Comunicati stampa di lunedì 25 Maggio 2020


Comunicato n. 525
lunedì, 25 Maggio 2020


Si è svolto oggi al Palazzo Weigert, sede dell’Assessorato al Turismo, il “Laboratorio Turistico” finalizzato alla programmazione di interventi in favore dell’accoglienza in Città. All’incontro, alla presenza dell’Assessore al Turismo e al Brand Messina Enzo Caruso, l’Assessore alle Attività Produttive Dafne Musolino, in quanto impegnata in attività istituzionali non ha potuto partecipare, hanno preso parte il Dirigente Salvatore De Francesco, il funzionario della Città Metropolitana Stellario Capillo, la funzionaria dell’Autorità di Sistema Cristiana Laurà, il presidente di ConfCommercio Messina Carmelo Picciotto, e Benny Bonaffini di Confesercenti, che ha rappresentato su delega del collega Alberto Donato anche Sicindustria. Nel corso della riunione sono state condivise le linee guide dell’Amministrazione comunale orientate alla messa a sistema di nuovi percorsi pedonali per i turisti in sosta a Messina, supportati da una nuova segnaletica a colori e dalla campagna promozionale “VISITME” che si intende mettere in atto per invitare a soggiornare in città, in vista della imminente stagione estiva. Sono state poi proposte nuove idee per incentivare, a partire dal prossimo anno, la tassa di soggiorno e, nel contempo, richiedere al Governo il sostegno di integrazione, approvato dalla nuova legge, all’importo previsionale non incassato a causa dell’emergenza Covid-19.
È solo l’inizio – commenta l’Assessore Caruso – ma adesso un inizio esiste!”. Un avvio che si prefigge di mettere in rete con la regia dell’Amministrazione, albergatori, ristoratori, trasportatori, operatori del settore turistico ed escursioni cittadine, per la realizzazione di pacchetti da vendere mediante le Agenzie e Tour Operator.
Messina: da città di passaggio a città da visitare e vivere!

Comunicato n. 524
lunedì, 25 Maggio 2020

 

Nel corso di una conferenza stampa è stato illustrato oggi a Palazzo Zanca il progetto “Messina che InCanto Virtual Choir”, alla presenza degli assessori Enzo Caruso, Enzo Trimarchi e Giuseppe Scattareggia, cui hanno preso parte il Maggiore Giuseppe Genovesi della “Brigata Meccanizzata Aosta”, il presidente e il direttore artistico dell’associazione culturale “Note Colorate” Francesco Falcone e Giovanni Mundo, ed il presidente dell’E.N.S. sezione di Messina Giuseppe Previti con l’interprete LIS Francesca Villari. L’iniziativa è ideata dall’associazione culturale “Note Colorate”, in collaborazione con il Comune di Messina, l’Ente Teatro “Vittorio Emanuele”, la Banda della Brigata Meccanizzata Aosta e la sezione provinciale dell’Ente Nazionale Sordi. Nella qualità di Assessore alle Politiche Giovanili sono orgoglioso di simili progetti – ha evidenziato Caruso – in quanto consentono ai giovani momenti di aggregazione, soprattutto attorno a chi li coordina, come in questo caso la Banda della Brigata Meccanizzata Aosta, che insieme a docenti e referenti del Teatro Vittorio Emanuele e dell’Amministrazione intendono sensibilizzare i ragazzi a fare sempre del proprio meglio”. “L’emergenza sanitaria non ha permesso lo svolgimento della manifestazione – ha proseguito l’Assessore Trimarchi – che doveva coinvolgere le scuole cittadine di ogni ordine e grado per la realizzazione di un concerto in piazza, ma attraverso la realizzazione di un coro virtuale avranno la possibilità comunque di incontrarsi per esprimere attraverso il brano “Madre Terra”– ha concluso l’Assessore Scattareggia – il valore della musica, in quanto anche in momenti come questi, rappresenta sempre un momento dalla quale trarre forza e sostegno. Tante voci, distanti ma unite in un solo canto per la città di Messina, è questo il cuore del progetto che prevede infatti la realizzazione di un coro virtuale composto da alunni delle scuole della città, i quali si incontreranno virtualmente per l’esecuzione del brano “Madreterra”, inno ufficiale della Regione Sicilia, scritto da Vincenzo Spampinato sulla base della banda della Brigata Meccanizzata Aosta che ha realizzato la parte strumentale. I ragazzi seguendo i video tutorial predisposti dall’Associazione Note Colorate che si trovano sulla piattaforma didattica dedicata, si prepareranno per eseguire tutti insieme il brano che sarà prodotto il 21 giugno, in occasione della Festa della Musica. All’incontro sono intervenuti anche i dirigenti scolastici degli Istituti, comprensivo “S. Margherita” Fulvia Ferlito e d’istruzione superiore “Antonello” Laura Tringali, mentre il presidente dell’Ente Nazionale Sordi Sezione provinciale di Messina ha espresso soddisfazione per la partecipazione a questa iniziativa culturale affinché simili progetti possano aiutare i sordi ad avere piena accessibilità e visibilità.

