Comunicato n. 183
giovedì, 7 Febbraio 2019

ESITO DEI LAVORI DELLA V COMMISSIONE CONSILIARE

Nella seduta di ieri, mercoledì 6, la V Commissione “Scuole e Politiche Culturali”, presieduta dal consigliere Piero La Tona, ha approvato definitivamente il “Regolamento per l’affidamento in gestione e in uso degli impianti sportivi comunali”. Tutti i gruppi politici presenti in Commissione hanno votato all’unanimità il Regolamento che hanno contribuito a scrivere, dopo aver sentito anche i suggerimenti della Terza Circoscrizione che aveva presentato una proposta, quelli del CONI e di diverse federazioni e associazioni sportive. Soddisfazione è stata espressa dal Presidente della Commissione sia per i contenuti del Regolamento che colma un vuoto nelle procedure amministrative in questo settore sia per il metodo di lavoro.
“Il Regolamento – sottolinea La Tona – è stato scritto a più mani dall’intera Commissione che in diverse sedute ha limato i vari aspetti contenutistici accogliendo i suggerimenti ricevuti ed anche i consigli giuridici provenienti dagli uffici e dal Segretario Generale del Comune. Il prossimo passaggio sarà quello del Consiglio Comunale che potrà approvarlo definitivamente ed in caso di esito positivo si porrà finalmente ordine nell’assegnazione in gestione ed in uso degli impianti sportivi comunali e tutti i soggetti interessati avranno così regole certe per partecipare ai bandi e per dare un contributo al funzionamento dei luoghi in cui si svolgono le attività e le manifestazioni sportive cittadine. L’auspicio è che l’Amministrazione comunale manifesti l’intenzione di attenderne l’approvazione definitiva, onde evitare che qualche impianto sportivo, anche di grande rilevanza economica, venga ancora affidato senza il rispetto delle regole chiare e condivise che stanno alla base di questo Regolamento. Tra le novità più significative, il testo approvato detta le regole per l’affidamento in gestione sia degli impianti sportivi con rilevanza economica sia di quelli senza rilevanza economica. Per i primi si dovrà procedere rispettando tutti i parametri e le modalità previste dal vigente Codice degli appalti pubblici, mentre per i secondi si potranno utilizzare modalità più semplici, sempre però con procedure di evidenza pubblica, dando una via preferenziale alle associazioni e società sportive senza fini di lucro. Per quanto riguarda il contributo del Comune, infine, negli impianti senza rilevanza economica questo potrà continuare ad esistere, mentre per quelli con rilevanza economica i gestori dovranno farsi carico di tutte le spese a fronte degli introiti che percepiranno. Siamo certi – conclude il Presidente – che il Regolamento potrà mettere fine all’incertezza ed ai contenziosi che nel corso degli ultimi anni si sono generati tra i gestori degli impianti, le associazioni sportive che ne usufruiscono e l’ente locale che, spesso, ha dovuto sopperire a tutti gli oneri derivanti da questi importanti presidi di legalità sul nostro territorio comunale”.