaldi, sempre della tipologia longitudinale, con larghezza di 2 metri in adiacenza alla carreggiata stradale; sarà infine realizzato un percorso pedonale, della larghezza minima di 1 metro e 50, protetto da dissuasori di sosta (archetti parapedonali) nella parte restante dei tratti di marciapiede, in adiacenza alla villa Mazzini, relativamente al tratto di via San Giovanni di Malta, ed al fabbricato is. 409, relativamente al tratto di via Gran Priorato.

Comunicato n. 600
martedì, 8 Giugno 2021

Venerdì 11, alle ore 18, a Santa Maria Alemanna sarà inaugurata dagli Assessori Dafne Musolino e Laura Tringali, l’evento d’arte contemporanea di performance, musica e arti visive dal titolo “L’altra Donna…”, patrocinato dagli Assessorati comunali alla Cultura, all’Istruzione e alle Pari Opportunità. Un’esposizione interrogativa di GAS collettivo d’arte indipendente con la direzione artistica dell’esperto comunale di arte contemporanea Alex Caminiti, artista del segno e del pensiero. Si tratta del prosieguo di una indagine.
Infatti, GAS Gimaka Senegal Alex e Sadif Egitto indagano il femminile, cercano l’altra Donna; l’irriverente e non conforme alle regole, quella che non ha paura di sbagliare.
Il loro percorso a ritroso in questo universo arcano, già avviato con i lavori di “Lena – Cuore di Caravaggio”, prosegue con nuove riflessioni e domande quando incontra il lato ancestrale ed esoterico dell’altra Donna. L’incontro con la forza creatrice, quella primordiale che emana dal divino femminino è per gli artisti stimolo per nuove composizioni, altri segni che troveranno definitivo compimento alla presentazione stessa. Fortissime, le provocazioni impresse in queste tele come troppo forte sarà l’impatto delle performance conclusive che si terranno dal vivo, quando l’intensità della materia pittorica incontrerà la nuda pelle del corpo scultoreo e tatuato della Donna Deificata, antica guerriera dell’esistenza. Quando il segno diventerà corpo sarà compiuto un altro passo verso la comprensione. Si attende quindi, che il gesto sia compiuto, che l’arte si manifesti e che emozione, stupore e riflessione ne scaturiscano ancora.
All’iniziativa, coordinata da Simona Scibona, prenderanno parte Carlo Spanò nella veste di narratore, Cristina Oliveri special guest musica; Alessandro Silipigni performer; la modella Chiara Casale; e Sabrina Di Felice pittrice. L’evento sarà aperto al pubblico, secondo le modalità e nel rispetto della normativa anti Covid.


Appuntamenti

21 Giugno 2021 - Ore 11:30

Salone delle Bandiere

Conferenza stampa

presentazione del progetto “L’estate addosso. Messina per i giovani#puntoeacapo2021#”.

21 Giugno 2021 - Ore 18:00

Aula Consiliare

Consiglio Comunale

avvio nuova sessione
Vedi tutti gli appuntamenti