Comunicato n. 171
venerdì, 19 Febbraio 2021

Seduta straordinaria e congiunta oggi nell’Aula Consiliare di Palazzo Zanca. III e VII Commissione, infatti, guidate rispettivamente dai Presidenti Giovanni Scavello, referente delle Politiche alla Salute, e Placido Bramanti, per le Politiche Sociali, hanno parlato di Luca Sansone, il bimbo di sei anni di Milazzo affetto da SMA (Atrofia Muscolare Spinale), una malattia genetica rara, la cui cura è legata all’acquisto di un costosissimo farmaco monodose, lo Zolgensma, che costa 2 milioni di euro. “Da studi effettuati, ad oggi, – evidenziano Scavello e Bramanti – questa risulta essere la prima ed unica strada da seguire che permetterebbe di intervenire direttamente sul DNA per correggere l’errore che causa la patologia. Per Luca, in queste ultime settimane, è iniziata una vera e propria gara di solidarietà”. I Presidenti Scavello e Bramanti hanno invitato a partecipare ai lavori della Commissione congiunta il prof. Giuseppe Vita, Direttore dell’UOC Malattie Neuromuscolari del Policlinico Universitario di Messina, il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza del Comune di Messina Angelo Costantino e il Presidente dell’Associazione di volontariato “Donare è vita” Gaetano Alessandro. Nel corso della seduta è stato particolarmente toccante e significativo il collegamento in diretta audio/video con Giuseppe Sansone, padre del piccolo Luca. Gli esperti hanno approfondito nello specifico l’uso dello Zolgensma per i pazienti di età superiore ai 6 mesi a seguito delle determinazioni dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).

Comunicato n. 170
venerdì, 19 Febbraio 2021

Il Comando del Corpo di Polizia Municipale ha disposto la prosecuzione dei servizi di controllo della velocità con autovelox, nell’ottica della prevenzione dei sinistri stradali, e con il dispositivo “scout”, per il rilevamento delle infrazioni al Codice della Strada in materia di divieti di sosta. I servizi saranno effettuati da lunedì 22 sino a sabato 27, alternativamente sugli assi viari più interessati dal traffico. Il controllo con autovelox si svolgerà sulla Strada Statale 114 a Galati e Mili Marina; sui viali Boccetta e della Marina Russa; sulla via Consolare Pompea; e sulla Strada Statale 113 a Spartà. Il dispositivo “scout” monitorerà la Strada Statale 114, nel tratto tra il bivio Zafferia e la rotatoria “Alfio Ragazzi”; via Marco Polo; viale S. Martino, da villa Dante a piazza Cairoli; via Industriale (tratto Samperi – S. Cecilia); via La Farina, tra le vie S. Cosimo e Cannizzaro; piazza Duomo (isola pedonale); viale della Libertà, dal viale Giostra sino alla Prefettura; viale Boccetta, dalla via Garibaldi al viale Principe Umberto; via Garibaldi, dalla Prefettura sino a piazza Cairoli; via T. Cannizzaro, tra il corso Cavour e il viale Italia; piazza della Repubblica; piazza Duomo (area pedonale); viale della Libertà, tra la rotatoria Annunziata e Giostra, e tra viale Giostra e la Prefettura; viale San Martino ( tratto Villa Dante – piazza Cairoli); S. S. 114, nel tratto bivio Zafferia – rotatoria A. Ragazzi; via Marco Polo; via T. Cannizzaro, nel tratto corso Cavour – viale Italia; corso Cavour, dal viale Boccetta sino alla via T. Cannizzaro; via I Settembre (tratto Battisti – viale San Martino); via Garibaldi, nel tratto Prefettura –Cairoli; via Tommaso Cannizzaro, tra le vie La Farina e Battisti; via C. Battisti, dalla rotatoria del viale Europa a via Garibaldi; e via Garibaldi, dalla Prefettura al viale Giostra. Il Comando della Polizia municipale raccomanda agli automobilisti il rispetto dei limiti di velocità su tutte le strade, ricordando che l’eccesso di velocità è tra le cause, che incidono maggiormente sulla gravità dei sinistri stradali, e l’osservanza delle regole che vietano la sosta, in particolare in doppia fila, sul marciapiede, nelle corsie preferenziali, pista ciclabile e attraversamenti pedonali.

