Comunicato n. 1583
martedì, 31 Ottobre 2017

STATUS QUALITATIVO DELLE PRESTAZIONI SANITARIE: IL VERBALE DELLA CONFERENZA DEI SINDACI DELLA PROVINCIA DI MESSINA RIUNITASI IERI A PALAZZO ZANCA

Ieri, lunedì 30, si è riunita nell’ufficio del sindaco, Renato Accorinti, la Conferenza dei Sindaci della Provincia di Messina, convocata lo scorso mercoledì 18, ed indirizzata ai candidati alla Presidenza della Regione Siciliana, relativa alla dichiarazione d’intenti sullo status qualitativo delle prestazioni sanitarie di ricovero, cura ed emergenze nella provincia. Il tavolo, presenti soltanto il sindaco di Ucria, Giuseppe Giovanni Lembo; i vice sindaci, di Acquedolci, Salvatore Oriti, e di Falcone, Sebastiano Calabrese; l’assessore di Motta d’Affermo, Rosa Maria Di Prima; un referente delegato D.G. IRCSS, Graziano Giuffrida; un esponente della Cisl Funzione Pubblica, Antonio Costa, ed il presidente di Cittadinanzattiva, Giuseppe Pracanica; ha stigmatizzato l’assenza sia dei rappresentanti dei Comuni che dei candidati alla Presidenza della Regione Siciliana, ribadendo le richieste contenute nel documento di convocazione e sottolineando l’importanza di una rivisitazione del piano sanitario regionale, soprattutto in riferimento all’equa distribuzione delle risorse erogate nei territori Ionici, Tirrenici e Comunità Montane. La convocazione era stata preceduta dal formale invito ai candidati a volersi esprimere sulle criticità evidenziatesi nel Piano Sanitario, esitato mesi addietro, dall’Assessore per la Salute, e che tante contestazioni ha fatto registrare da parte del Sindaco di Messina, da un congruo numero di Sindaci dei Comuni della Provincia, ma anche da forze sindacali, ordini ed associazioni. In verità, formalmente, tutti i candidati, impossibilitati a presenziare, avevano assicurato almeno l’invio di un video messaggio, attraverso il quale sarebbero stati comunicati, a tutte le parti interessate, gli impegni da assumere, qualora eletti alla massima carica della politica regionale, riguardo alle problematiche inerenti alle citate criticità. “Duole aver dovuto constatare – ha sottolineato il sindaco Accorinti – che, nei fatti, solo uno dei candidati, Nello Musumeci, abbia dato seguito alla formale promessa, inviando un improvvisato video messaggio sulle tematiche oggetto della convocazione”. Fra le varie osservazioni dei rappresentanti dei Comuni presenti, il vice sindaco di Acquedolci Oriti ha suggerito, evidenziandone la necessità, di attivare un osservatorio permanente sulle particolari problematiche dell’area della provincia di Messina, così da bene identificare gli elementi da discutere con il futuro Presidente ed il neo Assessore per la Salute, il prossimo 5 dicembre. Il sindaco Accorinti ha infine proposto un’eventuale proroga dei termini della richiesta rivolta ai candidati alla Presidenza della Regione a sabato 4 novembre, attraverso l’invio di un documento, sulla “dichiarazione di intenti” in merito alle esigenze della buona sanità dell’interland messinese.