Comunicato n. 1336
mercoledì, 9 Dicembre 2020

Insabbiamento passo di accesso approdi di Tremestieri: ordinanza della Capitaneria di Porto – Autorità Marittima dello Stretto

A seguito dell’ultimo sopralluogo congiunto effettuato da personale militare dipendente unitamente al personale dell’Autorità di Sistema portuale dello Stretto, personale della Corporazione dei piloti dello Stretto e della società concessionaria COMET srl di Messina, nonché della messa in opera di una boa luminosa lampeggiante gialla indicante il limite di acque navigabili all’ingresso del porto di Tremestieri, l’approdo é parzialmente riaperto, consentendo le operazioni commerciali esclusivamente allo scivolo 1.
Dalle ore 18 dello scorso lunedì 7, le unità navali impegnate nel servizio di traghettamento commerciale agli approdi di Tremestieri, dovranno procedere con la massima cautela e con l’obbligo di operare esclusivamente allo scivolo 1 e con condizioni meteomarine favorevoli, previa comunicazione con il responsabile dell’impresa portuale COMET presente sul posto;
mantenere una distanza non inferiore a 40 metri dalla testata del molo di sopraflutto e comunque navigare oltre la boa luminosa lampeggiante indicante il limite di acque navigabili, durante le manovre di ingresso/uscita.
In caso di condizioni meteomarine ritenute sfavorevoli dai Comandi di Bordo, le operazioni commerciali dovranno essere effettuate presso gli altri scali normalmente utilizzati dalle società di navigazione cui la nave appartiene, previa comunicazione all’Autorità Marittima ed all’Autorità di Sistema portuale dello Stretto. I contravventori all’ordinanza saranno puniti, salvo che il fatto costituisca diverso e più grave reato/illecito amministrativo se alla condotta di un’unita da diporto, ai sensi dell’art. 53 D.Lgs. n°171/2005 (Codice sulla Nautica da Diporto), e negli altri casi, ai sensi dell’artt. 1174 – 1231 del Codice della Navigazione.