Comunicati stampa di venerdì 25 Giugno 2021


Comunicato n. 695
venerdì, 25 Giugno 2021

Con ordinanza n. 143 di oggi, 25 giugno 2021, il Sindaco Cateno De Luca ha ritenuto necessario disciplinare con ulteriori misure l’attività balneare per la stagione estiva 2021, al fine di garantire il rispetto delle norme igienico-sanitarie e il decoro urbano lungo i litorali nord e sud della Città. Pertanto, ai sensi dell’art.1 del provvedimento sindacale relativamente a “zona di mare riservata ai bagnanti e orari di balneazione”, si intende quella zona di mare compresa entro la distanza di 200 metri dalla costa e di 100 metri dalle coste a picco, destinata esclusivamente alla balneazione dalle ore 9 alle 19. Il suddetto limite, nel tratto di mare compreso tra viale Annunziata ed il Canale degli Inglesi a Torre Faro, è fissato a 100 metri dalla costa; in merito alla “pulizia delle spiagge libere” l’art. 2, dispone che il servizio di pulizia delle spiagge libere, compresa la vagliatura meccanica dell’arenile, sarà effettuato dalla Messinaservizi Bene Comune Spa, nella fascia oraria 5 -19, salvo eventuali variazioni che dovranno essere motivate da specifici aspetti organizzativi. Sarà la Società a collocare appositi contenitori, in numero e luogo adeguati, per la raccolta dei rifiuti differenziati, contrassegnati da una bandierina, che indica la postazione per il conferimento dei rifiuti. Relativamente alle condizioni generali di utilizzo delle aree demaniali marittime l’ordinanza ai sensi dell’art. 3 dispone i divieti di: 1) alare e varare unità da diporto di qualsiasi genere ad eccezione di quelle trainate a braccia. Per tali mezzi potranno essere utilizzati, per il tempo strettamente necessario al transito, le spiagge libere, i prolungamenti delle vie di accesso al mare non interrotte da giardini, marciapiedi, passeggiata a mare, aiuole e qualsiasi altra opera di urbanizzazione ovvero altri tratti di arenile eventualmente messi a disposizione dai concessionari. Per le unità a motore, a vela (comprese le tavole), a vela con motore ausiliario l ‘alaggio ed il varo potranno avvenire utilizzando esclusivamente gli specifici corridoi di lancio; 2) lasciare unità in sosta sulla aree demaniali marittime. Fanno eccezione le unità da diporto depositate in aree demaniali munite di concessione e specificamente attrezzate, destinate al Ricovero Natanti (RN), e quelle destinate alle operazioni di assistenza e salvataggio e di vigilanza; 3) lasciare incustoditi dalle ore 21 alle ore 9, sulle spiagge libere, ombrelloni, sedie a sdraio, tende e altre attrezzature comunque denominate; 4) occupare con ombrelloni, sdraio, sedie, sgabelli, teli ed altre attrezzature balneari e non comunque denominate, nonché mezzi nautici, la fascia di ml. 5 dalla battigia, destinata esclusivamente al libero transito ed alla sicurezza della balneazione con divieto di permanenza esclusi i mezzi nautici di soccorso; 5) campeggiare accendere fuochi e pernottare con qualsiasi tipo di attrezzatura; 6) transitare e/o sostare con qualsiasi tipo di veicolo, motociclo e ciclomotore, compreso aeromobili, ad eccezione di quelli destinati alla pulizia delle spiagge, al soccorso, e dei mezzi motorizzati utilizzati da portatori di handicap atti a consentire autonomia nei loro spostamenti; 7) praticare qualsiasi gioco od esercizio sportivo (calcio, tennis da spiaggia, pallavolo. basket, bocce, ecc.) se può derivarne danno o molestia alle persone, turbativa alla pubblica quiete nonché nocumento all’igiene dei luoghi. Il divieto è da intendersi esteso anche alle zone di mare frequentate dai bagnanti. Le attività di cui ai periodi precedenti sono comunque sempre vietate in caso di affollamento della spiaggia e dello specchio acqueo antistante. I suddetti giochi, qualora ricorrano le condizioni di cui sopra, dovranno essere praticati esclusivamente nelle zone appositamente attrezzate dai concessionari ed autorizzate dal Comune. Salvo specifica autorizzazione è comunque vietata la pratica del kite-surf, giusta Ordinanza di Sicurezza della Balneazione della Capitaneria di Porto di Messina Autorità Marittima dello Stretto n. 34 del 17 giugno 