Comunicato n. 1614
giovedì, 22 Novembre 2018

FILARMONICA LAUDAMO: DOMENICA 25 AL PALACULTURA CORPINA E L’ORCHESTRA DA CAMERA« SINFONIETTA» MESSINA

Suggestivo appuntamento con due rare composizioni per clarinetto per la 98ª stagione della Filarmonica Laudamo di Messina, domenica 25, alle ore 18, al Palacultura Antonello, con il clarinettista Giuseppe Corpina e l’Orchestra da Camera «Sinfonietta» Messina. Secondo l’indicazione contenuta nel “The New Grove Dictionary of Music and Musicians”, il «Concerto per clarinetto e orchestra in Si bemolle maggiore» (1750) di Johann Stamitz, che verrà eseguito, sarebbe il primo concerto scritto per clarinetto. L’altra composizione per clarinetto, prevista nel programma, scritta da Franz Xaver Pokorny è il «Concerto per clarinetto e orchestra N. 1 in Mi bemolle maggiore» (1760-70) di qualche anno dopo, ma anche questa eseguita raramente. Le composizioni saranno precedute la prima dalla Sinfonia n. 21 in la maggiore, K 134 e la seconda dal Divertimento in F major, K.138/125c di Wolfgang Amadeus Mozart. Giuseppe Corpina ha intrapreso lo studio del clarinetto a Lussemburgo all’età di 7 anni. Trasferitosi in Italia, ha proseguito gli studi e si è diplomato al Conservatorio “Corelli” di Messina sotto la preziosa guida del M° Giuseppe Balbi. E’ stato 1° Clarinetto dell’Orchestra Giovanile Siciliana. Vincitore di audizione, vanta una collaborazione ventennale con l’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, dove ha suonato per diverse produzioni liriche e con cui ha partecipato all’incisione discografica per l’etichetta Arte Nova Classics (gruppo BMG) dell’opera Lulu di A. Berg diretta dal M° Stefan Anton Reck. Sul palcoscenico del Teatro Vittorio Emanuele di Messina ha eseguito, come solista, il concerto n. 2 di C.M. Weber. Da alcuni anni, a seguito della collaborazione con Luciano Troja nella realizzazione di un tributo a Louis Prima, ha iniziato a frequentare anche la musica jazz, partecipando a concerti diretti da Dave Burrell, Rocco John Iacovone, Blaise Siwula, Salvatore Bonafede. E’ titolare della cattedra di Clarinetto presso il Conservatorio Statale di Musica “Corelli” di Messina. Suona un clarinetto sistema tedesco Oscar Adler & Co. – Markneukirchen (Germania). Gioacchino Zimmardi direttore, dopo aver compiuto gli studi di composizione con Eliodoro Sollima ha conseguito il titolo di Bachelor of Music presso l’Accademia Nazionale di Musica di Plovdiv (Bulgaria). Specializzato in direzione d’orchestra sotto la guida di Donato Renzetti all’Accademia Musicale Pescarese, ha diretto importanti orchestre in Italia e all’estero, tra cui, la Chorale Acadèmique de Chansons Populaires di Plovdiv (Bulgaria), l’Orchestra da Camera Sicelides Musae, i The Brass Orchestra di Palermo, l’Orchestra da Camera di Palermo. E’ tra i fondatori dell’Ensemble TeatriSonanti di cui è direttore musicale ed ha svolto l’incarico di maestro collaboratore al Teatro “V. Emanuele” di Messina. Ha pubblicato per la Casa Editrice Alfieri & Ranieri Publishing di Palermo. L’Orchestra Sinfonietta Messina, società cooperativa, nasce dall’incontro di sei professionisti del mondo musicale messinese. Percorsi diversi e paralleli si uniscono in nome di una progettualità colma di passione, competenza e dedizione nei confronti delle arti. Obiettivo principale della cooperativa è la produzione di iniziative, eventi e format culturali sul territorio cittadino come su quello internazionale per rappresentare un punto di riferimento nuovo e solido per la città, associando produzione e divulgazione. Fra le produzioni originali il fortunato progetto “Aria di Faber” di Giancarlo Parisi “I Regali di Natale” di (e con) Antonella Ruggiero l’Opera/Balletto “La Manna” dedicato alle vittime della mafia.