Comunicati stampa di giovedì 25 Novembre 2021


Comunicato n. 1400
giovedì, 25 Novembre 2021

Anche l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ha promosso una iniziativa in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, cui l’Amministrazione comunale ha aderito attraverso il rilascio dell’autorizzazione a tinteggiare in rosso la panchina posta sul viale San Martino lato mare, angolo via Santa Cecilia. All’appuntamento, ha preso parte l’Assessore all’Arredo Urbano Massimiliano Minutoli che ha reso possibile la realizzazione di quanto richiesto dalle consigliere della sezione Messina Unione Italiana dei Ciechi. “È sempre motivo di orgoglio per l’Amministrazione comunale aderire ad iniziative di grande rilevanza sociale, auspico che il colore rosso di questa panchina possa rappresentare un simbolo della lotta contro la violenza sulle donne”, ha evidenziato l’Assessore Minutoli.

Comunicato n. 1399
giovedì, 25 Novembre 2021

A Messina, nell’impianto di Tiro a Volo a Castanea, dal 13 al 18 settembre prossimo si disputeranno i mondiali di Tiro a Volo 2022. A tal fine, il Sindaco Cateno De Luca ha incontrato, presente l’Assessore alle Politiche Sportive e Grandi Eventi Cittadini Francesco Gallo, il Presidente e il Vicepresidente del Club TAV peloritano rispettivamente, Giovanni e Carmelo Passalacqua ed Alessandro Nicotra Di San Giacomo della Federazione Nazionale Tiro a Volo. Obiettivo della riunione operativa è stato pianificare al meglio l’evento sportivo che porterà a Messina centinaia di atleti da ogni parte del mondo e pertanto “va organizzata al meglio – ha detto il Sindaco – per dare alla nostra città l’opportunità disfruttare questa importante vetrina nazionale”.

Comunicato n. 1398
giovedì, 25 Novembre 2021


Il Sindaco Cateno De Luca, presenti gli Assessori Alessandra Calafiore e Francesco Gallo, ha incontrato oggi pomeriggio a Palazzo Zanca l’atleta messinese Simona Cascio, capitano delle azzurre della Nazionale di basket che, il 24 ottobre scorso a Pescara, hanno conquistando per la prima volta lo storico trofeo nel campionato Europeo femminile di basket sordi. Simona, accompagnata dalla mamma e dal delegato provinciale CIP Messina Francesco Giorgio, è entrata a far parte della nazionale femminile non udenti nel 2010, ma ha iniziato la disciplina sportiva all’età di 5 anni e oggi, oltre che capitano della Nazionale di basket sordi, è anche la colonna portante tra i normodotati della squadra di pallacanestro peloritana “San Matteo” che milita in serie B. Nell’accoglierla il Sindaco ha espresso il suo apprezzamento per il successo conseguito e nel complimentarsi con l’atleta ha detto “meriti una lode particolare perché affrontando con enormi sacrifici e spirito di abnegazione hai dato dimostrazione che non esistono ostacoli insormontabili per vincere non soltanto nello sport, ma anche nella vita perché la pratica sportiva porta sempre al miglioramento della crescita sociale e della fiducia in se stessi”.

Simona ha espresso la sua soddisfazione per l’oro conquistato dopo due medaglie di bronzo in quanto frutto di enormi sacrifici soprattutto ha detto “sono stati due anni molto difficili, questi segnati dalla pandemia, per me e le mie compagne di squadra perché l’obbligo delle mascherine ci ha penalizzato nel relazionarci”. Relativamente alle difficoltà l’atleta ha auspicato poi una migliore regolamentazione a livello nazionale in merito all’entità dei premi in quanto, a tutt’oggi vi è una sostanziale differenza tra la conquista della medaglia olimpica d’oro tra i normodotati, premio importante anche in termini economici, rispetto all’oro delle paralimpiadi dove il valore è abbattuto del 50 per cento. “Nonostante gli sforzi e i sacrifici la mia prossima sfida – ha concluso Simona – sono le Olimpiadi del Brasile”. Il Sindaco nel consegnarle il gagliardetto con lo stemma civico ha lanciato all’atleta una scommessa “allora devi tornare a Messina con almeno una delle tre medaglie”.

