Comunicato n. 825
giovedì, 22 Giugno 2017

RIUNIONE OGGI A PALAZZO ZANCA DELLA SETTIMA COMMISSIONE CONSILIARE

La VII Commissione consiliare (lavori pubblici – interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sugli immobili comunali adibiti a servizi – rete viaria e sottoservizi – risorse del mare – protezione civile sicurezza sui luoghi di lavoro), presieduta dal consigliere comunale, Carlo Cantali, riunitasi oggi a Palazzo Zanca, ha trattato le questioni inerenti l’apertura dello svincolo di Giostra e la manutenzione degli altri svincoli. All’incontro hanno preso parte l’assessore ai Lavori Pubblici, Sergio De Cola, ed il direttore generale del CAS, Salvatore Pirrone. Dopo un ampio dibattito è stato comunicato che il 2 luglio prossimo si riunirà la commissione di collaudo per deliberare l’autorizzazione all’apertura dello svincolo di Giostra, prevista entro il 15 luglio. “Tale intervento – ha sottolineato il presidente Cantali – assume un’importanza fondamentale in quanto contribuisce a decongestionare il traffico urbano in uscita, che attualmente è concentrato sullo svincolo Boccetta”. Il direttore generale del CAS Pirrone ha assicurato che: “L’autorizzazione della commissione di collaudo sarebbe già dovuta avvenire due mesi or sono, pertanto non dovrebbero essere previsti ulteriori ritardi”. Nel corso del suo intervento Pirrone ha inoltre illustrato una serie di lavori già previsti e cantierabili su tutto il percorso autostradale; in particolare la messa in sicurezza del viadotto Ritiro, per un importo di 60 milioni di euro; il rifacimento del manto stradale dell’intera tratta autostradale A18 /A20, per un importo di 24 milioni di euro; la realizzazione dello svincolo di Monforte San Giorgio; la messa in sicurezza della galleria Sant’Alessio; l’apertura totale delle carreggiate nelle gallerie dell’autostrada A20; il ripristino del tratto autostradale franato in prossimità di Letojanni; e 30 milioni di euro, già stanziati dal ministero delle Infrastrutture, da suddividere in parti uguali per la realizzazione degli svincoli di Alì e Santa Teresa, auspicando che prioritariamente si possa realizzare quello di Alì. Al termine della riunione è stata trattata anche l’ipotesi di abolizione del pedaggio per i residenti dei villaggi della zona nord che usufruiscono dello svincolo autostradale di Villafranca, che attualmente produce introiti annuali pari a 800 mila euro. A tal fine Cantali e Pirrone hanno deciso di aggiornare l’argomento alla presenza di una delegazione del ministero delle Infrastrutture, in quanto organo preposto per definire l’abolizione del pedaggio per i residenti o un eventuale sconto.