2021, art. 14. E’ fatto divieto altresì di: 8) tenere il volume degli apparecchi a diffusione sonora ad un livello tale da costituire disturbo per la quiete pubblica; 9) esercitare attività ed organizzare manifestazioni senza le autorizzazioni previste dalle normative vigenti in materia; 10) consumare bevande, alcoliche e non alcoliche, in contenitori di vetro sulle aree demaniali, ivi comprese le spiagge e gli arenili; 11) gettare in mare o lasciare nelle cabine o sugli arenili rifiuti di qualsiasi genere al di fuori degli appositi contenitori; 12) distendere o tinteggiare reti; 13) introdurre ed usare bombole di gas o altre sostanze infiammabili senza l’autorizzazione del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco; 14) installare gazebo, anche se aperti, o strutture simili in sostituzione degli ombrelloni; ed infine, 15) al di fuori delle aree specificatamente attrezzate e delle aree in concessione, condurre animali nella fascia oraria 9-19, riservata alla balneazione. Relativamente alla disciplina delle aree in concessione per gli stabilimenti balneari e le spiagge attrezzate ai sensi dell’art. 4, per assicurare un adeguato servizio al pubblico, i titolari di concessioni demaniali marittime devono garantire l’apertura degli stabilimenti balneari e delle spiagge attrezzate in conformità al titolo concessorio di cui sono titolari e nel rispetto delle disposizioni regionali che decretano l’apertura e la durata della stagione balneare. Nei periodi di apertura deve essere curato il decoro, l’estetica, l’igiene, la funzionalità e la sicurezza così come stabilito dalla presente ordinanza, da quelle dell’Autorità Marittima e delle norme di legge vigenti. Il concessionario o gestore dovrà curare la perfetta manutenzione e pulizia delle aree in concessione e dello specchio acqueo antistante. Non costituiscono rifiuti urbani i materiali provenienti dal mare quali alghe, tronchi ecc. per i quali l ‘eventuale raccolta e smalti mento resta a carico del concessionario. Il concessionario è tenuto alla pulizia del bene demaniale oggetto della concessione demaniale marittima e della sua manutenzione e conservazione, con facoltà di accedervi, previa autorizzazione demaniale, anche con mezzi meccanici strettamente necessari alle operazioni predette; a garantire per tutto l’anno la pulizia degli spazi utilizzati e di quelli limitrofi non oggetto di altre concessioni, per una lunghezza pari al fronte mare demaniale marittimo ricevuto in concessione, da entrambi i lati e per tutta la profondità della fascia demaniale interessata. In caso di area interposta fra due concessionari gravati entrambi dall’obbligo della pulizia, ciascun concessionario garantisce la pulizia dell’area adiacente alla propria concessione per una quota-parte che rappresenta il 50% del totale dell’area interposta. E’ fatto obbligo assicurare la manutenzione, l’igiene, la sicurezza e la pulizia dei manufatti ammessi in conformità alla norme edilizie ed urbanistiche, che dovranno essere realizzati e mantenuti oltre che nel rispetto del decoro, anche nel rispetto della normativa urbani stico ed edilizia vigente. Gli accessi alla spiaggia oggetto di concessione, i servizi e le altre attrezzature dedicate devono essere conformi alla normativa sull’abbattimento delle barriere architettoniche. I servizi igienici degli stabilimenti balneari devono essere collegati alla rete fognaria comunale ovvero essere dotati di sistema di smaltimento riconosciuto idoneo dalla competente autorità.
A seguito dell’entrata in vigore della presente ordinanza, da domani, sabato 26, l’Assessore alle Politiche del Mare Dafne Musolino evidenzia che a breve verrà pubblicato l’Avviso relativo all’obbligo della rimozione lungo gli arenili, di unità da diporto di qualsiasi dimensione, e attrezzature da pesca non regolarmente autorizzati. Pertanto i possessori “sono invitati sin da ora a rimuovere quanto depositato, esternamente alle aree munite di concessione, poiché la Messinaservizi – conclude l’Assessore Musolino – procederà alla rimozione di tutto ciò che versa in stato di abbandono e deteriorato, considerandoli rifiuti ingombranti”.