Comunicato n. 169
venerdì, 19 Febbraio 2021

È stato istituito istituire uno stallo di sosta riservato ai veicoli comunali, in servizio ai sensi dell’art. 12 del D. L.vo 30/04/92 n. 285, sul lato ovest (monte) di via S. Elia, nel tratto antistante il varco di accesso all’area della ex chiesa di S. Maria degli Alemanni.
Disposta inoltre la realizzazione di uno stallo per la sosta di veicoli a servizio di persone diversamente abili, nella piazza antistante la chiesa di San Nicolò a Zafferia.

Comunicato n. 168
venerdì, 19 Febbraio 2021

Martedì 23 l’AMAM effettuerà un intervento di pulizia programmata delle caditoie, griglie di scolo e tombini delle acque bianche in via Palermo, nel tratto compreso tra viale Regina Elena e via Seminario Estivo. Per consentirne l’esecuzione, nella fascia oraria 7-17, sarà vietata la sosta su entrambi i lati; istituiti inoltre il senso unico alternato di circolazione, per singoli tratti di lunghezza massima di 30 metri, con collocazione di idonea segnaletica e con l’ausilio di movieri dotati di apposite palette, al fine di consentire il posizionamento dei mezzi d’opera necessari, ed il limite massimo di velocita 30 km/h.

Comunicato n. 167
giovedì, 18 Febbraio 2021

Si è svolta oggi la seduta della VII Commissione Consiliare permanente, presieduta dal Consigliere Placido Bramanti, alla presenza tra gli altri della Presidente della Messina Social City Valeria Asquini e del Vice Presidente Fabrizio Gemelli. “Si sono puntati i riflettori – dichiara il Presidente Bramanti – su alcune tematiche molto importanti relative al Bilancio previsionale della Messina Social City e alle dimissioni del Direttore Generale Natale Trischitta, i costi dei servizi sociali in città e le misure di sostegno alle famiglie (Family Card). DIMISSIONI DIRETTORE GENERALE. Natale Trischitta – prosegue il Presidente Bramanti – ha ufficializzato le dimissioni da direttore generale per tornare in ATM. Il manager aveva iniziato il mandato lo scorso agosto dopo tanti anni in forza all’Azienda trasporti, ma per motivi personali avrebbe deciso di fare un passo indietro. Nel giro di un anno, la società partecipata, che cura i servizi sociali per la città, si ritroverebbe dunque ancora una volta a fare i conti con le dimissioni del direttore generale. Nel dicembre 2019 aveva rinunciato Vincenzo Romano dopo appena tre mesi di mandato. E per i dipendenti rischia di aprirsi un periodo di difficoltà dopo una gestione fin qui positiva nonostante le tante difficoltà incontrate, Covid in primis. CRITICITA’ BILANCIO PREVISIONALE MESSINA SOCIAL CITY. Il Bilancio previsionale della Messina Social City è stato presentato in Aula per l’approvazione – aggiunge Bramanti – e successivamente ritirato per incongruenze su alcuni temi relativi alla spesa, alla quantità e qualità dei servizi erogati, le cooperative e il pagamento degli stipendi. Sono stati trattati anche i temi del Protocollo d’intesa per la gestione dei pazienti positivi al Covid 19 che necessitano di cure socio assistenziali, dell’assistenza domiciliare e del progetto “SOS sosteniamo la fragilità”, che prevede i seguenti servizi: colloqui a sostegno psicologico, ascolto, supporto psicologico e segnalazioni problematiche quotidiane. FAMILY CARD. La family card ha rappresentato un valido aiuto per il sostegno delle famiglie in difficoltà. I beneficiari devono essere esclusivamente destinatari della Family card e non ricevere alcun altro tipo di sostegno (reddito di cittadinanza, cassa integrazione, ecc…). MESSINA LA CITTA’ PIU’ CARA D’ITALIA. Da uno studio effettuato dall’Unione nazionale consumatori sulla base dell’inflazione media rilevata dall’Istat, – conclude Bramanti – delle città dove si è speso di più o di meno nel 2020 sui principali beni e servizi è emerso che Messina è la città più cara per quanto riguarda l’erogazione dei servizi sociali con un aumento del (+4,6%)”. La presidente Asquini ha risposto che: “Le dimissioni di Trischitta sono state volontarie, lo ringraziamo per il lavoro svolto e come da statuto sono già avviate le procedure per il nuovo bando. Relativamente al Bilancio in questi giorni si sta lavorando e presto verrà sottoposto al Consiglio comunale”. Il Vice Presidente Gemelli ha aggiunto sul primo punto che: “In assenza di DG, chi si occupa del servizio è il dirigente competente, ma ancora non è stato comunicato”. Sugli altri argomenti discussi sono previsti ulteriori approfondimenti in Aula.

