Comunicato n. 610
venerdì, 12 Giugno 2020

Domani la festività in onore di S. Antonio: provvedimenti viari, osservanza delle misure anti-assembramento e divieti per gli operatori commerciali

Domani, sabato 13, in occasione della celebrazione della festività di S. Antonio, dalle ore 7 alle 22, saranno vietati la sosta, 0-24, ed il transito veicolare in via Santa Cecilia, nel tratto compreso tra le vie Cesare Battisti e Centonze, ed in via Ghibellina, tra le vie Aurelio Saffi e Nino Bixio. Al fine di adottare le necessarie misure di sicurezza nel rispetto della vigente normativa sulle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, il Vice Sindaco Salvatore Mondello congiuntamente all’Assessore alla Sicurezza Urbana Dafne Musolino invitano quanti prenderanno parte all’evento religioso a rispettare le regole tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche del luogo, per garantire ai fedeli la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro e di indossare la mascherina. Si ricorda altresì a tutela della sicurezza e della incolumità pubblica che sempre domani, sabato 13, sarà vietata la vendita e/o somministrazione di bevande alcoliche superiori al 5 per cento e la vendita e/o l’utilizzo di qualsiasi altro prodotto in lattine e/o in contenitori di vetro anche se di provenienza personale in un raggio di 500 metri interessato dalla manifestazione. Infine vige il rispetto delle norme di sicurezza per l’eventuale utilizzo di impianti a GPL (Gas di Petrolio Liquefatti) che potrebbero essere impiegati in un raggio di 500 metri durante lo svolgimento della festività religiosa. Pertanto gli operatori che intendono utilizzare apparecchiature a gas combustibile per la cottura di cibi e bevande destinati alla vendita hanno l’obbligo di munirsi di idonea documentazione tecnica e certificazioni relative alla loro corretta installazione e manutenzione. I titolari ed i gestori delle attività di commercio e artigianali, anche ambulanti, su area pubblica, sono responsabili della corretta applicazione della normativa. L’inosservanza delle disposizioni è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro.