Comunicato n. 1456
mercoledì, 24 Ottobre 2018

TAVOLO TECNICO OGGI A PALAZZO ZANCA PER L’EVENTO “110 ANNI DAL SISMA DI MESSINA DEL 1908”

“Quest’anno ricorre il 110° anniversario del terremoto che il 28 dicembre 1908 distrusse la nostra città – ha dichiarato oggi l’assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli -. In questa occasione si vuole mantenere viva la memoria sull’evento, allo scopo di ricordare il passato guardando al futuro attraverso il miglioramento sia dei comportamenti in emergenza della popolazione che della sicurezza del sistema urbano, ‘Per non dimenticare’ e per contribuire a raggiungere una maggiore consapevolezza e resilienza in un territorio molto fragile con iniziative di diffusione della cultura del rischio sismico”. Su iniziativa dell’assessore Minutoli, di concerto con l’Amministrazione comunale, e in collaborazione con l’esperto di Protezione Civile Antonio Rizzo e con il dipartimento Regionale di Protezione Civile e l’Ordine degli Ingegneri, rappresentati rispettivamente dal dirigente Alfredo Biancuzzo e dal presidente Francesco Triolo, si è svolto oggi nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca un tavolo tecnico di coordinamento di tutte le iniziative da tenersi in occasione della ricorrenza. L’evento intende unire e racchiudere in un unico programma una serie di attività e manifestazioni. All’incontro odierno hanno partecipato l’Università degli Studi di Messina con il prof. Giancarlo Neri in rappresentanza del Rettore, i professori Giovanni Falsone, Giuseppe Ricciardi e Josè Gambino. Presenti inoltre i rappresentanti di diverse realtà associative ed enti interessati all’evento che, con le loro iniziative, contribuiranno alla realizzazione delle attività programmate, il prof. Enzo Caruso, il geologo Sebastiano Monaco, Franz Riccobono insieme a Marco Grassi, Piero Chillè, Guido Graffeo, Fabio Leonetti, Tanos Liossis, Letterio Brigandì del Masci, Sergio Spadaro in rappresentanza del Console Onorario Russo Nanni Ricevuto, Valerio Vella e Mariangela Bonanno. Quello di oggi è stato il primo degli incontri programmati in vista dell’evento; ne seguiranno altri nelle prossime settimane necessari a perfezionare le operazioni organizzative legate ad ogni singola attività inserita nel calendario.