Comunicato n. 694
venerdì, 25 Giugno 2021

Il Vicesindaco Carlotta Previti, presenti gli Assessori alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore e alle Politiche Giovanili Enzo Caruso, ha ricevuto oggi a Palazzo Zanca una delegazione di rappresentanti delle Associazioni giovanili e studentesche. All’inconro ha preso parte il Presidente della Messina Social City Valeria Asquini.
“L’Amministrazione comunale – ha detto il Vicesindaco – sta avviando il progetto ‘Estate addosso. Messina per i giovani#puntoeacapo2021#” che prevede la selezione di 650 beneficiari di borse di inclusione sociale per dare una risposta forte e chiara a voi giovani, parte migliore della nostra comunità, offrendo a coloro che rientrano nella fascia di età 16-25 anni, per questi due mesi estivi la possibilità di svolgere un percorso inclusivo nel mondo del lavoro presso le aziende private, e pubbliche che aderiranno al bando, con un voucher di 600 euro mensili. Siamo orgogliosi di questa iniziativa, perchè rappresenta sia la ripartenza dopo un periodo buio e di isolamento che voi giovani avete sofferto più di noi adulti, e sia perchè finalizzata a sensibilizzare la comunità giovanile al senso di responsabilità che ne deriva dall’inserimento nel mondo del lavoro, e quindi sentirsi più autonomi, più decisi e determinati. Pertanto, auspichiamo – ha concluso il Vicesindaco – che proprio voi, realtà a diretto contatto con i vostri coetanei, possiate essere il leitmotiv al fine di veicolare con maggiore incisività lo spirito di inclusione sociale del progetto”.

Comunicato n. 693
venerdì, 25 Giugno 2021

Il Comune di Messina invita tutti i cittadini, mercoledì 30, alle ore 17, a partecipare al 2° Forum PUMS 2030 “Gli scenari di progetto” attraverso l’iscrizione al link del portale Eventbrite:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-2-forum-pums-2030-gli-scenari-di-progetto-comune-di-messina-159961766951

Il programma dei lavori sarà avviato con i saluti istituzionali dell’Assessore alla Mobilità Urbana Salvatore Mondello, cui seguirà da parte del team dei professionisti incaricati alla redazione del Piano, la presentazione di una sintesi delle indagini e delle analisi tecniche sulla mobilità svolte finora attraverso i due questionari ancora attivi: “Questionario PUMS Messina 2030” e “Portale Contributi PUMS Messina 2030”, al fine di consentire un confronto proficuo sui futuri scenari della mobilità messinese.
I partecipanti potranno scegliere di partecipare, nella seconda parte del forum, ad uno dei quattro tavoli tematici:
• Mobilità ciclistica | Biciplan
• Mobilità pedonale | Pediplan
• Sicurezza Stradale
• Trasporto Pubblico
All’interno di ciascun tavolo saranno analizzate le principali azioni strategiche di piano relative al tema specifico scelto.
Si ricorda alla cittadinanza che sino al 30 giugno è possibile contribuire anche attraverso:
• “Questionario PUMS Messina 2030” https://arcg.is/19Oq0v0
• “Portale Contributi PUMS Messina 2030” https://arcg.is/z0TjC

