Comunicati stampa di lunedì 21 Settembre 2020


Comunicato n. 1006
lunedì, 21 Settembre 2020

E’ stato completato lo scrutinio delle 253 sezioni del territorio comunale. A Messina sono stati 38.808 i “SI” pari al 67,66 per cento, mentre 18.549 sono stati i “NO” pari al 32,34 per cento. L’appuntamento referendario ha posto il seguente quesito: “Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019?”.

Comunicato n. 1005
lunedì, 21 Settembre 2020

Il rilevamento dell’affluenza dei votanti per la consultazione referendaria di ieri, domenica 20, e oggi, lunedì 21, alla chiusura delle operazioni di voto, nelle 253 sezioni della città di Messina, ha fatto registrare una percentuale finale del 31,67 per cento, con 57.744 votanti (29.270 uomini, 28.474 donne). All’appuntamento referendario abrogativo del 17 aprile 2016, si registrò una percentuale finale del 24,4 per cento, con 46.122 votanti. In occasione del precedente appuntamento referendario nazionale del 12 e 13 giugno 2011, quando si votò su due giorni, alla chiusura dei seggi dopo la prima giornata di votazione venne rilevata a Messina una percentuale del 33,88 per cento del corpo elettorale, mentre la percentuale finale fu del 47,98 per cento con un numero di votanti differente per ogni singolo quesito referendario. Nel giugno del 2009, dopo la prima giornata di votazione, la percentuale fu del 7,52 per cento del corpo elettorale e dell’11,76 per cento quella finale del giorno successivo, sempre con un numero di votanti differente per ogni singolo quesito referendario. Per i due precedenti referendum costituzionali bisogna risalire al giugno 2006 (percentuale finale alla chiusura dei seggi su due giorni di votazione) 42,05 per cento, pari a 83.187 elettori, e all’ottobre 2001, alla chiusura dei seggi nell’unico giorno di votazione si recarono alle urne 53.529 elettori, pari al 25,95 per cento.

Comunicato n. 1004
lunedì, 21 Settembre 2020

Nell’ambito della rassegna di spettacoli “Social Walk. Tra Musica, Arte e Spettacolo”, riprendono stasera all’Arena Villa Dante, alle ore 20.30, gli appuntamenti con Johnny Belle Bambine – Ritmo in Blues. La serata è organizzata dal Comune di Messina e dalla Messina Social City, presieduta da Valeria Asquini. Al fine di creare un indotto economico legato agli eventi che abbia una ricaduta sul territorio (primo esperimento di cultura-spettacolo legato a turismo ed economia), grazie all’accordo tra Amministrazione comunale e rappresentanti di categoria dei commercianti, i coupon e i biglietti degli spettacoli a pagamento saranno dotati di un QR-CODE attraverso il quale, sarà possibile visualizzare i ristoranti e i bar che riconosceranno uno sconto o una gratuità a possessori del biglietto dello spettacolo. I biglietti di tutti gli spettacoli della rassegna sono distribuiti gratuitamente presso la Messina Social City fino ad esaurimento dei posti disponibili. Domani, martedì 22, alle ore 20.30, Cover Band Fest “Attenti a Lucio”, tributo al cantante Lucio Dalla.

