Comunicato n. 53
sabato, 18 Gennaio 2020

SCUOLA DI MILI SAN PIETRO: NOTA DEL VICESINDACO MONDELLO

In merito all’articolo pubblicato ieri, venerdì 17, sulla testata online Tempostretto relativo alla mancanza di soldi per i lavori da eseguire nella scuola di Mili San Pietro, il Vicesindaco Salvatore Mondello sottolinea che: ” Nonostante amo utilizzare il mio tempo per lavorare per la mia città, mio malgrado ho l’obbligo, per la questione specifica, di fare alcune precisazioni. Sabato scorso non ho partecipato ad alcun incontro pubblico. I consiglieri della I Circoscrizione, conoscono perfettamente la vicenda e sono sempre stati messi a conoscenza dello stato tecnico-amministrativo relativo alla progettazione della scuola, peraltro il consigliere Paolo Mangano, più volte e in varie forme (Commissioni consiliari, Consiglio comunale e interrogazioni), ha chiesto informazioni che puntualmente sono state fornite. Relativamente alla questione tecnica, sulla scorta di una relazione del geologo del Comune di Messina, è emerso che nelle aree limitrofe al plesso scolastico esistono situazioni di criticità idrogeologiche e che pertanto è risultato opportuno e necessario svolgere degli approfondimenti utili per indicare le criticità e come risolverle (relazione geologica di massima necessaria per la redazione della valutazione di vulnerabilità sismica). In data 13 giugno 2019 veniva trasmessa dal tecnico incaricato la valutazione di vulnerabilità sismica che di fatto confermava quanto rappresentato dal geologo. Si è così concordato, per non avere alcun dubbio, di incaricare un esperto che potesse fornire un quadro chiaro della situazione. Successivamente è stata consegnata una prima relazione relativa alla reale situazione idrogeologica dell’area che circonda il plesso scolastico, senza fornire però soluzioni tecniche al fine di superare le criticità evidenziate. Su apposita richiesta dell’Amministrazione comunale l’esperto ha prodotto un ulteriore elaborato indicando con precisione le opere da realizzare. Nell’avvicendarsi degli eventi sopra indicati, il progettista del Comune, ing. Giuseppe Frigione, ha completato il progetto di ristrutturazione dell’edificio scolastico, che però non può essere scollegato dalla progettazione di messa in sicurezza dell’area circostante. Le aree oggetto di dissesto, come certamente sapranno i consiglieri, sono parzialmente private, pertanto è necessario avviare procedure specifiche per potere giungere ad una soluzione definitiva. Presentare quindi un progetto per il finanziamento dei lavori di ristrutturazione di una scuola, non prendendo in considerazione la messa in sicurezza dell’area circostante sarebbe un doppio errore, tecnico ed economico. Mi auguro per il futuro – conclude il Vicesindaco – di non dover replicare a mezzo stampa, sempre con il massimo rispetto per i signori giornalisti, ma di continuare il normale dialogo con i consiglieri, attività che ha contraddistinto il mio modo di agire in questo scorcio di mandato”.