Comunicato n. 493
lunedì, 23 Maggio 2022

On line “Messina Smart City”, il portale web di riferimento per la partecipazione attiva della città ai temi della transizione digitale, verde ed energetica, realizzato nell’ambito del progetto “AdMINISTRA”.

Un portale on line, disponibile da pc, smartphone e tablet, con una veste grafica chiara e ad alto contenuto informativo, dove mettere in evidenza i principi guida che renderanno Messina una “città intelligente” attraverso una visione incentrata sulla transizione digitale, ecologica ed energetica, per trasformare e rivoluzionare la città. È il portale “Messina Smart city”, che i cittadini possono visionare all’indirizzo https://messinasmartcity.comune.messina.it/ ed è stato realizzato con il progetto AdMINISTRA (Azioni di Management Integrazione e reingegnerizzazione dei processi Amministrativi), nell’ambito del programma di finanziamenti europei PON Governance 2014 -2020, con il quale si intende migliorare la gestione integrata interistituzionale dei processi di innovazione, indirizzo e coordinamento per gli interventi di Energy Efficiency Policies, Green Innovation, Digital Innovation. Il progetto permetterà, quindi, di delineare il percorso di rinnovamento in cui Messina si trova anno dopo anno ad essere coinvolta, attraverso la rigenerazione dell’eco ambiente urbano, la sburocratizzazione delle azioni amministrative e l’adattamento alle linee guida strategiche indicate dell’UE.
All’interno del portale vengono approfondite in diverse sezioni la trasformazione digitale, ecologica ed energetica della città per renderla più vivibile e sostenibile, anche in termini di qualità della vita. La “vision” della Messina dei prossimi anni dovrà, difatti, tendere ad una totale digitalizzazione e ottimizzazione dei servizi al cittadino; semplificare i processi e snellire le procedure di relazione con i cittadini e le imprese; sviluppare politiche “data driven” per la sostenibilità della città (Trasformazione digitale); definire politiche di efficientamento energetico ed accelerare la strada delle rinnovabili e del “green power” di Messina (Transizione energetica); definire, infine, azioni per la decarbonizzazione e la riduzione dell’inquinamento atmosferico, ripristinare e rafforzare le aree verdi e le biodiversità, favorire il passaggio ad un modello di economia circolare per preservare le risorse e trasformarle in nuove (Transizione ecologica).
Nel portale, viene, inoltre, messa in evidenza una sezione dedicata a MEsM@RT, la smart city platform di Messina, un vero e proprio caso di successo ormai protagonista nel panorama nazionale e vincitore del premio Ecohitech Award 2021. Un ecosistema di infrastrutture, sensori, soluzioni IT e applicazioni Open Source che permetterà di migliorare la qualità dei servizi per l’Amministrazione e i diversi portatori di interesse messinesi. Tra questi il sistema di notificazione tra Amministrazione e cittadini e gli strumenti di controllo sullo stato di salute della città a supporto delle decisioni; il sistema di Webgis 3D integrato con algoritmi di machine learning e dati catastali per l’individuazione di abusi edilizi e la valutazione di movimenti franosi; il sistema di videosorveglianza intelligente per il monitoraggio del contesto urbano (riconoscimento oggetti abbandonati, targhe, monitoraggio corretto conferimento rifiuti con videotrappole); uno strumento di supporto per le aziende multiservizi per l’efficientamento dei servizi urbani (monitoraggio della rete idrica e qualità dell’acqua, inquinamento acustico ed elettromagnetico).
Nel sito, infine, news sempre aggiornate sulle attività riguardanti il processo in atto per rendere Messina una “smart city” e la sezione multimedia dove è possibile visionare video che illustrano il processo di cambiamento e i diversi progetti che stanno contribuendo a guidare il domani di Messina attraverso sostenibilità, competitività e basata sui dati. L’obiettivo della nuova piattaforma on line è, pertanto, quello di consentire a cittadini, imprese e amministrazioni di accedere a tutte le informazioni sui servizi disponibili nel proprio comune, far crescere il processo di digitalizzazione e crea una rete “amica” tra istituzioni e utenti.