Comunicato n. 1003
lunedì, 21 Settembre 2020

Presenti gli Assessori Salvatore Mondello e Francesco Gallo, e il Presidente di ATM SpA Giuseppe Campagna è stato illustrato ai giornalisti il nuovo Programma di esercizio di ATM.
“Parto sempre dal principio programmazione, pianificazione, progettazione, esecuzione e attuazione – ha evidenziato l’Assessore Mondello – perché il ragionamento effettuato dal Presidente Campagna è ineccepibile ma è figlio di una complessità e molteplicità di argomentazioni fatte a monte. Infatti, quando abbiamo deciso di varare il cosiddetto ‘sistema a pettine’ abbiamo ragionato sul PGTU, il Piano generale del Traffico Urbano, e considerato che la città ha in dotazione questo strumento datato 1997, oppure un PUM, Piano Urbano della Mobilità, che si è fermato alle linee guida nel 2006, significa già che qualcosa non funziona. Lo scorso anno è stato varato l’aggiornamento del Piano Urbano dei Parcheggi attingendo ad un cospicuo finanziamento di circa 16milioni di euro, che in questi giorni è diventato realtà, avendo già a disposizione i progetti esecutivi che saranno a breve inviati alla Regione per ottenere i fondi e avviare così le procedure relative ai bandi. Tutto ciò è frutto di un ragionamento finalizzato alla realizzazione di un buon sistema di trasporti, il quale per funzionare deve essere supportato dall’esistenza di infrastrutture di base. Tengo a precisare – ha proseguito l’Assessore – che se non riusciamo a mettere a sistema tutte le informazioni e tutti i modelli di pianificazione tutto ciò che viene argomentato rischia di fallire miseramente. Infatti, se sulla carta si ha un modello virtuoso e poi il sistema infrastrutturale non funziona, è evidente che soltanto una parte del problema è risolto e quindi è per questa ragione che è importante il modello infrastrutturale. Ad esempio nel modello dei parcheggi d’interscambio abbiamo immaginato una serie di parcheggi lungo le arterie principali che servono per fare sostare le autovetture private ed avere un biglietto di interscambio per parcheggiare e al tempo stesso utilizzare il mezzo pubblico per raggiungere il centro cittadino liberandolo così dalla congestione del traffico. In questo contesto è indispensabile la componente culturale che serve a fare comprendere alla collettività gli elementi essenziali e necessari per rendere una città vivibile. Un esempio in questi giorni è rappresentato da tutte quelle iniziative promosse dall’Amministrazione comunale nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità”.
“La mia delega relativa ai rapporti con ATM Spa – ha sottolineato l’Assessore Gallo – rappresenta una collaborazione al fine di verificare in che modo e in che misura il Piano Industriale e i vari programmi approvati stanno trovando attuazione nella realtà. Ritengo che l’avvio del piano sia una prova importante dal punto di vista della customer satisfaction, i presupposti ci sono, ma è necessario un notevole impegno nella lotta al portoghesismo, il rispetto degli orari e da parte della Polizia municipale, con i nuovi assunti, di vigilare sulla corretta sosta”.
“In sintesi con il nuovo Programma di esercizio invernale – ha proseguito il Presidente Campagna – l’utente in periferia potrà avere una maggiore facilità nello spostamento grazie alle maggiori frequenze e, allo stesso tempo, la garanzia di poter raggiugere i Terminal ZIR, Cavallotti, Villa Dante e Museo utilizzando le apposite coincidenze con la linea 1 ‘Shuttle 100’, con la linea TRAM e con la linea 21 Circonvallazione”.