Comunicato n. 692
venerdì, 25 Giugno 2021

Sabato 26, dalle ore 17 alle 24, tredici artisti messinesi animeranno con le loro opere la Scalinata intitolata a Rosa Donato, eroina messinese dei Moti del ’48, rivestendola dei colori dell’arte, grazie alla collaborazione con gli Assessori alla Cultura Enzo Caruso e all’Arredo Urbano Massimo Minutoli.
Con l’esposizione delle loro opere, scultori e pittori accenderanno i riflettori su questo spazio urbano restituendolo all’attenzione della collettività. Animati dal desiderio di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla valorizzazione di uno dei tanti angoli nascosti e dimenticati della propria distratta città, gli artisti, coordinati dal cultore d’Arte Pippo Recupero, hanno organizzato un happening di arte contemporanea lungo la storica Scalinata Rosa Donato di via XXIV Maggio, attigua al Monte di Pietà e all’Istituto S. Anna.
La Scalinata, già in passato ristrutturata e attrezzata di nuovi impianti multimediali e di illuminazione realizzati nell’ambito del progetto “Le Scalinate dell’Arte”, è stata ultimamente vittima di numerosi atti vandalici che hanno danneggiato panchine e alcuni arredi. Ed è proprio in opposizione al vandalismo e all’incuria che questa manifestazione si propone col titolo “ARTE CONTRO…”, supportata dall’intervento di Messinaservizi che in questi giorni ha restituito decoro alle rampe della Scalinata, pronte ad accogliere le opere degli artisti.
“Encomiabile esempio di rivitalizzazione di spazi architettonici, quello di questi artisti – sottolineano gli Assessori Caruso e Minutoli – che intendiamo ripetere in altri siti di interesse come la Scalinata di S. Barbara, quella del Tirone e lo storico Vicolo di Case Cicala”.
Coordinati da Pippo Recupero, saranno presenti all’evento Vincenzo Abate, Mantilla, Antonello Bonanno Conti, Laura Martines, Cufu, Riccardo Orlando, Ignazio Pandolfo, Bruno Samperi, Carmelo Pugliatti, Gigi e Ugo Sansone, Rosa Rigano, e Linda Schipani.

Comunicato n. 691
venerdì, 25 Giugno 2021

“Quella della non aggiudicazione dello stadio ‘F. Scoglio’ alla società FC Messina non è una buona notizia, ma nemmeno la ‘fine del mondo’ o del ‘calcio a Messina”. È quanto evidenzia l’Assessore alle Politiche Sportive Francesco Gallo.
“Pur senza mai poter entrare nel merito, per motivi legali e procedurali della proposta presentata, ho personalmente ritenuto – prosegue Gallo – nella elementare logica del ‘piuttosto che niente, meglio piuttosto’, che andassero trovate, in ogni modo lecito, tutte le possibili risposte a dubbi e perplessità emerse nel corso di questa lunga procedura. Il R.U.P., unico dominus della gara, a cui va riconosciuto il merito di non essersi sottratto ad un compito gravoso, è però giunto alla conclusione che i nodi non siano stati sciolti. Non resta che prenderne atto, pur sapendo che non mancherà lo strascico di impugnative e ricorsi.
Nella prevedibile sovrapposizione di interpretazioni, pettegolezzi e ricostruzioni fantasiose, che caratterizzeranno i prossimi giorni, non dobbiamo oggi perdere di vista l’urgenza di garantire alla città, agli sportivi ed ai tifosi, uno stadio capace di ospitare le partite del prossimo campionato di Lega Pro.
Purtroppo, gli ultimi due anni di gestione da parte di ACR Messina, caratterizzata da formali impegni non mantenuti da tale società, non solo non hanno in alcun modo migliorato le condizioni dell’impianto, ma a mio avviso rappresentano – precisa Gallo – per motivi che sarà meglio illustrare a campionato concluso, un’esperienza da non ripetere.
Nel tempo che occorrerà per poter ricominciare a ragionare sul futuro dello stadio ‘Scoglio’, ritengo che sia necessario ed urgente, affinché l’impianto possa essere mantenuto in condizioni dignitose, che esso ritorni in mano pubblica. L’affidamento a Messina Servizi si muove in questa logica e, nella situazione di emergenza che si è venuta a creare, appare come la migliore soluzione possibile. Ben vengano – conclude l’Assessore Gallo – comunque ulteriori proposte, ma mettendo prima i soldi sul tavolo!”.

