Comunicato n. 531
mercoledì, 10 Aprile 2019

APPROVATO DALLA GIUNTA IL REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI VIGILANZA AMBIENTALE SUL TERRITORIO

La Giunta municipale, presieduta dal sindaco Cateno De Luca, riunitasi lo scorso venerdì 5 a Palazzo Zanca, ai sensi della deliberazione di Consiglio comunale n. 3/C del 2 gennaio 2016, ha esitato la proposta di deliberazione n. 252 relativa all’approvazione del Regolamento comunale per la gestione del servizio di vigilanza ambientale sul territorio. Obiettivo del regolamento è disciplinare l’istituzione e l’attività di vigilanza svolta da soggetti denominati “Ispettori Ambientali Comunali” (IAC) volontari, ai quali conferire compiti di tutela dell’ambiente contro ogni forma di inquinamento del decoro della città e del territorio. L’attività viene svolta in particolare attraverso azioni concrete volte a limitare le forme di inquinamento, l’abbandono improprio di rifiuti sul territorio o il conferimento in violazione alle norme contenute nel regolamento comunale per la disciplina dei RSU in conformità al decreto legislativo n.152 del 3 aprile 2006, alle ordinanze comunali in materia e a quanto previsto dalle normative vigenti; e a rafforzare la cultura del rispetto dell’ambiente, anche attraverso attività d’informazione e collaborazione con i cittadini ed esercenti di attività commerciali, in merito alla raccolta differenziata, del recupero dei rifiuti e della qualità dei servizi ambientali. L’istituzione degli Ispettori Ambientali Comunali volontari è disciplinata dall’art.1 del regolamento; l’incarico è attribuito con provvedimento del Sindaco e potranno essere selezionati tra dipendenti comunali, dipendenti della società gestore del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti, cittadini che faranno domanda e tra i soggetti appartenenti alle Associazioni di volontariato e onlus che aderiranno ad un’apposita convenzione con il Comune. I soggetti interessati dovranno sostenere un corso di formazione di durata non inferiore a venti ore, organizzato dal Comune. Lo svolgimento dell’incarico è a titolo gratuito e nessun rapporto di lavoro viene instaurato con il Comune di Messina.