Comunicato n. 323
mercoledì, 16 Marzo 2022

Tappa del Giro d’Italia mercoledì 11 maggio: il Comune di Messina scrive al Genio Civile

Su iniziativa del Commissario Straordinario del Comune di Messina Leonardo Santoro, l’ufficio del Servizio Manutenzione Strade ed Impianti ha inviato una nota al Dirigente del Genio Civile di Messina Nicola Alleruzzo, al fine di fornire una fattiva collaborazione nell’effettuazione dei lavori necessari per il ripristino della pavimentazione stradale di alcune strade ricadenti nel territorio del Comune di Messina ed interessate dal passaggio del “Giro d’Italia” in programma il prossimo mercoledì 11 maggio. In funzione delle indicazioni fornite dal Comitato di Tappa, organizzatore dell’evento, la perizia tecnica relativa ai suddetti lavori prevede interventi di scarifica e bitumazione nei seguenti tratti di strade: via Consolare Pompea, tratto dalla rotatoria di Granatari a via F. Denaro, area di intersezione con via Stagno d’Alcontres (salita Papardo), tratto dall’incrocio Fiumara Guardia in direzione sud, tratti in località Grotte, Pace, Contemplazione, Paradiso, rotatoria Annunziata, viale della Libertà nei tratti dalla rotatoria dell’Annunziata in direzione sud e dall’intersezione con via Pola a via Istria, via Istria, incrocio via Garibaldi-viale Giostra, corso Cavour, aree di intersezione tra via T. Cannizzaro e le vie Centonze e dei Mille, tratto di via Garibaldi, lato valle. Il comune di Messina ha pertanto fornito la perizia già predisposta e che include anche interventi di dismissione e ricollocazione delle isole salvagenti, deflego, occhi di gatto e segnaletica verticale lungo tutto il percorso; interventi di demolizione e ricostruzione di cordoli spartitraffico alla rotatoria dell’Annunziata e interventi vari di mitigazione rischi lungo il tracciato. “La sinergia istituzionale con l’Assessorato regionale Infrastrutture, Dipartimento regionale Tecnico ed ufficio del Genio Civile, – dichiara il Commissario Straordinario Santoro – consentirà la realizzazione di tutte le opere di adeguamento del piano viabile per accogliere efficacemente l’evento ciclistico”.