Comunicato n. 523
lunedì, 25 Maggio 2020

Sabato 30 si svolgerà la 9^ edizione di “10 100 1000 rapaci sul tuo orizzonte – La Magia dello Stretto di Messina” (https://www.facebook.com/events/882033622313558/), con tappe virtuali (visitabili all’indirizzo: www.ceamessina.it) sui Monti Peloritani, da Don Minicu alle ore 8, a Borgo Musolino alle 9, nel piazzale del Santuario di Dinnammare dalle 10 alle 11, ed alle 11.30 la conclusione al Museo “Cultura e Musica Popolare dei Peloritani”. L’evento, con il patrocinio dell’Assessorato all’Ambiente e Rifiuti del Comune, dell’Università degli Studi e della Città Metropolitana di Messina, del Parco Regionale dei Nebrodi, del Parco Regionale delle Madonie, del Parco Nazionale dell’Aspromonte, di Arpa Sicilia, della Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia, dell’IRF di Messina e dell’UST di Messina, quest’anno è dedicato al compianto dott. Ettore Lombardo, che da sempre ha valorizzato i Monti Peloritani con passione, amore e professionalità. Giovedì 28, alle 18, alla presenza dell’ avv. Rossella Saccà, l’iniziativa sarà presentata nel corso di una conferenza stampa che si terrà su ZOOM (Piattaforma Meeting). Per gli interessati a parteciparvi il link ed i codici di accesso sono: https://bit.ly/2TqLPGU, Meeting ID: 487 566 7633, Password: 814209. L’attività si svolgerà richiedendo la collaborazione alla Associazione il Centauro, al Club per l’Unesco di Messina, al Ramarro Sicilia Sede Territoriale di Messina, al GAA4 di Messina , composto da Cea Messina onlus, FareVerde Messina, Ambiente e/è Messina Vita e Marevivo Messina, a Slow Food Valdemone, all’UISP di Messina, all’Associazione Nazionale Fotografi Naturalisti Sezione Sicilia, ad Italia Nostra Sicilia, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali Sezione di Messina, Istituto Nazionale di Bioarchitettura Sez. di Messina, e Club per l’Unesco di Messina, presenti Franz Riccobono, componente del Consiglio dei BB.CC. della Regione Siciliana e Rosario Sardella di LIPU Italia per illustrare ai partecipanti le modalità di migrazione nello Stretto di Messina e le peculiarità storiche e culturali del luogo. Parteciperanno all’iniziativa anche i volontari della Comunità MASCI Messina 1 “Il Faro” e si richiederà la consueta collaborazione e presenza di “Camminare i Peloritani”. L’evento è programmato nel rispetto delle norme imposte ed ai sensi della Ordinanza Sindacale n. 152 del 9 maggio 2020 (e ss.mm.ii.) – Ordinanza ex art. 50 D. Lgs. 267/2000 in attuazione delle disposizioni del DPCM 26 Aprile 2020 recante urgenti misure di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale e successive integrazioni, e verrà svolta su ZOOM (Piattaforma Meeting) in modo virtuale.

Comunicato n. 522
lunedì, 25 Maggio 2020

Proseguono i lavori di riqualificazione del verde pubblico nel territorio cittadino. Come disposto dall’Assessore al ramo Massimiliano Minutoli e coordinati dall’esperto agronomo Saverio Tignino, stamani sono stati effettuati interventi di risagomatura dei ficus in piazza Casa Pia.

 

 

 

Le attività di risagomatura interesseranno di seguito via Tommaso Cannizzaro e le altre piazze della città per riportare le alberature alla loro originaria forma di allevamento.