Comunicato n. 166
giovedì, 18 Febbraio 2021

Con provvedimento prefettizio, visto il parere favorevole espresso dalla Società Messinese di Storia Patria, è stata autorizzata l’intitolazione del giardino antistante la Prefettura privo di denominazione in “Giardino degli Angeli, in memoria di Francesco Filippo e Raniero” venuti a mancare, il 15 giugno 2018, a causa di una tragica fatalità accaduta nella propria abitazione. Il drammatico evento della morte dei due giovani fratellini Messina ha suscitato grande commozione nella comunità messinese e non, per le tristi dinamiche con cui si svolsero i fatti ma anche per il grande gesto di eroismo che vide coinvolto il fratello maggiore nei riguardi del minore. Al fine di volere ricordare in modo indelebile il tragico simbolo dell’amore fraterno, la memoria della nobiltà del gesto dei due giovani messinesi tragicamente periti in quell’incendio che conferisce all’intera comunità messinese motivo di orgoglio da perpetuare nel ricordo di tutti, come esempio di virtù e di coraggio per tutte le generazioni, su proposta del consigliere comunale Massimo Rizzo, la “denominazione del giardino antistante la Prefettura, privo di toponimo, in “Giardino degli angeli – in memoria di Francesco Filippo e Raniero”, è stata approvata all’unanimità dal Consiglio comunale con delibera N. 126 del 24.06.2020. Successivamente la Giunta municipale con delibera n. 422 del 11.08.2020, ha accolto favorevolmente la proposta di intitolazione. È possibile consultare la toponomastica attraverso il geoportale comunale al link www.comune.messina.sitr.it nella sezione “consultazione cartografia”. I contenuti dello stradario, ancora in fase di aggiornamento, hanno un mero valore informativo e non sostituiscono quanto depositato agli atti degli uffici comunali che prevalgono in caso di discordanza.

Comunicato n. 165
mercoledì, 17 Febbraio 2021

L’Assessore ai Lavori Pubblici Salvatore Mondello ha effettuato questa mattina un nuovo sopralluogo presso il cantiere della realizzanda via Don Blasco, per monitorare lo stato dei lavori in corso, alla presenza della Direzione Lavori, ing. Antonio Rizzo e arch. Giovanni Rizzo, e del geologo Alfredo Natoli. E’ stato constatato che gli stessi procedono speditamente, essendo state varate le ultime due travi in cemento armato precompresso del Ponte Zaera, necessarie a completare la parte strutturale della copertura dell’omonimo torrente. “Questi risultati – ha commentato l’Assessore Mondello a margine del sopralluogo- ripagano di tutti i sacrifici compiuti per realizzare un’opera che cambierà radicalmente la fisionomia della città, apportando benefici in termini viabili e di sviluppo. Voglio ringraziare la Direzione Lavori, il RUP e soprattutto le maestranze, che con precisione e capacità, sono riusciti ad eseguire alla perfezione quanto programmato e progettato. Mi preme sottolineare anche un ulteriore aspetto di non secondaria importanza, ovvero la bonifica e la restituzione alla collettività di una zona fortemente degradata come Maregrosso, ricettacolo di criticità e pericoli, che diventerà ormai a breve, un quartiere produttivo e funzionale. Questo è un ulteriore obiettivo dell’Amministrazione De Luca, che attraverso il risanamento e la realizzazione delle tante infrastrutture sia compiute che in itinere, – conclude l’Assessore – intende continuare ad impegnarsi per una Messina del futuro, che sia un volano di sviluppo per il Sud, sia per la posizione logistico/strategica che possiede, sia per le tante, troppe, potenzialità inespresse, a cui stiamo cercando di dare impulso”.

