Comunicato n. 1258
venerdì, 20 Novembre 2020

Progetto risanamento costiero e difesa dall’erosione nel tratto Galati – Santa Margherita: decreto di aggiudicazione efficace

Con una nota congiunta gli Assessori Salvatore Mondello, Massimiliano Minutoli e Francesco Caminiti, rendono noto che l’Ufficio del Commissario di Governo contro il Dissesto Idrogeologico della Regione Siciliana guidato da Maurizio Croce ha pubblicato il Decreto n.2144 del 19.11.2020 con il quale è stato aggiudicato in maniera efficace l’appalto per l’esecuzione dei lavori di risanamento costiero e difesa dall’erosione nel tratto Galati – Santa Margherita.
Un iter complesso che l’amministrazione Comunale ha seguito attentamente sin dal proprio insediamento. Dopo avere effettuato i primi due interventi per la realizzazione di barriere poste a protezione dell’abitato di Galati Marina, il III lotto, tanto atteso e confermato dallo stesso Commissario Maurizio Croce, durante l’incontro pubblico tenutosi il 18 luglio scorso, nella piazza di Galati Marina, su richiesta del Sindaco Cateno De Luca, è stato aggiudicato per l’appalto integrato dei lavori di “Progettazione esecutiva e realizzazione degli interventi di risanamento costiero e difesa dell’erosione costiera nel tratto Santa Margherita – Galati Marina”.
La gara d’appalto, aggiudicata al Consorzio Stabile VITRUVIO S.C.A.R.L., con sede in Gioiosa Marea, ha visto un ribasso economico pari al 28,7270 per cento. Siamo soddisfatti dell’impegno assunto e mantenuto dal Commissario Croce – ha dichiarato l’Assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli. Ci auguriamo che non vi siano ricorsi o altri intoppi che possano ritardare ulteriormente l’avvio dei lavori, ritenuti ormai indifferibili”.
Il progetto, del quale è RUP l’ing. Vito Leotta del Comune di Messina, verrà realizzato a seguito della firma del contratto di affidamento, che sarà sottoscritto tra la stazione Appaltante e la Ditta aggiudicataria entro i termini stabiliti dal Codice degli Appalti fissato entro i 60 giorni dalla data di efficacia dell’aggiudicazione, salvo differimento espressamente concordato tra le parti, e comunque non prima del 35esimo giorno successivo dalla data di comunicazione dell’aggiudicazione alla ditta aggiudicataria.