Comunicati stampa di giovedì 28 Maggio 2020


Comunicato n. 539
giovedì, 28 Maggio 2020

Confronto nel pomeriggio di oggi, giovedì 28, a Palazzo Zanca presso l’Assessorato alle Tradizioni Popolari, tra l’Assessore al ramo Giuseppe Scattareggia ed i rappresentanti dei gruppi folklorici storici messinesi. Presenti all’incontro il maestro Lillo Alessandro dei Canterini Peloritani; i maestri, Nino Merrino della “Madonnina”, Tobia Rinaldo dei “Cariddi”, Orazio Grasso dei “Mata e Grifone”, Carmelo Pellitteri e Christine Perrotta dei “Triskele”, Felice Currò dei “Colapesce; la presidente Liliana Mangano dei “Picciotti Missinisi” ed il Presidente Provinciale della F.I.T.S., (Federazione Italiana Tradizioni Popolari), Santino Merrino. Oggetto dell’incontro gli appuntamenti della Tradizione dello storico Agosto Messinese.
“E’ emerso dal confronto – ha sottolineato l’Assessore Scattareggia – e dal forte senso di appartenenza alle radici storiche della città, che si sono nel tempo tramutati in veri e propri appuntamenti annuali concentrati nell’Agosto Messinese, la volontà e la disponibilità di tutti a trovare soluzioni adeguate e rimodulate, dovendo tenere conto delle nuove disposizioni imposte dai DPCM Nazionali e dalle Ordinanze emanate dal Presidente della Regione Sicilia, che impediscono il normale svolgimento degli stessi. Particolare attenzione è stata rivolta alle ipotesi ed alle proposte sui più importanti appuntamenti della tradizione popolare, quali Giganti “Mata e Grifone”, Vara ed altre manifestazioni correlate ad eventi laici e religiosi. Trattandosi di un momento che il settore artistico affronta con difficoltà, si evince la grande sensibilità dimostrata dai presenti che si rendono disponibili a concordare soluzioni alternative, che verranno presentate e valutate al prossimo incontro”. In riferimento ai principali appuntamenti della Tradizione Popolare, giorno 1 Giugno, alle ore 15.30, l’Amministrazione comunale ha programmato, come prima fase, un tavolo tecnico riservato soltanto agli Assessori di riferimento Dafne Musolino, Salvatore Mondello, Giuseppe Scattareggia, Massimo Minutoli, Enzo Caruso, per discutere dei più importanti eventi della Tradizione messinese, in primis LA VARA.

Comunicato n. 538
giovedì, 28 Maggio 2020

Stamani, nella sede del Corpo Forestale di Messina, alla presenza dell’Assessore all’Arredo Urbano Massimiliano Minutoli è stato illustrato il progetto di riqualificazione della Pineta di Camaro, presenti l’ispettore ripartimentale delle foreste di Messina dott. Giovanni Cavallaro e la Dirigente dott.ssa Rosa Commendatore, il geometra Matteo Mucari e l’agronomo Gianluca Mazzaglia. “La sinergia con il Corpo Forestale e l’Ispettorato – ha sottolineato l’Assessore Minutoli – porterà all’avvio dei lavori entro i termini stabiliti dalle scadenze progettuali. Grazie ad una attenta analisi sono state affrontate le problematiche che impedivano lo sblocco di quest’opera con il conseguente rischio della perdita del finanziamento. L’apprezzamento espresso dal dott. Cavallaro e dalla dott.ssa Commendatore evidenzia come attraverso azioni ben precise siamo riusciti a rispettare la tempistica. Si procederà così a bandire la gara per avviare la sistemazione del più grande polmone verde comunale della città, i cui fondi ammontano ad 1000.000,00 di euro nell’ambito del Masterplan”.

Comunicato n. 537
giovedì, 28 Maggio 2020

L’Assessore alla Cultura Enzo Caruso si è recato nei giorni scorsi a Sperone per prendere visione dell’Anfiteatro “Sperone Ovest”, ubicato in prossimità della Chiesa dei Miracoli, realizzato nel 2016 nell’ambito delle opere di Urbanizzazione primaria con una capienza di 500 posti a sedere.