NUOVO PROGRAMMA DI ESERCIZIO INVERNALE
Da domani, martedì 22, entrerà in vigore il nuovo Programma di esercizio invernale del Trasporto Pubblico Locale su gomma all’interno della città di Messina. Il nuovo piano predisposto dall’ATM SpA rafforza il cosiddetto sistema a “pettine” e migliora sempre di più le frequenze di tutte le linee, con l’obiettivo di garantire una maggiore offerta agli utenti sia in termini di quantità che di qualità. Gli autobus provenienti dai villaggi saranno direttamente collegati con la Linea 1 (“Shuttle 100”), che rappresenta la spina dorsale del sistema a pettine. Il tempo di frequenza dello Shuttle scenderà da 20 a 15 minuti e si ridurranno sensibilmente i tempi di attesa anche per tutte le altre linee. Quest’ulteriore step compiuto dalla nuova Azienda Trasporti è stato reso possibile grazie all’incremento del parco mezzi, che sarà dotato di ulteriori 17 autobus, recentemente acquistati, e all’ingresso in azienda di 70 autisti. Al fine di andare incontro alle esigenze degli studenti che utilizzano il mezzo pubblico per raggiungere il proprio istituto scolastico, il nuovo programma d’esercizio predisposto dall’ATM SpA prevede che nella fascia oraria compresa tra le ore 6 e le 7,15, le linee 4, 5, 6 arriveranno sino al terminal Zir; le linee 7, 9, 11, 15 bis raggiungeranno Villa Dante; le linee 8, 8 bis, 10, 12,13,14, 15, 16, 17,18, 18 bis, 19, 20, 24, 25, 26, 27, 29, 30, 32, 33 raggiungeranno il terminal Stazione; le linee 22, 23, 35 raggiungeranno il terminal Museo.
Tutte le novità e le migliorie apportate al programma di esercizio invernale 2020/2021 riguardano:
SUD – CENTRO – NORD
Linea 1 “Shuttle 100”
Questa linea, in servizio da Giampilieri Superiore a Torre Faro e viceversa, risulta la spina dorsale del sistema a pettine. In virtù di ciò, ATM SpA ha lavorato per far sì che la frequenza venisse migliorata. Con i nuovi orari si passerà infatti da una frequenza di 20 minuti ad una di 15, attraverso l’impiego in esercizio di ulteriori quattro autobus da 12 metri che andranno ad aggiungersi ai 10 del precedente piano. In totale, dunque, saranno 14 i mezzi destinati alla Linea 1.
La Linea 1 inizierà ogni mattina le sue corse alle ore 4.10 da Piazza della Repubblica e dal Terminal Cavallotti, snodi fondamentali del centro cittadino per la presenza della Stazione FS “Messina Centrale”, della fermata del TRAM, del Capolinea di svariate aziende che hanno in esercizio Linee di natura extraurbana, Linee Nazionali ed Internazionali e del parcheggio multipiano Cavallotti. Dalla Stazione FS “Messina Centrale” inizieranno subito la loro corsa i primi due autobus, che andranno ad attestarsi nei due Capilinea estremi della città, esattamente Giampilieri Superiore e Torre Faro, da dove ripartiranno e faranno una spola continua per fermarsi solo alle 5 alla Stazione FS “Messina Centrale” di Piazza della Repubblica e al terminal Cavallotti.
Linea 1 “Shuttle 100” Notturno
Con il nuovo programma di esercizio, anche questa linea in servizio sulla tratta Giampilieri Superiore – Torre Faro, ha avuto una variazione migliorativa di frequenza che permetterà di offrire un servizio continuativo nelle 24 ore, con inizio alle 23.10 e sino alle 5.10 alla Stazione FS “Messina Centrale” di Piazza della Repubblica.
ZONA SUD
Linea 2 – Altolia/Briga
In questa linea, in servizio ad Altolia e Briga, è stato previsto l’aumento del numero delle corse semplici, che passeranno da 16 a 29 con una frequenza media di 65 minuti, ben al di sotto della frequenza media precedente, che si attestava sui 100 minuti.
Linea 3 – Pezzolo
