Comunicato n. 1832
venerdì, 21 Dicembre 2018

DONO DELLA POESIA “U TIRRIMOTU I MESSINA” DI SALVATORE CARELLA ALLA BIBLIOTECA COMUNALE

Le nipoti del poeta Salvatore Carella hanno donato oggi alla Biblioteca Comunale la poesia “U Tirrimotu i Messina” scritta a seguito del disastroso evento che colpí la città di Messina il 28 dicembre. Il poeta vernacolare Salvatore Carella, che in quel periodo era militare in servizio a Messina, si salvò miracolosamente e scrisse i versi, in dialetto leontese, come testimonianza dell’immane tragedia. I familiari di Carella (scomparso nel 1980) hanno contattato il responsabile della Biblioteca per donare la poesia, stampata in edizione particolare in carta di agrumi e profumata alla zagara con copertina in carta di ciliegi, in occasione dell’anniversario dei 110 anni dal disastro, affinché non si perdesse il ricordo di quanto accadde a Messina. L’assessore alla Cultura Roberto Vincenzo Trimarchi e il dirigente Salvatore De Francesco ringraziano pubblicamente gli eredi del poeta per la donazione, che è stata consegnata alla responsabile Amelia Leotta e sarà conservata insieme agli altri rari documenti dell’Archivio relativi al terremoto, come testimonianza storica di un momento drammatico della Città.