Comunicato n. 690
venerdì, 25 Giugno 2021

“Come spesso accade anche l’anno 2021 è stato sinora e sicuramente sarà in questi mesi costellato da una serie di rinvii di scadenze importati che spesso non agevolano ma complicano le complessive dinamiche strategiche dell’Ente”. E’ quanto evidenzia in una nota il Vicesindaco Carlotta Previti.
“Un esempio tra tutti è quello del Piano Economico Finanziario e relative tariffe della TARI. La scadenza per l’approvazione delle tariffe TARI è agganciata al termine di approvazione del Bilancio di Previsione dell’anno di riferimento quindi – continua il Vicesindaco – nella fattispecie il Bilancio di Previsione 2021-2023. In base ad una prima proroga del termine del Bilancio il termine ultimo per l’adozione delle tariffe da parte del Consiglio comunale è stato fissato al 30.04.2021.
Il ‘decreto sostegni’ con l’art. 30, comma 5, aveva inizialmente disposto la proroga del differimento dei termini di approvazione del PEF 2021 e delle tariffe TARI al 30 settembre 2021. Termini sganciati da quelli di approvazione del bilancio di previsione, spostato al 30 aprile 2021.
Peccato che in sede di conversione nella seduta dello scorso mercoledì 19 maggio, la Camera ha approvato, in via definitiva, il disegno di legge di conversione in legge, prevedendo all’articolo 30, comma 5, da un lato, a prorogare al 30 giugno 2021 il termine di approvazione delle tariffe e dei regolamenti della tassa rifiuti (TARI) e della tariffa corrispettiva e, dall’altro, a disciplinare i termini di comunicazione della scelta delle utenze non domestiche di servirsi o meno del gestore del servizio pubblico, in relazione ai cosiddetti rifiuti assimilati al 30.05.2021. Tali termini di comunicazione sono stati modificati nel corso dell’esame al Senato.
Quindi si è assistito come al solito ad un dietrofront che non ha certamente agevolato ma sicuramente appesantito il sistema organizzativo degli Enti Locali che si sono trovati a dover gestire a fine maggio l’impellente scadenza dell’adozione delle tariffe al 30.06.2021.
In tutto questo contesto si aggiunge la previsione normativa che prevede la proroga al 31.07.2021 (prevista nel DL Sostegni Bis) per il termine di approvazione del Bilancio di previsione 2021-2023 per gli enti che hanno incassato le anticipazioni di liquidità.
Fatta la dovuta premessa tengo ora a sottolineare – scrive la Previti – il comportamento virtuoso del Comune di Messina:
Con nota prot. 5741 del 17.03.2021 (ben prima della iniziale scadenza di aprile 2021) la SRR acquisiva P.E.F. del Comune di Messina per la sua validazione. Successivamente a seguito di richiesta di documentazione integrativa il Dipartimento ha prontamente inoltrato con nota prot. 100459 in data 12.04.2021 le integrazioni richieste.
La SRR con nota del 13.05.2021 invia certificazione al Piano Economico Finanziario.
Già da questa prima disamina temporale si comprende la natura e la gestione delle corrette attività poste in essere dal Comune il quale, per via del tempo trascorso è riuscito ad attivare ulteriori meccanismi di risparmio legato al citato PEF che hanno consentito di ridurre ulteriormente le previsioni inizialmente indicate nel PEF presentato a metà marzo.
In tale ottica con nota prot. 27.05.2021 veniva inviato a SRR nuovo PEF che diminuiva l’incremento tariffario adagiandolo al 9% , un incremento limitato rispetto a quanto è avvenuto in tutte le altre città italiane.
La SRR in questa seconda analisi procede con nota del 31 maggio alla seconda validazione del PEF.
Immediatamente il Dipartimento competente invia in data 01.06.2021 la proposta di delibera per le tariffe del PEF al Collegio dei Revisori dell’Ente che emette parere in data 21.06.2021.
Appare dunque chiaro che il Comune, nel rincorrere proroghe e balletti nelle date di scadenza, ha provveduto il 17 marzo 2021 ad avviare l’iter procedurale di una scadenza fissata il 30 aprile rinviata al 30 settembre che poi è divenuta il 30 giungo che, forse oggi potrebbe essere interpretata 31 luglio, e che l’ANCI chiede di spostare in avanti proprio per i ritardi accumulati nella complessiva adozione dei provvedimenti nazionali.
In tutto questo senza tariffa 2021 non possono partire le ulteriori azioni di completamento del complesso sistema organizzativo messo in campo per la gestione del porta a porta nel Comune di Messina. Al di là delle posizioni e dei vari distinguo il percorso analitico è chiaro e netto. Per il Comune di Messina la scadenza oggi è il 30 giugno (forse 30 luglio in base a qualche fonte di pensiero … o forse a settembre se decidono di prorogare ancora ).
La verità è che diventa necessario approvare – conclude il Vicesindaco – le tariffe 2021 per dare continuità e rilancio al servizio che piaccia o non piaccia è avviato, funziona, deve andare a regime e migliorare, grazie alle previsioni del nuovo Piano Tariffario che garantiscono in maniera definitiva quella stabilità costruita in questi anni e che ha portato a risultati inaspettati”.