Sulla linea 3, in servizio a Pezzolo, è stato previsto l’aumento del numero delle corse semplici, che saliranno a 32 portando così la frequenza a 60 minuti, migliorativa rispetto alla precedente, che risultava pari a 95 minuti con numero di corse pari 18.
Linea 3 BIS – Galati/S. Placido C.
La linea 3 BIS sarà di supporto alla linea 3 (Pezzolo)
Precedentemente la linea 3 Bis si fermava all’Istituto Agrario Cuppari, per soddisfare esclusivamente l’utenza scolastica. Oggi è stata invece prevista sino a Galati per ripristinare il passaggio del mezzo pubblico nella vecchia Nazionale Galati Marina/Mili Marina, attualmente scoperta.
Anche in questo caso, è stato previsto di aumentare il numero delle corse, che passa da 16 a 29 con una frequenza di 45 minuti, migliorativa rispetto alla precedente pari a 75 minuti.
Linea 4 S. Stefano Briga
Questa linea, in servizio a S. Stefano Briga, svolgerà 45 corse rispetto alle 36 del precedente programma di esercizio. Anche in questo caso la frequenza cambierà in meglio passando da 95 a 45 minuti.
Tra le novità importanti, le linee 3 – 3 BIS e 4, faranno capolinea al nuovo punto d’interscambio previsto a Santa Margherita, sulla S.S.114, dove si attesteranno tutte le linee in servizio da e per i villaggi della zona sud. L’area d’interscambio a Santa Margherita verrà attrezzata con pensiline di ultima generazione, al fine di consentire agli utenti di attendere le coincidenze in un luogo accogliente e confortevole anche in caso di intemperie.
Linea 5 Mili S. Pietro
Questa linea, in servizio a Mili S. Pietro, servirà l’utenza con un numero di corse maggiore rispetto al passato, migliorando la frequenza dei passaggi, prevista ogni 45 minuti. Precedentemente si parlava di 36 corse con passaggi ogni 95 minuti.
Linea 6 Tipoldo
Su questa linea è stato aumentato il numero delle corse semplici che passeranno da 26 a 34 con una frequenza di 60 minuti. In precedenza avevamo una frequenza pari a 85 minuti.
Linea 7 Zafferia – Case Incis
Su questa linea, in servizio a Zafferia e Case Incis, il nuovo programma prevede l’aumento del numero delle corse da 26 a 32 con una frequenza di 60 minuti invece di 80 minuti della precedente
Linea 8- 8BIS S. Lucia-San Filippo inferiore e Linea 9 S. Filippo Superiore
Anche sulle linee 8 – 8BIS – 9 si è ottenuto un aumento di corse, portando così la frequenza media a 60 minuti.
ZONA CENTRO
In tutte le linee 10 – 11 – 12 – 13 – 14 – 15 – 15BIS – 16 – 17 si è riusciti ad ottenere un significativo incremento di corse, permettendo di abbassare la frequenza media da 100 minuti a circa 70.
Linea 18 – S. Michele e Linea 19 Via Ogliastro Giostra
Queste linee, in servizio a S. Michele e Tremonti, si fermeranno nella parte bassa di Viale Giostra, permettendo così la coincidenza con la Linea 1 “Shuttle 100”. Questo permetterà un aumento delle corse, che passeranno da 22 a 38 con una frequenza di 50 minuti rispetto alla precedente pari a 95 minuti e per entrambe le Linee.
Linea 21 – Circonvallazione
La linea 21, con partenza dal Cavallotti, transiterà da Via La Farina e Viale Europa, percorrendo tutta la Circonvallazione fino al Terminal Museo (in coincidenza con Shuttle e Tram).
La frequenza è stata ulteriormente ridotta a 30 minuti, rispetto ai 50 previsti nel precedente programma, per andare incontro alle esigenze degli utenti che utilizzano questa linea per raggiungere le strutture medico-sanitarie ubicate nel percorso di marcia. L’ATM SPA sta programmando di abbassare la frequenza di ulteriori 10 minuti.
ZONA NORD
In tutte le linee 20 – 22 – 23 – 24 – 27 – 32 – 35 si è riusciti ad ottenere un incremento di corse, permettendo così di abbassarne la frequenza media a 50 minuti. Precedentemente era previsto un passaggio ogni 70 minuti.