Comunicato n. 1397
giovedì, 25 Novembre 2021

L’Amministrazione Comunale, ha aderito all’iniziativa promossa dalla FIDAPA-BPW ITALY sezione di Messina, illuminando di colore arancione la facciata di Palazzo Zanca, al fine di sensibilizzare la cittadinanza all’uguaglianza di genere e per simboleggiare un futuro senza violenza sulle donne. Il Sindaco Cateno De Luca, l’Assessore alle Pari Opportunità Alessandra Calafiore, insieme ai promotori dell’iniziativa il consigliere comunale Giovanni Caruso e la Presidente FIDAPA Susy Pergolizzi, hanno assistito a Piazza Unione Europea all’accensione dell’illuminazione arancione del Palazzo Municipale. L’arancione è infatti il colore scelto dall’UN Women, l’Ente delle Nazioni Unite, per veicolare il messaggio di sensibilizzazione al contrasto di ogni forma di discriminazione e violenza contro le donne con l’obiettivo di dare “il nostro contributo per una società più consapevole e soprattutto basata sul rispetto della donna e più in generale per il prossimo”, ha detto il Sindaco De Luca.

Tra le ulteriori iniziative patrocinate dal Comune di Messina in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, si è tenuto nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, un Convegno organizzato dal Coordinamento Azzurro Donna di Forza Italia. Alla presenza del Sindaco Cateno De Luca, presente l’Assessore Dafne Musolino, prima dell’avvio del seminario è stata collacata nel Transatlantico del Palazzo Municipale una scarpa rossa, creata da artigiani locali e racante il numero telefonico 1522, il servizio pubblico antiviolenza e antistalking, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Pari Opportunità.

Nell’apprezzare l’opera, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, il Sindaco ha sottolineato “questa scarpa rossa rappresenta simbolicamente non soltanto tutte le donne private della libertà di non potere indossare scarpe o altro tipo di vestiario, ma testimonia il rosso, colore del sangue, versato da coloro che sono vittime della violenza di genere. Auspico pertanto, che simili iniziative contribuiscano unitamente all’impegno di tutte le istituzioni a sensibilizzare la collettività e a diffondere la cultura della parità di genere”. Inoltre, nell’ambito degli appuntamenti promossi dal Soroptimist Club Messina, sino alle ore 24 di oggi, lungo la Scalinata Mons. Francesco Bruno di via XXIV Maggio, è possibile visitare la Mostra ‘Donne d’artista”, a cura del CIRS e ACISJF.

Comunicato n. 1396
giovedì, 25 Novembre 2021

Si è svolto stamani un sopralluogo all’Annunziata, alla presenza dell’Assessore al Risanamento Salvatore Mondello e del Presidente di A.RIS.ME’ Marcello Scurria, finalizzato al monitoraggio dei lavori di demolizione delle baracche che sta interessando la zona.
Si è potuto appurare come le attività stiano osservando la tempistica prevista dal cronoprogramma, in linea con l’orientamento dell’Amministrazione Comunale e con gli impegni assunti dal Governo per la città di Messina.
“I lavori procedono speditamente – ha evidenziato l’Assessore Mondello – e questa consapevolezza ci riempie di soddisfazione; ogni masso che viene portato via è un pezzo di degrado che lascia la città, con l’auspicio di completare una vera e propria mission, che ci ha visti protagonisti per il riscatto di Messina. In piena sinergia con A.RIS.ME’, cerchiamo di rimuovere ogni possibile criticità, risoluti verso l’obiettivo finale, che restituirà decoro e sviluppo ad una Città che ha vissuto per troppi decenni all’ombra dell’abbandono e dell’incuria. La fisionomia di questa zona è già cambiata, il terreno inizia a respirare e dà ossigeno alla nostra voglia di fare; l’Amministrazione De Luca ha impresso una svolta che non può in alcun modo essere negata e proseguiamo senza sosta, per portare il pieno risultato, che questa Città merita. Riteniamo opportuno, oltre che giusto, dare ai nostri concittadini puntuale contezza sul lavoro svolto, per renderli partecipi dell’impegno profuso, nella certezza che la parte sana di Messina sia dalla parte del progresso, dello sviluppo e quindi del futuro!”.

