Comunicato n. 811
venerdì, 23 Luglio 2021

Domani Notte Bianca “Vaccini e Cultura” all’Ospedale Militare dalle ore 19.30

Gli Assessori, all’Emergenza Covid, Dafne Musolino, e alla Cultura, Enzo Caruso, insieme al Colonnello medico Alfonso Zizza, Direttore dell’Ospedale Militare; al Direttore Sanitario dell’ASP Bernardo Alagna; e all’esperto comunale di arte contemporanea Alex Caminiti, hanno illustrato oggi a Palazzo Zanca, nel corso di una conferenza stampa, la Notte Bianca “Vaccini e Cultura” in programma domani, sabato 24, all’Ospedale Militare, a partire dalle ore 19.30 sino all’una circa di notte. “E’ un’iniziativa promossa dalla Direzione dell’Ospedale Militare – ha spiegato l’Assessore Musolino – che abbiamo immediatamente sposato, lasciandoci coinvolgere nell’organizzazione. Oggi più che mai è necessario focalizzare l’attenzione della cittadinanza sull’importanza delle vaccinazioni e sulla necessità di aumentare rapidamente il numero dei vaccinati prima della ripresa della scuola; anche i Ministeri della Salute e dell’Istruzione hanno diffuso infatti una nota in cui sottolineano ai Comuni l’importanza che l’attività didattica riprenda in presenza. La campagna vaccinale è rivolta principalmente sia alle fasce di giovani e giovanissimi over 12 che agli over 60, nelle cui fila non si è ancora raggiunta la piena vaccinazione. Comprendiamo che il caldo scoraggi sicuramente l’approccio al sistema sanitario, ma ci auguriamo che eventi come questo di domani e il Vaccino Party organizzato per martedì sera dal Sindaco De Luca, possano essere iniziative incoraggianti, anche se non organizzate direttamente dal Comune, e sostenute per incentivare l’approccio alla vaccinazione. Aspettiamo domani tutti coloro che vorranno partecipare, anche per conoscere la bellissima struttura dell’Ospedale Militare, situata in centro città, dove si potranno ammirare le opere esposte del maestro Caminiti con la collezione dei Supereroi che rappresentano non soltanto chi si vaccina ma anche le Forze dell’Ordine, i militari scesi al fianco della popolazione con il Generale Figliuolo in testa, e nella nostra città la Brigata Aosta che ha dimostrato grande operatività in tutta la fase dell’emergenza ed a maggior ragione adesso in quella di vaccinazione, unica arma possibile contro il Covid”. L’Assessore Caruso ha aggiunto che: “La Cultura si diffonde sempre dove il terreno è fertile e il connubbio tra Amministrazione comunale ed Esercito, in particolare l’Ospedale Militare, già sperimentato con successo in altre occasioni, consentirà di aprire questo luogo storico alla città, anche attraverso momenti musicali eseguiti dalla Banda della Brigata Aosta e ulteriori iniziative che renderanno lieto l’evento in nome della vaccinazione”. Il Colonnello medico Zizza, nel presentare gli appuntamenti della serata, ha invitato i cittadini messinesi a recarsi domani presso la struttura ospedaliera da lui guidata, mentre il Direttore Alagna si è soffermato sulle azioni intraprese in maniera congiunta e sinergica tra i vari Enti, per incentivare la campagna vaccinale, anche nell’ottica della riapertura delle scuole. Patrocinata dal Comune di Messina e organizzata dal Dipartimento di Medicina Legale di Messina, l’iniziativa prevede l’apertura delle porte alla cittadinanza all’interno della struttura ospedaliera militare con l’obiettivo di appellarsi a tutti coloro, non ancora vaccinati, affinché provvedano con fiducia e senza tentennamenti, in particolare agli over 60, ad oggi la categoria più a rischio, agli adolescenti, ai giovani, alle loro famiglie ed a tutto il personale scolastico per un ritorno a scuola in presenza. Il Comune di Messina, in sinergia con l’Ospedale militare ed in linea con la campagna di vaccinazione mirata della Regione Sicilia, mette in campo la musica e la cultura per offrire una serata estiva divertente in comodi orari anche per i più esigenti. Dopo essersi sottoposti al vaccino si potrà infatti assistere all’esibizione di vari gruppi che saliranno sul palco del Dipartimento, tra i quali la Banda Musicale della Brigata Meccanizzata “Aosta” ed un quintet del Conservatorio Corelli. Sarà possibile inoltre visitare l’esposizione storica della Sanità Militare del Regio Esercito, dalla fine del XIX secolo alla II Guerra Mondiale, di proprietà del Generale Messale, e la mostra presentata oggi nel corso della conferenza stampa e curata dall’esperto comunale di arte contemporanea Alex Caminiti con gli artisti dell’Organizzazione GAS collettivo d’arte indipendente Felipe Cardena (Spagna), Svetlana Grevenyuk (Ucraina), Sara Baxter (Inghilterra), Ma Lin (Cina), Gimaka (Senegal), Sadif (Egitto) e gli italiani Michele D’Avena, Fabio Carmelo D’Antoni, Sabrina Di Felice, Roberta Dallara e Alex Folla. L’evento sarà presentato da Silvana Paratore.