Comunicato n. 43
mercoledì, 12 Gennaio 2022

Contagi Covid tra i dipendenti comunali, sanificazione degli uffici e utilizzo di mascherine: nota dell’Assessore Musolino

“Con riferimento alle dichiarazioni della FP Cgil in merito ai nuovi contagi Covid tra i dipendenti comunali e in particolar modo tra gli agenti del Corpo di Polizia Municipale, si contestano le faziose accuse che vengono smentite, ancora una volta dai fatti”. È quanto evidenzia in una nota l’Assessore con delega alla Polizia Municipale e all’Emergenza Covid Dafne Musolino. “In ordine al preteso scarso controllo agli accessi, si richiama all’attenzione la nota del Direttore Generale prot. n. 279400 del 14/10/2021 con la quale erano state già attivate le verifiche previste dal D.L. 127/2021. È sottinteso – sottolinea l’Assessore – che a seguito dell’emanazione del D.L. n.1 del 07.01.2022, il quale richiede il possesso del super Green pass per l’accesso ai pubblici uffici, i controlli subiranno un adeguamento finalizzato al pedissequo rispetto delle nuove disposizioni per limitare l’ulteriore ondata pandemica. Pertanto, si ritiene del tutto infondata l’accusa relativa alla pretesa assenza di sanificazione dei locali. Rammentiamo infatti, alla sigla sindacale che vengono disposte ed eseguite sanificazioni dei locali ogni volta in cui viene denunciato un caso di positività tra i dipendenti comunali. Inoltre, si ricorda al Segretario della FP Cgil che in data 08.01.2022 è stata effettuata una azione di sanificazione straordinaria negli stabili di Palazzo Zanca; in quelli dei Servizi Sociali in via F. Bisazza; della Palazzina uffici cimiteri in via Catania; e nei locali di Palazzo Weigert in via Argentieri. L’attività di sanificazione programmata dall’Amministrazione comunale – precisa l’Assessore – proseguirà sabato 15 gennaio nei locali del Palacultura di viale Boccetta; negli uffici dell’Urbanistica siti in piazza Vittoria; in quelli di Palazzo Satellite a piazza della Repubblica; e nello stabile della Mobilità Urbana in via La Farina. Relativamente poi alla questione sulla pretesa mancanza di mascherine si rileva che trattasi di una chiassosa alzata di toni per esasperare gli animi, in quanto quelle chirurgiche sono disponibili ed in continua dotazione al personale dipendente, come previsto dalla normativa in atto vigente. Stante il recente D.L. n.1 del 07.01.2022, che introduce l’obbligo delle mascherine FPP2 esclusivamente in alcune particolari condizioni, si rappresenta che ad oggi tale obbligo non è vigente per le fattispecie individuate dalla sigla sindacale. Nonostante ciò la Direzione Generale ha già attivato la fornitura su MEPA delle mascherine FPP2 che saranno acquistate per tutto il personale dipendente al quale verrà fornito anche l’ulteriore dispositivo di protezione individuale. Appare del tutto evidente che denunciare pretese carenze che nei fatti non esistono, oltre a costituire una dichiarazione contraria al vero, rappresenta esclusivamente un metodo di distrazione sindacale al quale la FP Cgil ricorre al fine di contrastare politicamente l’Amministrazione comunale. L’auspicio importante è invece che tutti i dipendenti osservino in maniera precisa e puntuale, rispettando in primis loro stessi, le importanti prescrizioni normative affinché non si verifichino casi anche isolati, di comportamenti difformi o ostativi del rispetto delle regole. In tal senso si ritiene fondamentale rendere noto che a seguito di verifiche attivate su mia disposizione – precisa la Musolino – per competenza sia alla Polizia Municipale che alle Risorse Umane, è stato accertato che ben sei agenti del Corpo hanno prestato servizio nonostante non fossero vaccinati, in aperta e grave violazione del D.L. n. 171/2021 che prevede a decorrere dal 15 dicembre 2021 l’obbligo vaccinale per la Polizia locale. Per il suddetto personale è già stata trasmessa la relativa comunicazione alla Prefettura per l’irrogazione delle sanzioni previste dal D.L. n. 171/2021, e si procederà altresì con separato procedimento disciplinare alla contestazione dei relativi addebiti. I controlli sono necessari – conclude l’Assessore Musolino – ma ancor più doveroso è il senso di responsabilità e di rispetto reciproco che ogni individuo deve dimostrare anche nel proprio ambiente di lavoro”.