Comunicato n. 521
lunedì, 25 Maggio 2020

Stamani a Palazzo Zanca, presente il Vice Sindaco Salvatore Mondello insieme agli Assessori alle Attività Sportive Giuseppe Scattareggia e alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli, il Football Club Messina ha donato 50mila mascherine all’Amministrazione comunale. All’incontro hanno preso parte per l’FC Messina i dirigenti l’ing. Franco Mento e il dott. Fabio D’Amore, con Giovanni Giuffrida e Domenico Marchetti, rispettivamente capitano e vice capitano della squadra.

“Accettiamo ancora più oggi queste mascherine rispetto alla piena fase emergenziale – ha sottolineato il Vice Sindaco Mondello – poiché siamo in un momento delicato nel quale non bisogna abbassare la guardia. Infatti l’odierna donazione assume una doppia valenza, quella della collaborazione e della sinergia perché, tante più mascherine si hanno a disposizione tanto più agevole sarà gestire l’emergenza fase due, ma allo stesso tempo il gesto diventa simbolico e determinante per l’emergenza di oggi, in quanto è più complessa di quella appena trascorsa, perché con la ripresa delle attività rischiamo inevitabilmente di diventare tutti vettori e quindi le protezioni diventano fondamentali ed importanti”.

Gli Assessori Scattareggia e Minutoli associandosi alle parole espresse dal Vice Sindaco hanno espresso il loro ringraziamento alla dirigenza dell’FC Messina per la donazione delle mascherine augurandosi che la collettività sia consapevole e prudente nella gestione della fase post Civid-19. Al termine dell’incontro i due atleti presenti hanno siglato le loro maglie per omaggiarle all’Amministrazione comunale.

Comunicato n. 520
lunedì, 25 Maggio 2020

Il Dipartimento Servizi Territoriali ed Urbanistici ha disposto provvedimenti viari in vigore sino all’1 agosto per consentire l’esecuzione di interventi nell’ambito dei “Lavori di realizzazione strada di collegamento viale Gazzi e approdo FS per via Don Blasco”. Pertanto in via Maregrosso, nel tratto compreso tra le “Case D’Arrigo” e la via S. Cosimo, saranno vietati la sosta, 0-24 su entrambi i lati ed il transito veicolare nella semicarreggiata lato ovest (lato monte), garantendolo in sicurezza, a doppio senso di circolazione, nella restante semicarreggiata lato est (lato mare), con una larghezza di 6 metri, permettendo l’accesso a tutti gli ingressi ivi insistenti (pedonali e carrabili, per mezzo di appositi dispositivi (piastre metalliche e quant’altro necessario) ed il transito pedonale su marciapiedi e su percorsi pedonali protetti o deviando i pedoni sul marciapiede del lato della strada non interessato dai lavori tramite idonea segnaletica di indirizzamento. I due sensi di circolazione disponibili nella semicarreggiata lato est (lato mare) di via Maregrosso non interessati dai lavori, dovranno essere separati con la realizzazione di segnaletica stradale orizzontale di striscia longitudinale di mezzeria e la collocazione di appositi “delineatori flessibili” ancorati alla pavimentazione stradale; sarà inoltre istituito il limite massimo di velocità 20 km/h in entrambi i sensi di marcia. In via Don Blasco, nel tratto del tronco 2° compreso tra sezione n. 12 e la sezione n. 16 (tratto compreso tra via S. Cecilia ed il numero civico 67), vigeranno i divieti di sosta 0-24 su entrambi i lati e di transito veicolare nella semicarreggiata lato ovest (lato monte), garantendo sempre l’accesso a tutti gli ingressi ivi insistenti, pedonali e carrabili ed il transito pedonale in sicurezza su marciapiedi o su percorsi pedonali protetti o deviando i pedoni sul marciapiede del lato della strada non interessato dai lavori; istituiti anche, il senso unico alternato di circolazione nella semicarreggiata lato est (lato mare), con regolamentazione semaforica e collocazione di segnaletica stradale e con l’ausilio, durante i periodi di maggior traffico veicolare, di movieri dotati di palette, ed il limite massimo di velocità 20 km/h in entrambi i sensi di marcia. In viale Europa, nel tratto a valle di via La Farina, sarà vietata la sosta 0-24 su entrambi i lati in via Gibilterra (tratto di viale Europa a valle di via La Farina) ed in via Suda; vigerà il divieto di transito veicolare nelle porzioni di carreggiata di via Gibilterra, viale Europa (tratto a valle di via La Farina), via Suda, con realizzazione della segnaletica stradale orizzontale di striscia di mezzeria per la delimitazione dei due sensi di marcia nei tratti di carreggiata, con una larghezza minima di 6 metri; nei tratti di via Gibilterra, tra le vie La Farina e Suda; di viale Europa, tra le vie La Farina e Industriale; di via Gibilterra a valle dell’intersezione con via Suda, con collocazione della segnaletica verticale di “strada senza uscita”; e nel tratto di viale Europa a valle dell’intersezione con via Industriale, ad eccezione di tutte le attività frontistanti ivi insistenti alle quali dovrà essere garantito l’accesso anche con l’ausilio di movieri; istituiti infine la “direzione obbligatoria a destra” in via Industriale ad intersezione con viale Europa; il senso unico alternato in via Suda, con diritto di precedenza per i veicoli in direzione di marcia mare-monte; e la “direzione obbligatoria diritto”, in via La Farina ad intersezione con il tratto di viale Europa a valle della via La Farina, sempre ad eccezione delle attività frontistanti insistenti in quel tratto di viale Europa.

