Comunicato n. 1129
martedì, 30 Luglio 2019

OCCUPAZIONE ABUSIVA DI ALLOGGI ERP: NOTA DELL’ASSESSORE CALAFIORE

In merito alla comunicazione del SI.COBAS-Messina pubblicata sulle pagine della Gazzetta del Sud nei giorni scorsi, con una nota l’assessore alle Politiche della Casa Alessandra Calafiore precisa: “È necessaria – scrive l’Assessore – una urgente correzione soprattutto rispetto all’interpretazione parziale e strumentale che viene fatta dell’incontro, sintetizzata nel virgolettato ‘sta passando il messaggio che chi ha occupato ha fatto bene’ scatenando, nell’immaginario collettivo, un’idea fuorviante che resta relegata decisamente all’ambito dell’illegalità. A nome della Giunta municipale, mi corre l’obbligo di replicare e sottolineare che, al contrario, la linea di azione scelta dall’Amministrazione è quella di contrastare, ai sensi di legge, la logica dell’occupazione abusiva di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, quale mezzo per giungere al diritto alla casa, avviando, nel contempo, un nuovo percorso per il diritto alla casa che valorizza con una visione integrata ed inclusiva. Consapevole di dover affrontare un fenomeno che ha tante sfaccettature e diversi gradi di complessità, la Giunta opera in osservanza alla normativa regionale vigente, e si è data una scaletta temporale in cui ha distinto obiettivi ed interventi diretti da un lato al ‘risanamento’, (riconducibile allo sbaraccamento) e dall’altro al ‘disagio abitativo’, (le cui assegnazioni sono ripartite in base ad una apposita graduatoria per l’assegnazione in locazione definitiva). La soluzione al ‘disagio abitativo’ si incrocia con la disponibilità di alloggi, ad oggi insufficiente per rispondere alla domanda, nonostante l’incessante lavoro degli uffici competenti dei Dipartimenti comunali, rivolto sia al recupero degli alloggi che alla loro manutenzione. Per tale motivo, l’Amministrazione (la Giunta) ha voluto indirizzare ogni fonte di finanziamento, regionale, nazionale ed europea, utile allo scopo. Per quei casi di particolare ‘emergenza abitativa’, la soluzione viene cercata attraverso l’assegnazione in deroga con determinazione sindacale. L’assegnazione di alloggi in regime di autorecupero è già stata presa in considerazione da questa Giunta (Amministrazione) ed introdotta in alcune linee di azione della progettualità europea (Pon Metro), pertanto l’interesse verso la proposta del SI.COBAS è massimo ed è oggetto di un apposito tavolo di lavoro che avrà sicuro seguito affinché possa essere regolamentata, nel rispetto della normativa, ed essere incardinata in un eventuale nuovo regolamento comunale. Inoltre appare opportuna l’occasione per ribadire che ai sensi della legge n. 8/18 la Regione Sicilia ha voluto porre un termine alla illegale pratica dell’occupazione abusiva di alloggi con la possibilità, per gli occupatari, di sanare la loro posizione attraverso la procedura di regolamentazione, aperta presso gli uffici del dipartimento Politiche per la Casa. Constatato – conclude l’assessore Calafiore – che sono ancora molti gli occupatari irregolari, ciò significa che nei confronti di costoro l’Amministrazione, nei termini di legge, aprirà il procedimento del recupero degli alloggi, in favore di nuclei che hanno una effettiva emergenza abitativa”.