Comunicato n. 1002
lunedì, 21 Settembre 2020

Ha preso il via anche a Messina, nei giorni scorsi, la 19° Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2020, un evento che in Italia coinvolge ben 60 città, con l’obiettivo “Emissioni Zero, Mobilità per tutti”. Molto nutrito il programma, che coinvolge in particolare scuole e studenti, per una sensibilizzazione sui temi, che parta dalla giovane età. L’Assessore alla Mobilità Urbana Salvatore Mondello ha incontrato ieri, domenica 20, a Piazza Cairoli, ragazzi di tutte le età, che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa.

“È fondamentale – ha sottolineato l’Assessore – che fin dalla scuola, i ragazzi siano coinvolti in queste tematiche, che diventano giorno dopo giorno più importanti per la nostra qualità della vita. Parlare di mobilità leggera, di sicurezza stradale, di riciclo, di cura per l’ambiente, cercare di attirare l’attenzione su argomenti che è bene entrino in maniera netta nella cultura dei cittadini, è una grande opportunità di crescita. Quindi, ben vengano queste iniziative, che l’Amministrazione Comunale è disponibile a sposare in pieno, per contribuire a rendere sempre più vivibile la nostra città. Invito quindi tutti ad accostarsi con interesse a questo evento, traendo conoscenze e suggerimenti che possono modificare in positivo la nostra idea di mobilità”.

Comunicato n. 1001
lunedì, 21 Settembre 2020

Per consentire all’AMAM l’esecuzione di un intervento di pulizia programmata delle caditoie, griglie di scolo e tombini delle acque bianche in alcuni tratti di via la Farina, che sarà effettuato da mercoledì 23 sino al 2 ottobre, nella fascia oraria 7 – 19, sono stati adottati provvedimenti viari. Pertanto sul lato monte di via La Farina sarà vietata la sosta mercoledì 23, nel tratto compreso tra le vie Lombardia e Roma; giovedì 24, tra le vie Roma e San Cosimo; venerdì 25, tra le vie San Cosimo e Bonsignore; e lunedì 28, tra via Bonsignore e viale Gazzi. Sul lato mare di via La Farina il divieto di sosta interesserà martedì 29, il tratto compreso tra viale Gazzi e via Bonsignore; mercoledì 30, quello tra le vie Bonsignore e San Cosimo; giovedì 1 ottobre, tra le vie San Cosimo e Roma; e venerdì 2, il tratto compreso tra le vie Roma e Lombardia.

Comunicato n. 1000
lunedì, 21 Settembre 2020

Domani, martedì 22, saranno effettuati interventi di manutenzione agli apparati antincendio (cavo termosensibile ed impianto idrico antincendio), all’interno della galleria “S. Jachiddu” di collegamento tra i viali Giostra e Annunziata e lungo le bretelle di collegamento alla galleria, sia lato viale Giostra che lato viale Annunziata. Pertanto dalle ore 14 alle 18, sarà vietato il transito veicolare, in entrambi i sensi di marcia, nella galleria, provvedendo ad interdire le bretelle di collegamento sia lato viale Giostra che lato viale Annunziata, con collocazione di idonea transennatura e di segnaletica di preavviso di chiusura lungo i viali Giostra e Annunziata.

