Comunicato n. 1395
giovedì, 25 Novembre 2021

“Giornata contro la violenza sulle donne”: avviate stamani al Palacultura le iniziative patrocinate dal Comune di Messina


Le iniziative promosse a Messina oggi, giovedì 25, in occasione della “Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne”, sono state avviate stamani nell’Auditorium del Palacultura “Antonello”, con “Tutta un’altra musica. I Giovani contro la violenza sulle donne”, concerto a cura dell’Orchestra filarmonica di Giostra. All’appuntamento, promosso dalla Prefettura in sinergia con il Comune e l’Università degli Studi Messina, hanno preso parte il Prefetto Cosima Di Stani; il Sindaco Cateno De Luca; il Magnifico Rettore Salvatore Cuzzocrea; il Vicesindaco Carlotta Previti, insieme agli Assessori Alessandra Calafiore, Enzo Caruso e Massimiliano Minutoli; rappresentanti delle autorità militari e civili; Dirigenti scolastici unitamente a delegazioni di alunni delle Scuole secondarie di II grado e delle Superiori; studenti universitari; e associazioni impegnate nelle tematiche relative alla promozione della sicurezza delle donne e dei diritti umani.

Il Prefetto Di Stani ha dato il via al concerto con i saluti istituzionali, cui è seguito l’intervento del Sindaco De Luca per i saluti anche a nome dell’Amministrazione comunale, che nel condividere le finalità dell’iniziativa ha detto “mi unisco alle parole del Prefetto pronunciate con commozione per una fenomeno che segna la nostra società, dove è palese soprattutto la debolezza di noi uomini. Lo afferma una persona – ha proseguito il Sindaco – che ha avuto una vita costellata dalla presenza di figure femminili, prima mia madre, poi mia moglie e successivamente le donne che hanno collaborato con me in ambito aziendale in ruoli importanti, fino ad oggi le splendide donne che ho in Giunta. Le donne hanno una caratteristica fondamentale: avere una marcia in più. È proprio questo aspetto che per l’uomo diventa spesso elemento di frustrazione. Questi momenti di riflessione devono essere un input per le istituzioni ad agire il più possibile, non soltanto affrontando il momento patologico della vicenda bensì puntando l’attenzione su quegli aspetti indiretti che condizionano in maniera irreversibile un rapporto di coppia già degenerato; la parità di coppia molto spesso è condizionata da alcuni aspetti per i quali la donna non si trova accolta nella comunità con gli stessi elementi di parità dell’uomo, ciò condiziona spesso il suo atteggiamento all’interno della coppia e anche nell’ambito dell’essere la madre come punto di riferimento. Relativamente all’importanza della figura materna, io posso dire di avere avuto più vicina mia madre nel mio percorso di crescita e dopo devo ringraziare mia moglie per i suoi sacrifici, perché funge da padre, infatti se non ci fosse lei a fare anche da padre, oggi non potrei fregiarmi di avere due meravigliosi bambini che sono cresciuti in assenza del padre per il lavoro che svolgo. Ecco dove sta la differenza in questo lavoro prezioso e insostituibile che noi uomini non saremmo in grado di affrontare”. Il Sindaco ha poi rivolto parole di apprezzamento e ringraziato il Prefetto per avere dato la possibilità di dare il palcoscenico ai ragazzi dell’Orchestra che già aveva avuto modo di conoscere “siete il nostro orgoglio – ha proseguito il Sindaco – elogiando il Maestro Giuseppe Lo Presti quale punto di riferimento dei giovani musicisti. Con il vostro progetto musicale testimoniate che, anche in una realtà territoriale dove sono presenti delle criticità e situazioni di disagio, è possibile grazie alle vostre capacità di scegliere  percorsi di legalità anche attraverso la musica perché essa, rappresenta lo strumento essenziale del vivere civile”. A conclusione De Luca ha ringraziato l’Università e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento e alle Forze dell’Ordine, coloro che purtroppo hanno il primo approccio con tristi vicende quando sfociano in tragedie”.

Il concerto dell’Orchestra Filarmonica di Giostra è stato intervallato da un assolo del pianista Davide Carfì e da testimonianze finalizzate a sensibilizzare i giovani sul drammatico fenomeno della violenza sulle donne. Tra le iniziative promosse dall’Amministrazione comunale il Sindaco si è poi soffermato, nell’atrio del Palacultura, dove è stata esposta a cura dell’esperto comunale di arte contemporanea Alex Caminiti, l’opera dell’artista Sabrina Di Felice dal titolo “Amore Rispetto – Rispetto Amore”, dipinto che mette in evidenza attraverso la pittura il triste fenomeno della violenza sulle donne.