Comunicato n. 489
venerdì, 20 Maggio 2022

Presentato in Piazza Unione Europea il nuovo Comandante del Corpo di Polizia municipale Blasco – Encomio al vigile aggredito nei giorni scorsi

Nel corso di una cerimonia in Piazza Unione Europea, presenti il Commissario Straordinario del Comune di Messina Leonardo Santoro, il segretario generale/direttore generale Rossana Carrubba e i rappresentanti dell’intero Corpo di Polizia municipale, è stato ufficialmente presentato alla Città il nuovo comandante del Corpo di Polizia municipale Stefano Blasco, palermitano di 54 anni. La cerimonia è stata officiata dal Cappellano del Corpo, padre Gianfranco Centorrino. Augurando buon lavoro al Comandante Blasco, il Commissario Straordinario Santoro ha sottolineato che “ho fortemente voluto la nomina del nuovo Comandante poiché il Corpo era rimasto sguarnito da tale carica che rappresenta dal punto di vista istituzionale una figura fondamentale per la gestione di uomini e mezzi della Polizia municipale. Al ruolo del Comandante deve riferirsi l’Amministrazione comunale e devono raccordarsi i responsabili dei vari settori; egli rappresenta l’elemento di collegamento tra il Corpo di Polizia municipale e la cittadinanza”. “Sono orgoglioso ed emozionato per il nuovo incarico, – ha dichiarato il Comandante Blasco – metterò a disposizione di tutti il mio impegno, l’abnegazione e l’esperienza acquisita in venti anni di carriera. Questo per me è un nuovo punto di inizio, ma si può tranquillamente definire anche un punto di arrivo perché Messina è una città importantissima. Il personale esistente è di buon livello; c’è soltanto il problema, comune a tante altre realtà cittadine, dell’esiguo organico rispetto alle esigenze della città, ma che comunque sarà oggetto di discussione con la prossima Amministrazione comunale per dare un servizio migliore alla cittadinanza”. Nel corso della cerimonia è stato rivolto un encomio all’assistente Capo del Corpo di Polizia municipale Salvatore Bertino, aggredito nei giorni scorsi durante un controllo del territorio unitamente alle forze di Polizia.