Comunicato n. 1395
giovedì, 25 Novembre 2021


Le iniziative promosse a Messina oggi, giovedì 25, in occasione della “Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne”, sono state avviate stamani nell’Auditorium del Palacultura “Antonello”, con “Tutta un’altra musica. I Giovani contro la violenza sulle donne”, concerto a cura dell’Orchestra filarmonica di Giostra. All’appuntamento, promosso dalla Prefettura in sinergia con il Comune e l’Università degli Studi Messina, hanno preso parte il Prefetto Cosima Di Stani; il Sindaco Cateno De Luca; il Magnifico Rettore Salvatore Cuzzocrea; il Vicesindaco Carlotta Previti, insieme agli Assessori Alessandra Calafiore, Enzo Caruso e Massimiliano Minutoli; rappresentanti delle autorità militari e civili; Dirigenti scolastici unitamente a delegazioni di alunni delle Scuole secondarie di II grado e delle Superiori; studenti universitari; e associazioni impegnate nelle tematiche relative alla promozione della sicurezza delle donne e dei diritti umani.

Il Prefetto Di Stani ha dato il via al concerto con i saluti istituzionali, cui è seguito l’intervento del Sindaco De Luca per i saluti anche a nome dell’Amministrazione comunale, che nel condividere le finalità dell’iniziativa ha detto “mi unisco alle parole del Prefetto pronunciate con commozione per una fenomeno che segna la nostra società, dove è palese soprattutto la debolezza di noi uomini. Lo afferma una persona – ha proseguito il Sindaco – che ha avuto una vita costellata dalla presenza di figure femminili, prima mia madre, poi mia moglie e successivamente le donne che hanno collaborato con me in ambito aziendale in ruoli importanti, fino ad oggi le splendide donne che ho in Giunta. Le donne hanno una caratteristica fondamentale: avere una marcia in più. È proprio questo aspetto che per l’uomo diventa spesso elemento di frustrazione. Questi momenti di riflessione devono essere un input per le istituzioni ad agire il più possibile, non soltanto affrontando il momento patologico della vicenda bensì puntando l’attenzione su quegli aspetti indiretti che condizionano in maniera irreversibile un rapporto di coppia già degenerato; la parità di coppia molto spesso è condizionata da alcuni aspetti per i quali la donna non si trova accolta nella comunità con gli stessi elementi di parità dell’uomo, ciò condiziona spesso il suo atteggiamento all’interno della coppia e anche nell’ambito dell’essere la madre come punto di riferimento. Relativamente all’importanza della figura materna, io posso dire di avere avuto più vicina mia madre nel mio percorso di crescita e dopo devo ringraziare mia moglie per i suoi sacrifici, perché funge da padre, infatti se non ci fosse lei a fare anche da padre, oggi non potrei fregiarmi di avere due meravigliosi bambini che sono cresciuti in assenza del padre per il lavoro che svolgo. Ecco dove sta la differenza in questo lavoro prezioso e insostituibile che noi uomini non saremmo in grado di affrontare”. Il Sindaco ha poi rivolto parole di apprezzamento e ringraziato il Prefetto per avere dato la possibilità di dare il palcoscenico ai ragazzi dell’Orchestra che già aveva avuto modo di conoscere “siete il nostro orgoglio – ha proseguito il Sindaco – elogiando il Maestro Giuseppe Lo Presti quale punto di riferimento dei giovani musicisti. Con il vostro progetto musicale testimoniate che, anche in una realtà territoriale dove sono presenti delle criticità e situazioni di disagio, è possibile grazie alle vostre capacità di scegliere  percorsi di legalità anche attraverso la musica perché essa, rappresenta lo strumento essenziale del vivere civile”. A conclusione De Luca ha ringraziato l’Università e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento e alle Forze dell’Ordine, coloro che purtroppo hanno il primo approccio con tristi vicende quando sfociano in tragedie”.