 

 

Presente al sopralluogo il Presidente dell’Associazione “Progetto Sperone” Massimo Costanzo e il Direttore di Messina Web TV Carlo Cucinotta, anch’egli abitante a Sperone. L’anfiteatro ben si presta per alcune rappresentazioni culturali da inserire nel cartellone degli eventi estivi organizzato dal Comune, sempre tenendo in considerazione la limitazione dei posti previste dalle norme vigenti. L’Assessore Caruso annuncia che l’Assessore Massimo Minutoli e il Presidente dell’AMAM Salvo Puccio hanno già previsto alcuni interventi di riqualificazione relativamente alla decespugliazione e all’arredo urbano delle “aree a verde” circostanti l’anfiteatro e alla riattivazione dell’impianto antincendio già esistente.

Comunicato n. 536
giovedì, 28 Maggio 2020

Il Vice Sindaco Salvatore Mondello ha reso noto che stamani sono stati consegnati i lavori per la messa in sicurezza dell’Istituto Mazzini Gallo in via Natoli, alla presenza del RUP Arch. R. Antonuccio, del Direttore dei Lavori Arch. G. Rizzo, della Dirigente Scolastica M. Ausilia Di Benedetto (Mazzini Gallo) e del Responsabile per la Sicurezza dell’Istituto Caio Duilio, Ing. P. Crescenti. Presente anche la nuova impresa aggiudicataria, che subentra alla precedente, rivelatasi inadempiente e sostituita grazie al costante impegno del RUP e dell’Amministrazione comunale, che ha messo fine ad una vicenda complessa e tormentata. Nel corso dell’incontro sono stati analizzati dettagliatamente tutti gli interventi da eseguire; si è discusso sulle tipologie di materiali da utilizzare e soprattutto sul cronoprogramma dei lavori, che la ditta si è impegnata ad eseguire senza ulteriori ritardi o intralci sulla programmazione didattica. Il Vice Sindaco Mondello si è assicurato che tutto possa procedere con le opportune cautele, in linea con le attuali normative in materia di COVID e nel rispetto della tempistica pattuita, per scongiurare ulteriori disfunzioni nelle attività scolastiche ma soprattutto nella garanzia di un Istituto all’avanguardia in termini di sicurezza e di logistica.
Oggi è stata segnata una tappa importante per la scuola messinese, un progresso che evidenzia, ancora una volta, l’attenzione posta dall’Amministrazione al tema della sicurezza in ambito di Edilizia Scolastica, che da decenni sconta ritardi e inadempienze, che hanno reso fortemente precario il patrimonio immobiliare comunale. “La sicurezza dei nostri ragazzi è un punto fondamentale per questa Amministrazione – ha dichiarato il Vice Sindaco. La comunità scolastica ha il diritto di operare in condizioni ottimali e a questo fine sarà costante l’impegno a reperire nuovi fondi, ad accelerare iter burocratici, rimuovendo le criticità che per troppi anni hanno caratterizzato il settore”.