Comunicato n. 689
venerdì, 25 Giugno 2021

Interventi urgenti di scerbatura affidati dall’Amministrazione Comunale come servizi aggiuntivi alla Messinaservizi Bene Comune, saranno effettuati da martedì 29 sino a giovedì 1 luglio, nella fascia oraria 20-6, su viale San Martino, lato monte, nel tratto compreso tra viale Europa e via Enzo Geraci; viale Europa, lato nord, tra viale San Martino e via Risorgimento; le vie Risorgimento, lato mare, tra viale Europa e via Enzo Geraci; Enzo Geraci, lato sud, tra viale San Martino e via Risorgimento; entrambi i lati delle vie dei Mille, tra viale Europa e via Enzo Geraci; e Carlo Citarella, tra viale San Martino e via Risorgimento. Esclusivamente nei tratti di strada oggetto degli interventi vigerà pertanto il divieto di sosta, con rimozione coatta, provvedendo ad interdire il transito pedonale nei corrispondenti marciapiedi, indirizzando, con idonea segnaletica stradale, i pedoni sul lato opposto e garantendo l’accesso a tutti gli ingressi ivi presenti, per mezzo di protezioni superiori e laterali, al fine di consentire il posizionamento dei mezzi d’opera necessari. La parte di carreggiata stradale occupata dai mezzi impegnati dovrà essere opportunamente delimitata e la circolazione garantita, in sicurezza, nella restante parte.
Le attività di scerbatura proseguiranno da giovedì 1 a sabato 3 luglio, sempre nella fascia oraria 20-6, nel quadrilatero compreso tra via Risorgimento, lato monte; viale Europa, lato nord; via C. Battisti, lato mare; via Geraci, lato sud; e nei tratti interclusi di entrambi i lati delle vie Citarella; Centonze; Ghibellina; e della strada adiacente la villetta Zaera, dove per consentire l’esecuzione degli interventi sarà vietata la sosta.

Comunicato n. 688
venerdì, 25 Giugno 2021

Lunedì 28, sarà effettuato dall’AMAM un intervento di pulizia programmata delle caditoie, griglie di scolo e tombini delle acque bianche sul lato ovest di corso Cavour, tra viale Boccetta e via San Camillo; martedì 29, sarà interessato il tratto, sempre lato ovest di corso Cavour, tra le vie San Camillo e della Zecca. Per consentire il posizionamento dei mezzi d’opera necessari all’esecuzione, nella fascia oraria 7-19, sarà vietata la sosta ed istituito il limite massimo di velocita di 30 km/h.

Martedì 29, dalle ore 7 alle 17, pe consentire all’AMAM l’esecuzione degli interventi di svuotamento della condotta comunale dei liquami fognari, vigeranno i divieti di sosta 0-24 e di transito veicolare in via Nicoletta Pasquale a villaggio Unrra.

Da martedì 29 sino a giovedì 1 luglio, l’AMAM eseguirà lavori per la realizzazione di una condotta fognaria in viale Regina Elena. Per un tratto di circa 30 metri, compreso tra le vie F.lli Di Mari e Ignatianum, saranno vietati la sosta su entrambi i lati ed il transito veicolare nella semicarreggiata oggetto dell’intervento; vigeranno il senso unico alternato di circolazione, nella semicarreggiata non impegnata, con collocazione di idonea segnaletica e con l’ausilio di movieri dotati di apposite palette e/o impianto semaforico mobile, ed il limite massimo di velocità di 20 km/h.


Appuntamenti

04 Agosto 2021 - Ore 20:30

Villa Dante

Confronto pubblico del Sindaco De Luca

presentazione resoconto del 3° anno di attività dell'Amministrazione De Luca

05 Agosto 2021 - Ore 11:00

Sala Ovale

Conferenza stampa

presentazione "Torre Bianca Games 2021"

05 Agosto 2021 - Ore 13:00

Aula Consiliare

Consiglio comunale

seduta straordinaria urgente
Vedi tutti gli appuntamenti