Comunicato n. 1759
giovedì, 13 Dicembre 2018

DOMANI IL CONVEGNO SULLA PRESENTAZIONE DEGLI OBIETTIVI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

Presente l’assessore al Piano Strategico, Smart City e Finanziamenti Europei, Carlotta Previti, si è svolta stamani a Palazzo Zanca la conferenza stampa di presentazione del convegno sugli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile (OSS o Agenda 2030), patrocinato dal Comune di Messina e dall’Università degli Studi di Messina, in programma domani, venerdì 14, dalle ore 9, nel Salone dei Cavalieri del Centro Diurno Camelot, Cittadella Sanitaria Lorenzo Mandalari. All’incontro, organizzato dall’associazione Il Centauro onlus, dal Comitato MMO, dalla Post Consumo onlus, in sinergia con il Centro Diurno Camelot del dipartimento di Salute Mentale Asp 5, parteciperanno il vicesindaco Salvatore Mondello, gli assessori Dafne Musolino, Giuseppe Scattareggia, Massimiliano Mondello e Carlotta Previti, il prorettore dell’Università degli Studi di Messina Luigi Chiara, Matteo Allone responsabile del dipartimento di Salute Mentale, Salvatore Santamaria presidente di Post Consumo onlus e le associazioni Unione Stampa Cattolica Italiana Sicilia, l’Aquilone onlus e Informa Giovani. La risoluzione 70/1 delle nazioni unite definisce il programma per lo Sviluppo Sostenibile 2030, individuando 17 obiettivi e 169 sotto-obiettivi. “Lo Sviluppo Sostenibile, nell’ambito della sfera sociale, ambientale ed economica, – ha evidenziato l’assessore Previti – punta alla creazione e all’affermazione di un nuovo modello di sviluppo che ponga l’individuo al centro, mirando a tutelare le generazioni future. Una maggiore attenzione quindi in un mondo che cambia, sempre più connesso in rete, ma dove l’individuo si sente diviso e disancorato dalle proprie radici e dalla propria storia. Agenda 2030 costituisce una priorità, in quanto potrebbe sembrare una data lontana, ma in realtà non lo è e non deve rappresentare un mero traguardo europeo. Uno degli obiettivi è la sostenibilità ambientale, cui ogni amministratore deve attenersi nei suoi progetti e nei risultati da conseguire”. Quello di domani sarà il primo di una serie di appuntamenti per iniziare ad individuare in modo condiviso quali potranno essere gli sviluppi di tali processi legati al territorio. Per tale ragione è stata scelta la sede del convegno nel Centro Diurno di Salute Mentale. Relatori e moderatori saranno, oltre ai componenti dell’Esecutivo di Palazzo Zanca, il vescovo ausiliare mons. Cesare Di Pietro, Giuseppe Abbati, Matteo Allone, Maurizio Ballistreri, Sergio Bertolami, Vincenzo Campolo, Francesco Cancellieri, Antonino Ciraolo, Cosimo Inferrera, Giuseppe Rao, Mohamed Refaat, Giovanni Saccà, Salvatore Santamaria e Danilo Zizzo.