Comunicato n. 467
sabato, 14 Maggio 2022

Provvedimenti viabili

Scerbatura.
Per consentire a Messinaservizi Bene Comune interventi di scerbatura, il Servizio Mobilità Urbana ha disposto l’istituzione, per singoli tratti di intervento giornaliero, del divieto di sosta, con zona rimozione coatta, nei seguenti tratti di strada:
dal 18 al 20 maggio, nella fascia oraria 20-6, in entrambi i lati delle vie Pola e delle Concerie;
dal 23 al 25 maggio, nella fascia oraria 20-6, in entrambi i lati delle vie Fiume, Cuppari e Po;
dal 25 al 27 maggio, nella fascia oraria 20-6, in entrambi i lati di via Principessa Mafalda.
L’interdizione della sosta non deve essere contemporanea in tutte le strade interessate ma esclusivamente nei soli tratti in cui si prevede di intervenire nelle singole giornate.

Divieti di sosta e di transito veicolare in un tratto di via Santa Marta.

Nell’ambito dei lavori di riqualificazione ambientale e risanamento igienico sanitario dell’alveo del torrente Cataratti–Bisconte, sono state adottate nuove limitazioni viarie, al fine di consentire il proseguimento dei lavori nel successivo tratto di via Santa Marta, compreso tra l’area di intersezione via Camaro/via Santa Marta e la via Santa Marta in corrispondenza del numero civico 203 (presso ponte del viale Italia). Pertanto da lunedì 16 maggio all’8 giugno, a condizione che venga riaperta al transito veicolare l’area di intersezione via Camaro/via I Traversa Santa Marta, saranno istituiti i divieti di sosta, 0-24, con zona rimozione coatta, in entrambi i lati, e di transito veicolare nel tratto di via Santa Marta compreso tra l’area di intersezione via Camaro/via S. Marta e la via S. Marta in corrispondenza del numero civico 203 (c/o ponte del viale Italia); collocata inoltre idonea segnaletica di preavviso di strada chiusa al transito veicolare, con indicazione della distanza.

Dissuasori di transito nella scalinata Domenico Moro.
Il Servizio Mobilità Urbana ha disposto la collocazione di dissuasori di transito (dotati di appositi inserti di pellicola ad alta rifrangenza, per una corretta visibilità anche durante le ore notturne) nella scalinata Domenico Moro, alla quale si accede da viale Regina Margherita, nel tratto a monte, in cui iniziano i gradoni. Il provvedimento è stato adottato per eliminare la situazione di pericolo per i veicoli che vi transitano per raggiungere i locali garage delle limitrofe palazzine.