Comunicato n. 7
mercoledì, 4 Gennaio 2023

Sabato 7 e domenica 8 le iniziative in Città per celebrare i 150 anni della nascita della Regina Elena

Nell’ambito del programma degli eventi commemorativi del 114esimo anniversario del terremoto del 28 dicembre 1908, patrocinati dall’Amministrazione comunale, la città di Messina celebra i 150 anni dalla nascita della Regina Elena con una due giorni di iniziative, sabato 7 e domenica 8, promosse dalla Delegazione cittadina dell’Istituto della Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon per celebrare non soltanto il ricordo di Elena, in quanto soccorritrice, ma anche la sua figura di fervente cattolica e portatrice di virtù eroiche che ne hanno avviato il processo di beatificazione in atto presso l’Arcidiocesi di Montpellier. Il programma degli eventi, patrocinati dalla Regione Siciliana, dalla Città Metropolitana di Messina e da quella di Reggio Calabria, e dal Comune di Taormina, prenderà il via sabato 7. Per l’occasione, sarà presente in città la Principessa Elena d’Assia, pronipote della Regina Elena che alle ore 10, incontrerà a Palazzo Zanca il Sindaco Federico Basile; a seguire si terrà alla Batteria Masotto la cerimonia di deposizione in mare di una corona di fiori in memoria delle vittime del terremoto ed un omaggio al Monumento “Agli Eroici Marinai Russi”, primi soccorritori della popolazione.

Domenica 8, dalle 9 alle 13 sarà emesso uno speciale annullo, a cura di Poste Italiane, per obliterare la speciale cartolina postale che riproduce un disegno dell’epoca nel quale è ritratta la Regina Elena in soccorso alla popolazione; mentre nel retro della cartolina sono ricordati i momenti salienti di quei drammatici giorni del 1908. L’annullo sarà disponibile, a partire da lunedì 9, presso l’Ufficio Postale di Messina – sportello filatelico – sito in via San Giacomo 11/b per i successivi 60 giorni, al termine dei quali verrà depositato presso il Museo della Comunicazione e di Storia Postale di Roma. Le iniziative di domenica 8, proseguiranno con la Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Cesare di Pietro Vescovo Ausiliare di Messina, con l’esibizione della Fanfara Bersaglieri dei Peloritani e, nel pomeriggio, alla presenza della principessa Elena d’Assia, si terrà una conferenza stampa su “Elena di Savoia eroica soccorritrice dopo il terremoto di Messina”, moderata dall’avv. Silvana Paratore, cui interverranno il prof. Antonio Baglio, Mons. Cesare di Pietro, e la Sorella Antonella Carnazza.

Storia
Nella storia di una città spesso un evento diventa il simbolo della città stessa. Questo accadde an-che per la città peloritana che il 28 dicembre 1908 divenne, suo malgrado, testimone di una imma-ne tragedia. La città dello Stretto fu colpita da un tremendo terremoto e conseguente maremoto che uccise 100.000 persone. Tra le prime autorità ad intervenire in Sicilia la Regina Elena. Immediatamente la Famiglia Reale attivò la macchina dei soccorsi, guidata dalla Regina Elena che poco tempo prima aveva creato il corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa. La stessa Sovrana si occupò personalmente della cura di centinaia di feriti, a bordo della corazzata “Vittorio Emanuele”, trasformata per l’occasione in una nave-ospedale. Particolare attenzione pose per anni ai tantissimi orfani di quell’immane tragedia. Il 5 aprile 1937 Papa Pio XI le conferì la Rosa d’Oro della Cristianità, sottolineando le virtù cristiane e di carità verso i sofferenti. Messina non ha mai dimenticato questa importante figura reale e nel 1960 realizzò una imponente statua marmorea (unica al mondo dedicata alla Sovrana) posta in Largo Seggiola.