Comunicato n. 1421
lunedì, 29 Novembre 2021

Presentato a Palazzo Zanca il progetto “Io Sono (dis)abile e tu?”

 

“Io Sono (dis)abile e tu?”, progetto promosso nell’ambito delle iniziative che si terranno in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, il 3 dicembre prossimo, è stata illustrato oggi pomeriggio nel corso di un incontro pubblico organizzato dal Comune, in collaborazione con l’Università degli Studi di Messina, l’ASP Messina, il Rotary Club Stretto di Messina, la Direzione Provinciale INPS Messina, l’IRIB-CNR Messina, l’Ente Autonomo Regionale Teatro di Messina, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla Sicilia, l’Azienda Speciale Messina Social City, il Disability Pride NetWork e l’esperto del Sindaco Ruggero Aricò. All’appuntamento, hanno preso parte per l’Amministrazione comunale l’Assessore alle Politiche Sociali Alessandra Calafiore che ne ha curato l’organizzazione, e l’Assessore alla Mobilità Urbana Salvatore Mondello in qualità di relatore. Presenti tra gli altri, il Delegato Rettorale ai Servizi Disabilità e DSA la professoressa Fiammetta Conforto, il Commissario dell’ASP Bernardo Alagna e il Presidente Incoming dei Rotary Stretto di Messina Antonio Albanese. Sulla tematica trattata sono intervenuti la Presidente dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla Sicilia Deborah Chillemi su “Sclerosi multipla ieri e oggi”; il Presidente dell’Associazione italiana sclerosi multipla Sicilia – Marcello Mastrojeni, su “Percorsi innovativi ai fini del sostegno scolastico; l’Assessore Salvatore Mondello ha esposto in merito all’argomento “Accessibilità urbana: per una città a misura d’uomo; Gaspare Motta, Direttore del Dipartimento di Salute Mentale ASP Messina, con “Sostenere la disabilità attraverso percorsi di emancipazione e benessere”. Infine, Giovanni Pioggia, Responsabile IRIN-CNR e Responsabile scientifico del Progetto Inter Pares, insieme ai Responsabili, Psicologo Flavia Marino e Medico Liliana Ruta, hanno illustrato l’iniziativa #MessinaPiùInclusiva.

Le conclusioni sono state tratte dall’Assessore Calafiore che nel ringraziare i partecipanti ha detto “l’obiettivo congiunto è avviare percorsi sinergici volti ad offrire un supporto concreto ai soggetti affetti da disabilità attraverso sostegni non soltanto di carattere economico e pratico ma è indispensabile un’azione di ricerca e di attuazione di procedure differenziate e accelerate, atte a consentire lo svolgimento di attività essenziali nel contesto di vita quotidiana e scolastico”. In particolare, soffermandosi poi sui minori affetti da disturbi autistici “è fondamentale – ha proseguito l’Assessore – promuovere il loro sviluppo psico-affettivo potenziando l’autonomia del minore attraverso interventi volti a stimolare nuove forme espressive. In questo contesto si inserisce infatti il progetto ‘Inter pares per l’autismo: dalla ricerca la nuova opportunità per una Messina più inclusiva’, finalizzato all’applicazione di nuove tecnologie per guidare i soggetti autistici includendo anche le loro famiglie in un percorso riabilitativo e di inserimento sociale, medianti interventi mirati al fine di aiutarli nel percorso di crescita e della conquista dell’autonomia per potere condurre una vita sana, riducendo i rischi della marginalità sociale. A tal fine è indispensabile fare rete – ha concluso la Calafiore – per implementare il modello Messina Città speciale: città amica dell’autismo”.