Comunicato n. 519
lunedì, 25 Maggio 2020

Per consentire l’esecuzione dei lavori di scavo per la posa di infrastrutture telefoniche sotterranee in fibre ottiche e relativi pozzetti per la realizzazione della rete Fastweb, sono stati adottati provvedimenti viari. Sino a venerdì 29, sarà vietata la sosta su entrambi i lati di via Sperone Alto, dove il transito veicolare nei tratti di strada interessati dagli scavi sarà regolato con l’ausilio di movieri e quello pedonale, con particolare riguardo alle persone disabili, dovrà essere garantito, in sicurezza, realizzando idonea segnaletica stradale di indirizzamento per i pedoni.

Comunicato n. 518
lunedì, 25 Maggio 2020

Secondo quanto disposto dall’Assessore con delega agli Interventi Igienico Sanitari Massimiliano Minutoli, domani, martedì 26, dalle ore 8 alle 20, la villa Mazzini rimarrà chiusa al fine di consentire interventi fitosanitari. I trattamenti si sono resi necessari in quanto previsti dalle disposizioni in materia di lotta contro il punteruolo rosso “Rhyncphorus Ferrugineus”.

Comunicato n. 517
lunedì, 25 Maggio 2020

Ignoti si sono introdotti nei giorni scorsi all’interno del Forte Ogliastri dopo aver manomesso il portone di ingresso.
Ricevuta la segnalazione della Sala Operativa della Polizia Municipale, l’Assessore Enzo Caruso, con delega alla Valorizzazione delle Fortificazioni, ha tempestivamente avvisato l’Ufficio “Pronto Intervento” del Comune coordinato dal geom. Marco Mancuso, che si è attivato per la riparazione.

Durante l’intervento, alla presenza dell’Assessore Caruso e del Presidente della V Municipalità Ivan Cutè, è stato così rinforzata la chiusura e, in settimana, si provvederà alla sistemazione della cancellata di ingresso al fossato.

Poco prima dell’emergenza, nell’ambito del progetto di valorizzazione dell’intero sistema fortificato, l’Assessore Caruso aveva già programmato con “Messina Servizi Bene Comune” la scerbatura delle aree di pertinenza del Forte e concordato con l’Assessore Minutoli un piano di intervento per la messa in sicurezza dai cinghiali che si aggirano in prossimità della struttura.
“Quanto prima – ha assicurato l’Assessore – il Forte tornerà ad essere fruibile alla collettività e già si pensa ad una soluzione di cogestione per la manutenzione, la sorveglianza e l’organizzazione di attività culturali”.
Restaurato nel 2002 dall’Amministrazione Buzzanca, quando era Assessore Gianfranco Scoglio, con i fondi del Piano Urban, insieme a S. Maria Alemanna ed al primo lotto dell’Istituto Marino, Forte Ogliastri rappresentò al momento dell’inaugurazione un splendido esempio di restauro conservativo e, per anni, accolse eventi culturali, musicali e teatrali organizzati in collaborazione con il Quartiere, il Conservatorio Corelli, la Parrocchia di S. Matteo e gli Istituti Marconi, Antonello e Basile.


Oggi versa in condizioni pietose e necessita di interventi importanti relativamente agli spazi esterni, con particolare riferimento al parco Giochi e all’anfiteatro con gradinate in legno, totalmente distrutte.