Comunicato n. 712
mercoledì, 20 Luglio 2022

Ricevuti a Palazzo Zanca dall’Assessore Caruso tre “centauri” romagnoli del progetto “Ciao Ciao Ciao Italia”

In rappresentanza del Sindaco Federico Basile, l’Assessore al Turismo Enzo Caruso ha accolto stamani a Palazzo Zanca tre “centauri” romagnoli del progetto “Ciao Ciao Ciao Italia”, dopo essere sbarcati in Sicilia. Riccardo Prati, Valerio Fregnani e Riccardo Cattalini sono partiti lo scorso 1 luglio da Predoi, il Comune più settentrionale d’Italia, al confine con l’Austria, e a bordo di 3 Ciao Piaggio Tricolori stanno attraversando tutta la penisola, circa 2700 km fino ad arrivare venerdì 22 nel Comune più a sud della Sicilia, Portopalo di Capopassero, alla media di 30/35 km orari. L’Assessore Caruso ha evidenziato “lo spirito goliardico, turistico e sportivo di un’iniziativa, che assume grande significato in quanto l’obiettivo del progetto è quello di dare visibilità alla onlus CAVAREI di Forlì, che tratta il tema della disabilità, e alla Fondazione ISAL, che si occupa di terapia del dolore. E’ stato un piacere conoscerli, la casa del Comune è sempre aperta”. I tre centauri Prati, Fregnani e Cattalini, nell’esporre le motivazioni del loro viaggio, hanno spiegato che: “E’ un’occasione per conoscere luoghi, popoli e persone, coniugando la passione per le due ruote e la solidarietà su disabilità e terapia del dolore. Nella locandina abbiamo inserito i loghi delle due associazioni perché ci piacerebbe sensibilizzare gli italiani nei confronti delle tematiche di cui si occupano. I ciclomotori, rigorosamente originali, si stanno rivelando molto affidabili, nonostante le sollecitazioni degli Appennini, il caldo torrido ed i numerosi chilometri macinati”. A conclusione della visita l’Assessore Caruso ha donato ai tre “centauri” il gagliardetto della città di Messina ed il volume “Viaggiatori a Messina. Diari, spunti e noterelle di visitatori della città del Peloro” di Felice Irrera. E’ possibile seguirli su Facebook (Ciao Ciao Ciao Italia), Instagram (ciaociaociaoitalia2022) e YouTube (canale Riccardo Cattalini).