Comunicato n. 776
mercoledì, 3 Agosto 2022

Provvedimenti viabili

Interventi di scerbatura: divieto di sosta in varie strade cittadine.
Al fine di consentire gli interventi di scerbatura in varie strade cittadine, sono previste limitazioni viarie sino a venerdì 12 agosto. Istituito il divieto di sosta, con zona rimozione coatta, nella fascia oraria 20-6, per singoli tratti di intervento giornaliero, nelle strade e nelle giornate di seguito indicate:
– venerdì 5 e sabato 6, sul lato nord di viale Europa, nel tratto compreso tra via del Santo e viale Italia; e su entrambi i lati di vico San Cosimo, nel tratto compreso tra via Catania e la chiesta di San Cosimo e Damiano;
da lunedì 8 a venerdì 12, in alcune vie del centro cittadino interessate dalle manifestazioni previste dal programma “Vara e Giganti 2022”; e su entrambi i lati nei tratti di viale Giostra e relative complanari.

Domenica 7 processione in occasione dei festeggiamenti in onore di San Nicola Patrono di Ganzirri.
Il Servizio Mobilità Urbana ha previsto domenica 8 limitazioni viarie, in occasione della processione per i festeggiamenti in onore di San Nicola Patrono di Ganzirri, con il seguente percorso: partenza alle ore 18 da via Consolare Pompea dal sagrato della Chiesa parrocchiale, proseguendo fino a giungere in corrispondenza dell’intersezione con via Stagno D’Alcontres, ove verrà effettuata una inversione ad “U” per proseguire nella stessa via Consolare Pompea e poi nelle vie Nilde Iotti (ex via Papardo), Marina, Lido, Galluccio, Adolfo Romano (ex via Domenico Caratozzolo), San Nicola dei Marinai, Rodriquez e Lago Grande, ove in corrispondenza del numero civico 64 si provvederà all’imbarco del simulacro su tradizionale imbarcazione, giro del Lago, sbarco e prosieguo fino a giungere in via Consolare Pompea nel sagrato della Chiesa. Si provvederà pertanto all’interdizione al transito veicolare delle strade interessate limitatamente al passaggio della processione.

Istituzione divieto di sosta sul lato mare dell’area di parcheggio del Lungomare di Santa Margherita per un tratto di 12 metri.
Il Servizio Mobilità Urbana ha disposto l’istituzione del divieto di sosta, 0-24, con zona rimozione coatta, sul lato mare dell’area di parcheggio del Lungomare di Santa Margherita, per un tratto di 12 metri, antistante l’esistente rampa di accesso all’arenile, con collocazione della relativa segnaletica stradale verticale e la realizzazione di segnaletica stradale orizzontale di strisce gialle a zig-zag. Il provvedimento è stato adottato in considerazione della problematica della sosta veicolare disordinata ed illegittima nel tratto dell’area di parcheggio del Lungomare Santa Margherita antistante l’esistente rampa di accesso all’arenile che non permette la fruibilità della stessa alle persone disabili.

Divieto di transito veicolare da domani a venerdì 12 nella strada di collegamento tra il cimitero di Castanea e la S. P. 50.
Per consentire la messa in sicurezza del transito veicolare che interesserà la strada comunale di collegamento tra il cimitero di Castanea e la S. P. 50, anche in considerazione dei campionati mondiali di tiro a volo presso il campo di Castanea, si rende necessario effettuare interventi di eliminazione di alcuni dossi causati dalle radici degli alberi, con relativo ripristino della pavimentazione stradale e collocare alcuni tratti di barriere stradali di sicurezza (guard-rail). Pertanto da domani, giovedì 4, sino a venerdì 12, vigerà il divieto di transito veicolare nella strada comunale di collegamento tra il cimitero di Castanea e la S. P. 50, consentendo, compatibilmente con l’esecuzione dei lavori, l’eventuale accesso alle proprietà laterali ivi insistenti, lato monte o lato valle.

Blocco in cemento in un tratto delle acque antistanti Pace: vietata la balneazione dalla Capitaneria di Porto.
La Capitaneria di Porto – Autorità Marittima dello Stretto di Messina rende noto che nelle acque antistanti Pace, nei pressi dell’ex locale Trocadero, nel punto di coordinate geografiche (WGS 84) Lat. 38° 14’.194’ N – Long. 015° 34’.698 E, a circa 2 metri dalla battigia è presente un blocco in cemento con annesso tondino in ferro affiorante per circa cinque centimetri dall’acqua pericoloso per la balneazione. Con decorrenza immediata e fino al ripristino delle condizioni di sicurezza è vietata la balneazione, la navigazione, la sosta e ogni altra attività connessa con l’utilizzo di quella porzione di mare.