Comunicato n. 439
lunedì, 4 Maggio 2020

Sistema EU-Pilot: Tavolo di confronto telematico oggi a Palazzo Zanca


Si è tenuto oggi a Palazzo Zanca, il tavolo di confronto telematico in modalità audio /video relativo allo studio integrativo in merito alla relazione degli impatti cumulativi dei piani/progetti autorizzati ex art. 5 del DPR 357/97, già discussa in un incontro tenutosi il 3 ottobre 2019, riguardante il caso EU-Pilot e le successive note dell’ARTA Sicilia che determinano allo stato attuale l’impossibilità di procedure all’autorizzazione di determinate tipologie di intervento edificatorio e di pianificazione urbana.

All’incontro, presente il Sindaco Cateno De Luca e il Vice Sindaco Salvatore Mondello, hanno preso parte il Dirigente del Dipartimento Servizi Territoriali ed Urbanistici ing. Antonio Cardia insieme ai responsabili, del Servizio Ambiente ing. Alessandro Visalli e del Servizio SIT dott. Placido Accolla. In modalità remota, hanno partecipato la professoressa Maria Cerreta dell’Università degli Studi di Napoli in rappresentanza del gruppo di lavoro incaricato dal Comune di Messina per la stesura dello studio integrativo, e per la Città Metropolitana di Messina, il dott. Felice Oteri e il dott. Salvatore Galletta. Per la Regione Siciliana sono intervenuti il Dirigente Generale Dipartimento Urbanistica, dott. Giovanni Salerno; il Dirigente Servizio 3 DRU, arch. Daniela Grifo; il Funzionario del Servizio 3 DRU ing. Salvatore Brunone; il Dirigente del Servizio 1 DRU, Arch. Salvatore Sacco; il funzionario del Servizio 1 DRU arch. Serafino Vitrano; il Dirigente Servizio 1 VAS DRA, dott. Salvatore Di Martino; la sig.ra Maria Maddalena Mazzola Servizio 1 DRA; il dott. Giuseppe Maurici Servizio 3 DRA Ambiente; il dott. Giorgio Occhipinti del DRA; e l’arch. Laura Cobello componente della CTS per le Valutazioni Ambientali. Nel corso del confronto la professoressa Cerreta, capogruppo del team per la redazione dello studio, ha illustrato la metodologia utilizzata e le risultanze dello stesso.

Il quadro emerso è complesso e rappresenta un unicum nel panorama italiano ed europeo; il Comune pertanto, ad oggi può contare su uno studio perfettamente aderente allo stato dell’arte, oltre che assolutamente innovativo, tanto da candidare Messina come Comune pilota, per la risoluzione di tutte le fattispecie similari. Il Sindaco De Luca, a conclusione di un dibattito con i funzionari regionali, ha chiarito che: “non è più il caso di parlare ma di agire, essendo necessario ed urgente superare l’impasse che mortifica il territorio messinese da troppo tempo. Infatti, ad oggi, anche realizzare una semplice tettoia, diventa un’odissea burocratica, che risulta vessatoria nei confronti dei cittadini, dei professionisti e dell’economia tutta, in quanto, come ormai da tutti riconosciuto, l’edilizia rappresenta un concreto volano di sviluppo e traino per tutti gli altri settori”.

Per queste ragioni il Sindaco ha chiesto al team di consegnare lo studio entro un mese da oggi e ai funzionari regionali di produrre le eventuali controdeduzioni nel termine di una settimana. “Superata questa fase – ha concluso De Luca – non ci saranno più ulteriori ‘capriole’ burocratiche che possono determinare i paradossi registrati negli ultimi anni. Il significativo traguardo raggiunto oggi, proietta quindi la città verso un’attività edilizia più snella, predisponendo i presupposti essenziali per il redigendo P.R.G., mantenendo sempre fermo il principio della salvaguardia ambientale”.