Comunicato n. 535
giovedì, 28 Maggio 2020

Una vera task-force è stata attivata dall’Amministrazione Comunale per il ripristino del decoro del Forte Ogliastri. La sinergia tra gli Assessori al Patrimonio Fortificato Enzo Caruso, ai Beni Culturali ed Ambientali il Vice Sindaco Salvatore Mondello, all’Arredo Urbano Massimiliano Minutoli, al Presidente della V Municipalità Ivan Cutè, al responsabile dell’Ufficio Manutenzione Marco Mancuso e al Presidente di Messina Servizi Bene Comune Pippo Lombardo con l’intero CDA e gli operatori, ha consentito in tempi brevissimi la messa in sicurezza e la riqualificazione di parte dell’area di pertinenza del Forte. Il personale addetto all’Ufficio Manutenzione ha ricollocato la cancellata del fossato e rinforzato la chiusura del portone di ingresso, recentemente manomesso, mentre un’intera squadra di Messina Servizi ha curato la decespugliazione della Piazza d’Armi e del terreno circostante, fino alle piazzole delle batterie dei cannoni poste sul fronte a mare. In meno di due giorni è ripristinato quello che per circa otto anni si era lasciato andare in malora. “Nella qualità di Assessore alla Valorizzazione del Patrimonio Fortificato oggi – l’Assessore Caruso – e di colui che ha riportato alla luce gli inediti documenti e la storia della realizzazione del Sistema ottocentesco dello Stretto di Messina, portando all’attenzione della comunità scientifica europea la peculiarità delle fortezze del periodo umbertino, inserendolo nella Rete internazionale delle città fortificate – dichiara Caruso – non posso che essere indignato con chi, da amministratore, non ha saputo tutelare il risultato di uno dei restauri conservativi più riusciti e meglio eseguiti negli ultimi vent’anni su una delle opere fortificate dello Stretto. Ritengo delittuoso non avere a cuore il nostro patrimonio e soprattutto non aver avuto rispetto del lavoro di chi ci ha creduto e dei soldi pubblici che sono stati impiegati. È il destino di questi forti, costruiti per contrastare i nemici del tempo, ma non sono riusciti a resistere a quelli più terribili e insidiosi: l’incuria e l’abbandono”. Una volta recuperati gli ambienti del Forte l’intera area circostante, bisognerà pensare ad una forma di affidamento che ne consenta la sorveglianza e la fruibilità per attività culturali e inserisca a pieno titolo Forte Ogliastri nel circuito del Sistema Fortificato, vero attrattore turistico del nostro territorio con le loro spettacolari terrazze sullo Stretto di Messina. Restaurato nel 2002 dall’Amministrazione Buzzanca, con i fondi del Piano Urban, il restauro del Forte costò 688.761,00 euro, mentre il recupero ambientale del parco e la realizzazione dell’area giochi impegnò un importo di 509.874,00 euro. Il gruppo di Progetto, che faceva capo all’Ufficio “Programmi Complessi”, era costituito dagli architetti Scipilliti, Fastuca, Tripodo, Falcone, dagli Ingegneri Leotta e Ricciardi, e dai geometri Rodilosso e Frigione. Una volta inaugurato, fu creato l’Incubatore Urbano che mise in rete il Quartiere, il Conservatorio Corelli, la Parrocchia di S. Matteo e gli Istituti Marconi, Antonello e Basile e divenne per alcuni anni una splendida location che accolse eventi culturali, musicali e teatrali organizzati.

Comunicato n. 533
giovedì, 28 Maggio 2020

Da domani, venerdì 29, sino al 22 giugno, nella fascia oraria 6-17,30, vigerà il divieto di sosta, sul lato mare di via Consolare Pompea, tra le vie Lago Grande e Nuova; su entrambi i lati di via Lago Grande, nel tratto in prossimità della pescheria “FelPesca”, ed in quelli compresi tra le vie Galluccio e Caratozzolo e tra le vie Silipazzi e Circuito. Sempre da domani e sino al 29 giugno, il divieto interesserà nella stessa fascia oraria entrambi i lati di via T. Cannizzaro, tra via XXIV Maggio ed i viali Principe Umberto/Italia. I provvedimenti viabili sono stati disposti per consentire l’esecuzione di lavori di potatura e messa in sicurezza alberi e dovranno essere adottati per singoli tratti di intervento giornaliero, provvedendo ad interdire il transito pedonale nei corrispondenti tratti di marciapiede (indirizzando, con idonea segnaletica stradale, i pedoni nei tratti di marciapiede sul lato opposto, garantendo, in sicurezza, l’accesso a tutti gli ingressi ivi presenti, per mezzo di protezioni superiori e laterali), per il posizionamento dei mezzi d’opera. La parte di carreggiata stradale occupata dai mezzi impegnati dovrà essere opportunamente delimitata e la circolazione stradale garantita e regolamentata nella restante parte, a cura e spese della ditta esecutrice, provvedendo ad istituire il senso unico alternato di circolazione (regolamentato con movieri o con impianti semaforici provvisori e con la collocazione di idonea segnaletica stradale) in quelle strade a doppio senso di circolazione in cui a causa dei lavori non è possibile mantenere il contemporaneo doppio senso di circolazione. Gli interventi dovranno essere effettuati con esclusione delle fasce orarie 7,15-8,45 e 13,00-14,15 e delle giornate in cui sono previste manifestazioni religiose, civili e sportive.