Il concerto dell’Orchestra Filarmonica di Giostra è stato intervallato da un assolo del pianista Davide Carfì e da testimonianze finalizzate a sensibilizzare i giovani sul drammatico fenomeno della violenza sulle donne. Tra le iniziative promosse dall’Amministrazione comunale il Sindaco si è poi soffermato, nell’atrio del Palacultura, dove è stata esposta a cura dell’esperto comunale di arte contemporanea Alex Caminiti, l’opera dell’artista Sabrina Di Felice dal titolo “Amore Rispetto – Rispetto Amore”, dipinto che mette in evidenza attraverso la pittura il triste fenomeno della violenza sulle donne.

Comunicato n. 1394
giovedì, 25 Novembre 2021

Il Consiglio Comunale, tornato a riunirsi ieri per proseguire l’attività deliberativa, ha provveduto mediante il sistema dell’estrazione a sorte a nominare Alia Fabrizio, primo componente del Collegio dei revisori dei conti; Albanese Vincenzo Salvatore, secondo componente; e Li Volti Giuseppe Salvatore, terzo componente. Sono stati poi estratti altri nove nominativi dei 264 che hanno presentato domanda per ricoprire tale ruolo all’interno di Palazzo Zanca. Successivamente l’Aula ha approvato, con diciannove voti favorevoli, un astenuto e nessuno contrario, il provvedimento di nomina del Collegio dei revisori dei conti per il triennio 2021-2024. Il Consiglio infine ha esitato favorevolmente tre mozioni: indirizzo in tema di sostegno al DDL regionale di contrasto alle povertà, intitolazione di una via o spazio pubblico alla memoria di Norma Cossetto vittima delle Foibe, emergenza urgenza psichiatrica. Oggi, giovedì 25, alle ore 15.30, il Consiglio Comunale si riunirà per proseguire l’attività deliberativa. I lavori d’Aula prevedono il seguente ordine del giorno: 1) mozione di condanna e rifiuto di tutti i regimi totalitari; 2) mozione di condanna delle violenze fasciste a danno della CGIL e del Sindacato Nazionale e impegno per lo scioglimento delle forze politiche di ispirazione fascista; 3) Azienda Messina Social City – Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2021-2023, Budget Pluriennale 2021-2023 e Piano Programma 2021-2023; 4) Messina Social City – Bilancio consuntivo 2020.

Comunicato n. 1393
giovedì, 25 Novembre 2021

Gli Assessori alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli e alla Mobilità e ai Beni Culturali Salvatore Mondello rendono noto che sono stati avviati i lavori di messa in sicurezza dell’arco di Cristo Re, al fine di consentire la riapertura di viale Principe Umberto, chiuso dal 24 ottobre scorso a causa di un distacco di materiale dalla struttura muraria.
I lavori, per un importo di 30.000,00 euro, erano stati affidati alla ditta Costruzioni generali e servizi di ingegneria in data 24 ottobre, ma la ditta ha rinunciato all’incarico a seguito del sopralluogo tecnico effettuato con la Soprintendenza l’8 novembre scorso.
Il Rup ha provveduto alla verifica delle problematiche sollevate circa il reperimento sul mercato del materiale occorrente all’esecuzione dei lavori necessari, riuscendo ad individuare una nuova ditta cui consegnare l’incarico in via d’urgenza. Da oggi gli operai sono a lavoro per mettere in opera la struttura, che consentirà la riapertura alla circolazione di viale Principe Umberto in sicurezza entro una settimana, prevedendo di assicurare le operazioni anche nelle giornate di sabato e domenica, salvo condizioni meteo avverse.
Gli Assessori Minutoli e Mondello stanno seguendo costantemente le attività avviate a seguito dei ritardi registrati all’inizio dei lavori: “Contiamo di far riaprire al più presto la circolazione, evitando ulteriori ritardi, indipendenti dalla nostra volontà, che hanno già penalizzato la cittadinanza; siamo di fronte, come si è già detto, ad un’opera muraria di particolare pregio, sulla quale è stato necessario intervenire con tutte le cautele del caso”, hanno spiegato i due Assessori.

