Comunicato n. 1149
giovedì, 10 Novembre 2022

Inaugurata a Palazzo Zanca la mostra Super-Serie “Madonne” dell’artista italo argentino Oz

Alla presenza del Sindaco Federico Basile e delle Assessore Liana Cannata e Alessandra Calafiore è stata inaugurata oggi, giovedì 10, la mostra Super-Serie “Madonne” dell’artista argentino Michel Oz, promossa e organizzata dal maestro Alex Caminiti e Max Scaringella con la direzione artistica e curatela di Carlo Ciuffo.

Michel Oz, presente all’inaugurazione, ha donato al Sindaco Basile un suo quadro denominato “The Visioner” nel quale l’artista ha disegnato una figura maschile con la quale ha inteso rappresentare il Sindaco Basile che guarda il futuro della sua Città secondo l’ottica di Oz, la cui potenza espressiva è rappresentata dalla compresenza di passato e presente, di antico e futuro, materia viva e fluida che assume infinite possibili forme. Ovvero un’opera che si espande e oltrepassa i confini, quindi non più chiusa e circoscritta, definita e intrappolata in una cornice ma a significare che diventa parte integrante che la ricollega al mondo di cui essa fa parte. Relativamente poi alla mostra Super-Serie “Madonne”, essa si articola in un percorso di 10 grandi opere dedicate a all’immagine femminile probabilmente più rappresentativa nella storia dell’arte occidentale: la Vergine Maria. Nonostante ci siano innumerevoli differenze tra le varie Madonne nel mondo dell’arte, nella visione di Oz, ogni rappresentazione della Madonna contiene in sé il centro della sua ricerca e del suo messaggio: la Donna. Ed è proprio per questa ragione, che grazie alla collaborazione con Pangea Onlus e Reama, le opere di Michel Oz sono state inserite all’interno di un progetto filantropico destinato alla raccolta fondi a favore delle donne nel mondo. La Fondazione Pangea onlus, organizzazione no profit, lavora per favorire lo sviluppo economico e sociale delle donne, delle loro famiglie e delle comunità circostanti e a garantire i diritti umani in generale e quelli delle donne. La mostra, allestita lungo il transatlantico di Palazzo Zanca è visitabile sino a febbraio 2023.