Comunicato n. 164
mercoledì, 17 Febbraio 2021

Per consentire l’esecuzione delle attività di riqualificazione del verde urbano, disposte dall’Assessore all’Arredo Urbano Massimiliano Minutoli, da venerdì 19 sino all’8 marzo, nella fascia oraria 6-17.30, sul lato ovest della carreggiata ovest di viale della Libertà, nel tratto compreso tra il viale Giostra e via Nina da Messina, e sul lato sud di via Istria, tra le vie Fiume e Pola, sarà vietata la sosta, per i singoli tratti_di intervento giornaliero, provvedendo ad interdire il transito pedonale nei corrispondenti tratti di marciapiede, indirizzando, con idonea segnaletica stradale, i pedoni nei tratti di marciapiede sul lato opposto e garantendo l’accesso a tutti gli ingressi ivi presenti, per mezzo di idonee protezioni superiori e laterali, al fine di consentire il posizionamento dei mezzi d’opera necessari per la esecuzione degli interventi. La parte di carreggiata stradale occupata dai mezzi impegnati nei suddetti interventi dovrà essere opportunamente delimitata e la circolazione stradale garantita e regolamentata nella restante parte della carreggiata, provvedendo ad istituire il senso unico alternato di circolazione in quelle strade a doppio senso di circolazione in cui a causa dei lavori non è possibile mantenere il contemporaneo doppio senso di circolazione. Gli interventi di cui sopra dovranno essere effettuati con esclusione delle fasce orarie 7.15-8.45 e 13-14.15.
“Relativamente a viale della Libertà – evidenzia l’Assessore Minutoli – gli interventi riguardano la riqualificazione del verde nella linea tranviaria con la sostituzione del terriccio e la successiva messa a dimora delle piante; per la via Istria rientrano invece nell’ambito delle attività programmate per la potatura ordinaria, mirata alla sagomatura e contenimento delle chiome delle esistenti alberature che diventate particolarmente invasive costituiscono una minaccia per la sicurezza delle abitazioni”.

Comunicato n. 163
mercoledì, 17 Febbraio 2021

Al fine di evitare situazioni di assembramento nell’esistente marciapiede di limitata larghezza e nella carreggiata stradale, è vietata la sosta, nella fascia oraria 7.30 – 16, in via Porta Imperiale, per un tratto di 10 metri antistante l’accesso dell’I. C. Cannizzaro – Galatti, con contestuale realizzazione di isola a raso, per una lunghezza di 10 ed una larghezza di 2 metri sulla carreggiata stradale, in adiacenza al marciapiede, mediante zebratura con segnaletica stradale orizzontale di colore bianco; e sono stati istituiti tre stalli di sosta a servizio di persone disabili, rispettivamente nelle vie Porta Imperiale, N. Fabrizi e M. Giurba, in prossimità degli accessi all’Istituto Comprensivo Cannizzaro Galatti.
Per agevolare la mobilità di persone diversamente abili, sono stati inoltre istituiti due stalli per la sosta di veicoli a loro servizio sul lato nord nella complanare nord del viale Giostra, uno a monte dell’intersezione con via Garibaldi ed uno a monte dell’intersezione con via Savonarola.
Infine nelle more dell’esecuzione dei lavori di ristrutturazione dello stabile di via G. Bruno n. 176, che ospita la sede del Comitato di Messina della Croce Rossa Italiana, gli esistenti stalli di sosta riservati ai veicoli di pronto soccorso della Croce Rossa Italiana sul lato monte di via G. Bruno, nel tratto compreso tra i numeri civici 174 e 184, sono stati trasferiti nel corrispondente tratto lato mare di via G. Bruno.

Comunicato n. 162
mercoledì, 17 Febbraio 2021

Su proposta dell’Amministrazione comunale, nello specifico dall’Assessore con delega ai Cimiteri Massimiliano Minutoli, è stata approvata ieri, martedì 16, dal Consiglio comunale la delibera di Giunta n. 154 del 27.03.2020, trasmessa al Consiglio in data 25.06.2020, dopo essere stata esitata in Commissione. L’atto riguarda l’integrazione dell’art. 21 del comma 4 del regolamento di Polizia mortuaria per l’istituzione nei cimiteri cittadini di un’area da destinare alle giovani vittime della strada. “Esprimo soddisfazione e ringrazio il Consiglio comunale – dichiara l’Assessore Minutoli – per l’approvazione e la condivisione di un’iniziativa proposta dall’Amministrazione, il cui obiettivo è rivolto ai nuclei familiari colpiti da tragedie in occasione di incidenti stradali che coinvolgono i giovani”. Il provvedimento prevede infatti riquadri cimiteriali destinati al seppellimento di giovani vittime della strada aventi età inferiore a trenta anni. Nell’eventualità in cui detti riquadri non fossero disponibili in tutti i cimiteri, secondo quanto riportato dal comma 2, saranno individuati due tumuli dichiarati decaduti e/o nella disponibilità dell’Amministrazione comunale. La tumulazione sarà esclusivamente personale e tassativamente preclusa agli ascendenti e discendenti diretti legati da vincolo di sangue.