Comunicato n. 1392
giovedì, 25 Novembre 2021

Con ordinanza sindacale, a tutela della salute di minori affetti da favismo, sono stati disposti i divieti di coltivazione di leguminose fresche (fave e piselli), in un raggio di mt. 300, e di vendita degli stessi prodotti alimentari, anche in forma ambulante, per un raggio di 150 metri in linea d’area dall’abitazione di residenza di una minore nella Strada Statale 114 Km 7.700, Residence “il Canneto”, e dalla scuola dell’Infanzia ex CSA di via La Farina del IV Istituto Comprensivo “G. Leopardi” per tutto il periodo di frequenza scolastica. La disposizione sindacale stabilisce inoltre, a spese dei proprietari, l’estirpazione e la distruzione delle piantagioni di leguminose eventualmente già presenti nelle suddette aree. La vendita di leguminose fresche, preconfezionate in sacchetti sigillati, nell’area di 150 metri dalla scuola, può essere effettuata solo a condizione che nell’esercizio commerciale, anche ambulante, sia esposto, bene in vista, un cartello che segnali al cittadino a rischio di crisi emolitica da favismo la presenza di leguminose fresche. In osservanza al provvedimento, il Corpo della Polizia municipale dovrà procedere al controllo e vigilanza nei confronti di coloro che non ottemperino alle misure disposte, con denuncia all’Autorità giudiziaria in conformità all’art. 650 del Codice Penale, e provvedere allo smantellamento coattivo di eventuali coltivazioni, a spese delle parti interessate ai terreni, con il supporto operativo del Dipartimento Autoparco.

Comunicato n. 1391
giovedì, 25 Novembre 2021

Nel corso dei lavori la Giunta Municipale, riunitasi ieri, ha preso atto della delibera relativa al Bando “Democrazia Partecipata Anno 2021” finalizzato al coinvolgimento della cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune. Alla scadenza del termine fissato – come si ricorderà – il 30 settembre scorso, le proposte formulate dai soggetti interessati nell’ambito delle sei Municipalità relativamente alle cinque tematiche sono state un totale di n. 625, distribuite nell’ambito delle cinque aree tematiche: Attività sociali, scolastiche ed educative n.11 proposte; Sviluppo Economico e Turismo n. 207; Attività culturali, sportive e ricreative n. 315; Ambiente e territorio n. 26; e Aree verdi n. 26. Successivamente, a conclusione della fase di valutazione, dall’esame del report è risultato che i cittadini hanno manifestato il maggiore interesse per la proposta progettuale relativa al “Rifacimento del campetto di calcio a Cumia Superiore” ricadente nella III Circoscrizione, che ha ricevuto 315 preferenze nell’ambito delle Attività culturali, sportive e ricreative; mentre al secondo posto, la più votata con 207 preferenze, è stata quella relativa alla “Messa in sicurezza della scalinata e del piazzale della Chiesa di Santa Maria di Mili” nel territorio della I Circoscrizione. Pertanto l’Esecutivo di Palazzo Zanca ha approvato il progetto relativo al “Rifacimento del campetto di calcio a Cumia Superiore”. Nell’esprimere soddisfazione l’Assessore con delega ai Servizi al Cittadino Massimiliano Minutoli ha ribadito l’importanza della partecipazione della collettività nella realizzazione di interventi finalizzati a migliorare le aree cittadine: “si tratta di opere consentite dalla Legge Regionale n.9/2015, in base alla quale i Comuni hanno l’obbligo di spendere almeno il 2% dei trasferimenti regionali di parte corrente con forme di democrazia partecipata, pena la restituzione nell’esercizio finanziario successivo delle somme non utilizzate. Anche per l’anno 2021, come già effettuato per il 2019 e 2020, in merito ai progetti relativi all’area di Bordonaro e quelli di viale Giostra e Zafferia, rappresentano l’obiettivo di questa Amministrazione volto a migliorare la fruizione di riqualificati spazi pubblici al fine di garantire una nuova qualità ambientale, economica e sociale e contribuire a rafforzare l’identità delle zone urbane per accrescere il benessere e la qualità della gente che vi risiede”, ha concluso l’Assessore.