Comunicato n. 999
lunedì, 21 Settembre 2020

Da Messina a Palermo, passando per Catania, Agrigento, Ragusa, Siracusa, Trapani, Enna e Caltanissetta. I Direttori Generali delle Asp ed i Sindaci di tutte le province della Sicilia, insieme con il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, partecipano alla campagna di sensibilizzazione #Mettiamolamascherina ideata e diretta dalla giornalista Lilly La Fauci. L’iniziativa è partita dal sito della Gazzetta del Sud lo scorso 2 agosto con la partecipazione anche dell’Assessore Regionale alla Salute Ruggero Razza. #Libertàdisalute è l’hashtag lanciato dall’ideatrice della campagna per invitare a riflettere sull’importanza del rispetto della salute propria e altrui, nell’ambito dell’emergenza coronavirus, e più in generale nella vita di tutti i giorni, anche una volta superata la pandemia. Dopo i primi tre video con i giornalisti, con i medici e con gli operatori sanitari e i farmacisti, che hanno visto l’adesione dell’Ordine dei Medici e di quello dei Farmacisti di Messina, nell’ultimo video ad intervenire sono i primi cittadini, massime autorità sanitarie, ed i Direttori e i Commissari Straordinari delle Asp di tutte le province siciliane, figure istituzionali che in questi mesi si sono trovate in prima persona a prendere alcune tra le più importanti decisioni per gestire la crisi dovuta alla pandemia. I “testimonial d’eccezione” della campagna sono sempre diciotto, un numero non casuale visto che il 18 marzo, come ha recentemente annunciato il Ministro della Salute Roberto Speranza, sarà la Giornata nazionale in memoria delle vittime del Covid.
“Ci attende una stagione difficile, impegnativa, che sapremo affrontare con prudenza e determinazione – ha affermato il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci – nel lanciare il suo appello. Portare la mascherina non è soltanto un obbligo, è anche una necessità, perché ci aiuta a tenere lontano il contagio. Facciamo un piccolo sacrificio per evitare grossi problemi”.
«Con i Sindaci ed i Direttori delle Asp – afferma Lilly La Fauci, ideatrice e prima testimonial del progetto – importanti punti di riferimento di tutte le province, è simbolicamente la Sicilia intera, unita, a dire #Mettiamolamascherina. Facciamolo tutti quando non è possibile rispettare un’adeguata distanza interpersonale. In particolare adesso, con l’arrivo dell’autunno, si tratta di un piccolo sacrificio che può salvare molte vite. In questi mesi tante persone hanno parlato dell’importanza del rispetto della libertà. Un concetto assolutamente condivisibile, se non fosse a volte utilizzato anche in riferimento alla libertà di non usare la mascherina, abitudine in violazione della legge che rischia di mettere in pericolo non solo chi non la usa, ma anche il suo prossimo. Per questo ho scelto di lanciare l’hashtag #libertàdisalute, uno spunto di riflessione nell’ambito del quale abbiamo portato avanti anche la campagna #Mettiamolamascherina, affinché questo difficile momento possa servire alla comunità per uno sviluppo comune di un ancor più sensibile senso civico, nel rispetto della vita di noi stessi e di quella altrui, anche una volta superata la pandemia”.
Nel video, in ordine di apparizione: Lilly La Fauci, collaboratrice Gazzetta del Sud, ideatrice e prima testimonial del progetto “Mettiamo la mascherina”; Daniela Faraoni, direttore generale Asp Palermo; Salvatore Lucio Ficarra, direttore generale Asp Siracusa; Paolo Zappalà, commissario straordinario Asp Trapani; Alessandro Caltagirone, direttore generale Asp Caltanissetta; Maurizio Lanza, direttore generale Asp Catania; Francesco Iudica, direttore generale Asp Enna; Angelo Aliquò, direttore generale Asp Ragusa; Mario Zappia, commissario straordinario Asp Agrigento; Paolo La Paglia, direttore generale Asp Messina; Cateno De Luca, sindaco di Messina; Giacomo Tranchida, sindaco di Trapani; Francesco Italia, sindaco di Siracusa; Maurizio Dipietro, sindaco di Enna; Roberto Bonaccorsi, vice sindaco di Catania; Calogero Firetto, sindaco di Agrigento; Roberto Gambino, sindaco di Caltanissetta; Giuseppe Cassì, sindaco di Ragusa; Leoluca Orlando, sindaco di Palermo; Nello Musumeci, Presidente della Regione Siciliana.

Comunicato n. 998
lunedì, 21 Settembre 2020

I seggi delle 253 sezioni cittadine, comprensivi dei 10 seggi speciali, si sono regolarmente costituiti stamani e sono riprese le operazioni di voto che si concluderanno alle ore 15. Appena completate le operazioni di riscontro inizierà lo scrutinio delle schede referendarie.

Comunicato n. 997
lunedì, 21 Settembre 2020

Alla chiusura dei seggi, alle ore 23 di oggi, dopo la prima giornata di votazione, il rilevamento dell’affluenza alle urne a Messina per il referendum costituzionale 2020 “Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019?” ha fatto registrare una percentuale del 22,13 per cento con 40.349 votanti. Le operazioni di voto riprenderanno domani, lunedì 21, dalle 7 alle 15, mentre quelle di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti.