Comunicati stampa di domenica 31 Maggio 2020


Comunicato n. 547
domenica, 31 Maggio 2020

In merito all’articolo pubblicato oggi, domenica 31, sul quotidiano Gazzetta del Sud a firma del giornalista Mauro Cucè, dal titolo “Oggi scade la convenzione ACR Messina per la gestione dello stadio. Cosa accadrà? Il rebus del San Filippo”. E sui concerti il Vice Sindaco Salvatore Mondello “C’è uno spiraglio…”, il Vice Sindaco Salvatore Mondello e l’Assessore allo Sport Giuseppe Scattareggia precisano quanto segue. “Questa Amministrazione ha dimostrato che le polemiche sollevate ad arte in merito all’organizzazione dei concerti al San Filippo erano infondate, prova ne sia il fatto che il ricorso proposto dalla società Musica da Bere è stato dichiarato inammissibile dal Tar sezione Sicilia.
Diversamente da quanto alcuni continuano ostinatamente a volere rappresentare, l’organizzazione dei concerti non è saltata per volontà dell’Amministrazione, ma per effetto delle disposizioni nazionali che hanno sospeso tali eventi per contrastare e prevenire il contagio da COVID-19 su tutto il territorio nazionale.
Rammentiamo, poi, che la scelta di affidare la gestione dello stadio in concessione trentennale è il frutto di una strategia condivisa dall’Amministrazione con il Consiglio Comunale che ha approvato il Salva Messina, di cui faceva parte anche tale scelta. Ovviamente, come abbiamo detto fin dall’inizio, la concessione dell’impianto e di tutte le aree pertinenziali al nuovo concessionario non può essere gravata dall’ipotesi di organizzazione di due concerti nella prossima estate, per la semplice ragione che il nuovo aggiudicatario dovrà essere nelle condizioni di disporre liberamente di tutto lo stadio e delle relative aree per avviare i lavori che daranno vita ad un nuovo impianto, che sfrutterà finalmente le effettive potenzialità dello stadio e delle sue pertinenze. Ciò non esclude, come hanno chiarito gli Assessori allo Sport Pippo Scattareggia e al Contenzioso Dafne Musolino nel corso dell’ultima intervista rilasciata sul tema, che il nuovo aggiudicatario possa, dopo essere entrato in possesso della struttura, avviare una interlocuzione diretta con le società che organizzano tali eventi al fine di concordare le modalità per lo svolgimento degli stessi e valutare la compatibilità tra i concerti ed i lavori che dovranno necessariamente essere eseguiti nello stadio e nelle aree pertinenziali. Però, proprio la considerazione della necessità di dare corso a tali lavori e la consapevolezza che si tratterà di lavori di grande impatto, che verosimilmente trasformeranno tutta l’area in un cantiere a cielo aperto, rendono impossibile al momento vincolare il bando per la concessione trentennale dello stadio alla condizione della cessione della disponibilità dello stesso per l’organizzazione dei concerti nella prossima estate. Lo spiraglio cui si fa riferimento nella dichiarazione rilasciata ieri è dunque riferito ai possibili futuri contatti che il nuovo aggiudicatario potrà avviare in totale autonomia con le società organizzatrici, in perfetta adesione e coerenza con quanto già in precedenza dichiarato dagli Assessori Scattareggia e Musolino e con la linea espressa in proposito dall’Amministrazione”.

Comunicato n. 546
domenica, 31 Maggio 2020

“Ho appreso con grande soddisfazione – dichiara in una nota il Presidente del Consiglio Comunale Claudio Cardile – dell’incardinamento in Commissione Ambiente della Camera dei Deputati delle quattro proposte di legge che hanno l’obiettivo di affrontare il problema del risanamento di vaste porzioni del territorio della nostra città. Maggioranza e opposizione alla Camera dei Deputati sembrano essere concordi e determinati a chiedere al governo del Paese di farsi carico di un intervento decisivo per superare l’emergenza sociale in cui vivono più di 8000 nostri concittadini. Sono consapevole delle tante promesse disattese e iniziative legislative promosse e poi abortite, ma non è più il tempo di cercare responsabilità. È arrivato, infatti, il momento di dare risposta a una Città che chiede con forza di avere riconosciuti i diritti di cittadinanza a una larga porzione dei suoi abitanti. La Camera dei Deputati sembra essere compatta nell’avanzare un’iniziativa legislativa comune e credo si debba cogliere subito questa importante convergenza promossa dai rappresentanti eletti nel nostro territorio. Comprendiamo le difficoltà di trovare risorse e strumenti adeguati di cui ha parlato il Ministro Provenzano in una sua recente intervista, ma non giustifichiamo alcun atteggiamento che non sia spinto da impegno e determinazione. L’unico strumento, per superare le criticità di carattere giuridico ed economico, è la volontà politica di andare avanti e trovare le soluzioni. Una politica con la ‘P’ maiuscola, competente e all’altezza del compito che non si ferma di fronte alle difficoltà, ma le affronta e le supera. Siamo fiduciosi – conclude il Presidente Cardile – che in tempi brevi il Governo nazionale, insieme a quello regionale, possano di comune intesa, dare il contributo decisivo per mettere fine al degrado ambientale, economico e sociale di una intera comunità”.

Comunicato n. 534
domenica, 31 Maggio 2020

A causa dei lavori sulla rampa in entrata, lo svincolo autostradale di Tremestieri sarà chiuso sino alle ore 24 di oggi, domenica 31, in direzione Catania e in direzione Palermo. Il provvedimento è stato adottato a seguito dell’incontro del Comitato Operativo per la Viabilità, tenutosi lo scorso 12 maggio in Prefettura, alla presenza del Vice Sindaco Salvatore Mondello, dei rappresentanti delle società di navigazione, del C.A.S. e della Polizia Locale (Municipale, Metropolitana e Stradale) in considerazione dei disagi e delle ripercussioni che i lavori possono cagionare sulla fluidità del traffico veicolare, prediligendo dunque la chiusura dello svincolo nel week end.